Abiti da sposa principessa: ecco gli ultimi modelli della stagione

Per coloro che si sono sempre immaginate protagoniste di una favola, per chi cerca eleganza e romanticismo, una serie di abiti da sposa che vi incanterà!

  • Abiti da sposa
  • Taglio principessa
  • Sposa
  • Galleries

È la stagione delle nuove collezioni, è l’anno della rinascita e della rottura con il passato, l’anno in cui si ha bisogno di freschezza, di gioia e di tanto romanticismo! E questo articolo, care ragazze dal cuore tenero è proprio per voi, per quelle donne che sognano con le favole, che si emozionano con i lieto fine e che sono fedeli alla rappresentazione più pura e dolce dell’amore, quella delle principesse. Questo è un omaggio a donne come voi perché mai come ora si ha bisogno di sognare, di amare e di dirselo fino a stancarsi. E non è un caso che gli stilisti internazionali, nonostante il twist minimal e moderno che ha preso la moda bridal, continuino ad inserire annualmente nelle proprie collezioni abiti da sposa in stile principessa. Allora, ecco in questa gallery, una selezione dei capi più belli che hanno sfilato sulle passerelle di questa stagione.

SalvareAbiti da sposa principessa
Milla Nova

Abito da sposa principessa: l’abito per antonomasia

L’abito da sposa taglio principessa è uno dei preferiti dalle spose di tutto il mondo, è il simbolo di un sogno che si realizza, della promessa di un amore incondizionato e della speranza di un futuro da vivere insieme. Il primo vero abito da sposa in stile principessa di cui si ha memoria è quello della regina Vittoria, nel 1840, che percorse la navata, andando incontro al suo futuro marito, il principe Alberto di Sassonia-Coburgo. Rompendo la tradizione della tunica bianca usata nell’antica Roma o dell’abito da sposa in stile impero nel 1600, la regina sfoggiò un abito ricamato bianco con fiori d’arancio, composto di corpetto aderente e ampia gonna con un lunghissimo strascico. Da lì venne sdoganato e consacrato come “tradizionale” l’abito da sposa bianco in stile principessa e divenne il simbolo e l’emblema delle spose dell’alta società.

SalvareAbiti da sposa principessa
Zuhair Murad

Da allora i modelli in stile principessa, nell’accezione più comune, si distinguono per essere stretti in vita ed avere una gonna molto voluminosa. Nel corso del XX secolo però lo stile di questo tipo di abito da sposa subì molte trasformazioni, da forme più caste ad abiti più disinvolti, da tessuti più lisci e semplici a ricami, gioielli e piume. La svolta e punto di rottura con il passato arrivò nel 1956 quando Grace Kelly, al lato del principe Ranieri di Monaco, con suprema eleganza da vera principessa, indossò un abito da sposa con doppia gonna, sotto-corpetto e corpetto di pizzo con colletto alla coreana, chiuso davanti da bottoncini di madreperla e con maniche lunghe e velate. Se non lo ricordate, vi consigliamo di andarlo a guardare! Senza dubbio il look più imitato nei decenni successivi, fu ripreso da moltissime reali e non, non ultima la duchessa Kate Middleton.

Abiti da sposa principessa: tessuti e scollature

Dopo un momento di penombra dell’abito in stile principessa, negli anni ’60 e ’70, negli anni ’80 tornano prepotentemente le forme esagerate e la Principessa Diana si fa portatrice di questa moda, con tutto il suo carisma e allure. Il suo abito da sposa, realizzato in taffetà di seta color avorio, impreziosito da pizzi, ricami, paillettes, perle, maniche a sbuffo e gonna balloon viene pensato per essere “qualcosa che deve passare alla storia”, è così è stato! Tornano le gonne voluminose, torna lo sfarzo, tornano i pizzi. Perché uno dei tessuti che per antonomasia impreziosisce un abito da sposa in stile principessa è proprio il pizzo. Sottobraccio con questo preziosissimo materiale trasparente va il tulle, semplice o ricamato che in genere compone tanto la parte superiore che inferiore. Quando invece la sposa, per la gonna, vuole optare per un effetto più corposo e composto, viene scelto un soffice mikado, organza o il taffettà.

SalvareAbiti da sposa principessa
Jesus Peiro

Per quanto riguarda le scollature invece, l’abito da sposa in stile principessa si presta a molte di esse, è uno dei vantaggi dello scegliere questo modello tra l’altro. Essendo la parte inferiore visivamente statica e non troppo particolare, si può osare di più sul corpetto. Uno degli scolli più comuni è senz’altro lo scollo a cuore o più in generale senza spalline. Questo tipo di scollatura, estremamente elegante fa dell’abito un capo classico e senza tempo. Un’alternativa, qualora si vogliano lasciare scoperte le spalle e la schiena, sono gli abiti con scollo profondo a punta o con maniche scese. In questo caso si comincia a dare all’abito un twist sicuramente più sexy. Se si amano le maniche, si può optare per maniche corte, a tre quarti (stupende), o maniche lunghe strutturate in pizzo o in mikado. Se infine il look che si vuole ottenere è più sobrio e casto, si sceglierà uno scollo quadrato o a barchetta.

SalvareAbiti da sposa principessa
Nicole Milano

Abiti da sposa principessa: a chi stanno bene

L’abito da sposa in stile principessa crea un look perfetto per le donne che hanno le spalle più larghe dei fianchi, poiché visivamente l’ampiezza della gonna ridimensiona la parte superiore del corpo. Per quanto riguarda l’altezza, gli abiti di questo genere privilegiano donne slanciate e invece potrebbero non rendere giustizia alle spose di bassa statura, poiché le dimensioni della gonna potrebbero farle sembrare ancora più minute. Per quanto riguarda le scollature non ci sono troppe regole, forse semplicemente se si ha un seno importante sarebbe meglio scegliere una scollatura più dolce e meno profonda.

 

SalvareAbiti da sposa principessa
Maggie Sottero

 

Siamo arrivati alla conclusione, speriamo di avervi ispirato con questa carrellata di abiti da sposa in stile principessa. Se è la parte inferiore dell’abito quella che vi prende più l’attenzione forse potrebbero interessarvi anche le nostre gallery sugli abiti da sposa a sirena o sugli abiti semplici dalle gonne fluide.