"Abbracciame cchiù forte": il matrimonio di Teresanna e Giovanni

"Abbracciame cchiù forte": il matrimonio di Teresanna e Giovanni

Il matrimonio dell'anno è quello di Teresanna Pugliese e del suo Giovanni. Noi di Zankyou ve lo raccontiamo in esclusiva

  • Real weddings
  • Sponsored

 

“…e allora si, abbracciame cchiù forte,
pecchè po’ chi se ne fotte
si tutto ‘o tiempo ca è passato è tiempo perzo
o si dimane nun esiste niente cchiù…”

 

Quando mi hanno proposto di scrivere l’articolo sul matrimonio di Teresanna Pugliese, non ho esitato nemmeno un secondo. Perché al di là del personaggio televisivo e mediatico, ho sempre intravisto una bella anima nella sua persona. Passionale, accesa, diretta, stoica, volitiva, senza sovrastrutture. A volte sopra le righe, eccentrica, difficile da comprendere ma con delle azioni sempre dettate dal cuore. E dal dio Amore. Per questo oggi sono qui (pur non essendo presente il giorno delle nozze) cercando di narrarvi tutto il bello delle nozze di Teresanna e del suo Giovanni. Ed ho scelto “Abbracciame” di Andrea Sannino, un tormentone sì ma una canzone che parla all’anima delle persone e narra cos’è realmente il sentimento più bello. E per una coppia partenopea, che ha fatto del proprio evento un vero e proprio “spusarizio” (matrimonio in napoletano, ndr), credo che la canzone calzi a pennello.

Non vuoi perderti le ultime novità per il tuo matrimonio?

Iscriviti alla nostra newsletter

SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto

Teresanna e Giovanni: il matrimonio dell’anno con un imprinting partenopeo e molte “contaminazioni”

Oggi non voglio parlare di Teresanna come ex corteggiatrice/tronista o opinionista. Voglio parlare della “bella mbriana” quale donna e sposa. Un’anima nobile in un corpo mediterraneo: un ossimoro vivente, tra curve mozzafiato e dolcezza infinita. Due “occhi profondi e penetranti” e l’allure magica di una sposa partenopea fuori dagli schemi. Giovanni, invece, è il classico ragazzo della porta accanto che piace a mamme e nonne. Quello di cui ti innamori a prima vista, che ti conquista per il suo fascino ed il suo savoir faire. Una coppia che vive per dare amore, che con amore ha creato il piccolo Francesco, un bimbo di 3 anni tutto occhioni e sorrisi. Il paggetto, nonché terzo protagonista principale dell’evento.

SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
Salvare
Sabatino Maisto

I fornitori: fotografia, wedding planner, location, abiti…

Parlare del matrimonio di Teresanna e Giovanni significa partire dalla scelta dei fornitori. Se oggi sono qui a poter narrare lo “spusarizio” della “bella mbriana” e di suoi marito è grazie alle piccole-grandi opere d’arte firmate Sabatino Maisto. Flash, scatti rubati, dagherrotipi post-moderni hanno costellato l’intera giornata, per trattenere i momenti più belli delle nozze e cederli per sempre all’eternità. Senza mai essere invasivo o invadente ma accompagnando gli sposi nella loro giornata più bella. Il racconto che ne viene fuori è naturale e naturalistico, verista, appassionato ed appassionante. Una narrazione per immagini che lasciano il segno quali quadri di Fontana ma con nuance che ricordano i Fauves. Il tutto dritto all’anima, di sposi, invitati e lettori…

SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
Salvare
Sabatino Maisto

Teresenna e Giovanni non potevano che scegliere il non plus ultra dell’universo wedding per organizzare il loro big day. Per questo Cira Lombardo ha curato tutti i dettagli di un vero e proprio matrimonio partenopeo, con scritte e lettering in napoletano (che ricordiamo essere lingua riconosciuta dall’UNESCO), luna park, luminarie, mise en place e decorazioni da sogno a metà tra lo stile italiano, messicano e spagnoleggiante.

E se c’è un termine che meglio rappresenta le nozze di Teresanna e Giovanni, questo è “personalizzazione“. Per questo la sposa ha deciso di disegnare lei stessa l’abito più importante della sua vita. Più che un semplice wedding dress, un capolavoro, pura estasi dei cinque sensi. Perché non si riesce a descrivere facilmente: barocco, estremo, cangiante, flamenco, post-moderno. Sicuramente nulla di visto prima: ma d’altronde tutto ruota intorno al bridal outfit, critiche ed elogi, ed in questo Teresanna ha fatto centro. Anche il groom outfit è decisamente innovativo: Giovanni decide di optare per un abito chiaro, per rompere il “grigiume” dell’abito scuro che indossa tutti i giorni. Viva la genialità.

SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
Salvare
Sabatino Maisto

Cosa ci è piaciuto delle nozze di Giovanni e Teresanna?

Questa domanda è abbastanza pleonastica: noi di Zankyou amiamo i matrimoni in generale ma soprattutto quelli con un quid in più. Quelli che abbiamo realmente qualcosa da raccontare. Quelli che rompano il velo di Maya dello standard e del “già visto” e che facciano la storia. Quello di Giovanni e Teresanna è sicuramente uno di questi.

SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto

 

Sabatino Maisto

SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto

Sabatino Maisto

SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto

Solo dalle foto riusciamo ad immergerci in un universo parallelo. A metà tra uno spot di Dolce e Gabbana, la Feria de Abril de Sevilla. un quadro di Frida Kahlo e la “veracità” dei vicoli di Spaccanapoli. Teresanna è sublime, in un abito “sfarzoso” ma nell’accezione positiva del termine. È una dea pagana con i suoi accessori a contrasto che spiccano come “punctum”. Il piccolo Francesco fa innamorare tutti con la sua delicata bellezza. Lo sposo è la quintessenza dell’eleganza e dello charme. La cerimonia è toccante, sentita e partecipata. E la festa è travolgente, scatenta, costantemente sorprendente, un momento di gaudio e gioia condivisa. LA condivisione, anche televisiva grazie a Barbara d’Urso e Pomeriggio Cinque, diventa il leitmotiv dell’evento.

SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto
Salvare
Sabatino Maisto
SalvareSabatino Maisto
Sabatino Maisto

E quella strofa di “Abbracciame” si carica di significato: perché il matrimonio di Teresanna e Giovanni è un abbraccio metaforico tra stili diversi. Un abbraccio ed un intreccio di sentimenti. Un abbraccio che sa e dà vita.

CREDITS

Fotografia: Sabatino Maisto | Chiesa: Basilica Benedettina Sant’Angelo in Formis (CE) | Scarpe spose: Albano Shoes | Wedding Planner: Cira Lombardo

 

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Sabatino Maisto Fotografo Fotografia e video