Ecco le cose che NON andranno di moda nei matrimoni 2018!

Organizzare un matrimonio non è sempre tutto “rose e fiori”. Questi ultimi, infatti, possono nascondere delle terribili spine. Scusate la digressione metaforica ma mi serviva da aggancio per spiegare l’utilità di questo articolo. Perché se vi abbiamo parlato di temi, stili e colori per il perfetto matrimonio 2018, ci sentiamo in dovere di mettervi in guardia dalle cose che non andranno di moda nei matrimoni di quest’anno. L’effetto deja-vu, ripetuto, forzato potrebbe “marchiare” il vostro matrimonio come di cattivo gusto. E per noi di Zankyou questo è inammissibile! Ecco perché, ancora una volta, abbiamo chiesto opinioni sul tema ad alcune delle signore del mondo wedding italiano…

Ilenia CaputoScopri di più su “Ilenia Caputo”
Ilenia Caputo

Il decalogo dei NO di Stefania Guastini

Apriamo questo articolo, vera Bibbia delle spose 2018, con una delle voci più influenti del panorama wedding italiano. Lei è Stefania Guastini di Guastinistyle Weddings&Events, una vecchia conoscenza del nostro magazine. Alla nostra richiesta di parlare degli OUT 2018 si è armata di carta e penna e ha redatto un vero e proprio decalogo delle cose ormai fuori moda nei matrimoni di nuova generazione. Siamo sicuri che vi sarà davvero utile:

– no al photobooth classico con parrucche e gadget un po’ inflazionate, viene utilizzato solo se rivisitato con qualche tema particolare e accessorio sorprendente
– no alle lanterne cinesi, sì ai palloncini led eco
– no al colore rosso, tiffany e lilla, si a rosa cipria e verde
no a più di 3 portate a tavola, rendono la parte del ricevimento placè troppo lunga e noiosa, sì a lunghi aperitivi, due o tre portate a tavola e di nuovo dinamismo con buffet dolci, torta e danze
– non solo abiti scivolati ma tornano le richieste di abiti ampi da principessa
– non solo tavoli tondi ma sempre più spose chiedono lunghi tavoli imperiali
– non solo wedding cake ma torna il piacere della torta dal gusto italiano
– no a colori accesi ma solo pastello
non solo tableau mariage ma anche escort card per indicare il posto assegnato all’ospite
– no solo all’aspetto scenografico ma sì alla qualità nel cibo del catering e particolare attenzione a menù Km zero
– no a pietanze troppo elaborate che la maggior parte degli ospiti potrebbe non capire, sì alla genuinità delle materie prima
– no a giochi imbarazzati per gli sposi, sostituiti da video emozionanti
– del tutto OUT le sedie con le vestine
out il ” filmino ” sì al wedding movie, emozionante, breve e girato con la qualità di un film
– no alle perle sì ai punti luce e diamanti
– no a trucchi troppo invisibili
Foto: Agencia FVS
Foto: Agencia FVS

Particolare attenzione al lato food per Silvia di Chapeau

Da un’amica di vecchia data della redazione di Zankyou ad una gradita new entry. Lei è Silvia Calligaro di Chapeau, che ha le idee molto chiare: “Quello che ripeto sempre ai miei sposi come un mantra è che non è necessario seguire le mode, “se una cosa vi piace, fatela e basta!”. Detto questo, è vero che vi sono delle tendenze ormai desuete nel campo dei matrimoni e io ne ho selezionate tre: in primis la cena o il prenzo “seduti” con troppe portate. Preferibile piuttosto un ricevimento tutto a buffet. Ma non crediate che costi di meno; il catering che se ne occupa dovrà essere il migliore in questo campo perché il servizio al passaggio, il continuo ricambio di portate e la pulizia dei tavoli dovrà essere impeccabile per non far rimpiangere anche alla zia più tradizionalista, il suo caro vecchio banchetto. Ed ancora il tema “automobile”: sono davvero rari ormai gli sposi che spendono e danno importanza al mezzo di trasporto a motore per l’arrivo al matrimonio. Infatti la tendenza ad uno stile più green ed eco-friendly dei matrimoni, suggerisce piuttosto una sposa a piedi o al massimo in bicicletta, come l’originale e bellissima Solange Knowles. Ritornando sul tema food, chiudiamo parlando del lato sweet. Addio torta mastodontica: forse ho esagerato con il termine, ma per rendere bene l’idea. Quella torta alta più degli sposi, che se se non si fa attenzione rischia di metterli davvero in secondo piano nella loro foto ricordo. Ecco quella torta, ricoperta da chili di pasta di zucchero, per fortuna, ha lasciato il posto a torte minute, sempre a piani, ben decorate e con bellissimi cake topper artigianali”.

Foto: Simply Lace Photography
Foto: Simply Lace Photography

Bye bye confettata e tableau per Valeria Gaglioti di Graffite

È ormai una habitué delle nostre interviste corali: lei è Valeria Gaglioti di Graffite che con piacere ha risposto alle nostre domande sul “fuori moda” 2018. “Già a partire dall’anno scorso c’è stato un minor interesse verso il tavolo dei confetti o confettata, per preferire le caramelle con un angolo ben allestito con props e tanti dolci colorati! Da quest’anno inoltre, la chiusura di un evento non sarà più lasciata al volo dalle lanterne di carta ma a palloncini gonfiati ad elio con luci a led. Ad un matrimonio dell’anno scorso li avevo usati per far spostare gli invitati verso la zona in cui avremmo fatto il taglio della torta e, con il volo dei palloncini, abbiamo dato il via alle danze. E infine il classico tableau mariage viene sostituito da originali escord card, dove ogni invitato avrà un talloncino, il più delle volte accompagnato da un cadeaux a tema, con il suo nome e il tavolo assegnato”.

Simone RossiScopri di più su “Simone Rossi”
Simone Rossi

Rivoluzioni 2.0 per elementi classici secondo Diana Da Ros

E non poteva mancare l’opinione di un’altra grandissima wedding planner italiana, nonché grande amica di Zankyou. Per Diana Da Ros “il 2018 vede delle vere e proprie rivoluzioni per ciò che concerne elementi ormai “sedimentati” dell’universo wedding. Nella fattispecie due! Il Photoboot che da alcuni anni è diventato parte integrante dell’intrattenimento di ogni ricevimento anche qui in Italia. Nel 2018 però stop alle solite e banali mascherine in carta su stecchino di legno: sbizzarritevi con veri e propri travestimenti e photobooth a tema, se siete tra i piu’ tecnologici, invece, non potrete fare a meno di un photobooth a immagini gif, le immagini in movimento che fanno impazzire il web! Sono ancora pochi i fornitori ad avere questo tipo di photobooth per cui farete sicuramente un figurone! E secondo elemento, la classica confettata. Una volta si chiamava semplicemente “tavolo dei confetti”, con vasi di vetro trasparente e confetti bianchi…Oggi le confettate sono diventate dei veri e propri allestimenti scenografici, quasi fossero delle vetrine di alta moda. Non accontentatevi quindi di scegliere solo i gusti dei confetti e posizionarli nei vasi, non e’ piu’ di moda. Scegliete invece il tema che più vi piace e fatevi progettare e realizzare dalla wedding planner un allestimento ad hoc, unico e mai visto prima, in modo tale che anche questo momento possa rispecchiare il mood del matrimonio e della coppia.

Foto: Cristian Salvatierra
Foto: Cristian Salvatierra

Gli OUT 2018 per sposi italiani e stranieri secondo Federica Formisano

Ho avuto il piacere di conoscere Federica Formisano di Procida WED all’ultima edizione della fiera TuttoSposi di Napoli. E devo dire che la sua dolcezza mi ha conquistato! Non mi stupisce che sempre più coppie si affidino a lei: vediamo cosa ne pensa degli out 2018. “Lavoro sia con gli italiani sia con gli stranieri, qui a Procida e posso dire che le cose che non andranno più di moda sono veramente differenti. Per gli sposi nostrani c’è sempre più una ricerca nel mondo dei sapori, per quanto riguarda il pranzo/cena, gusti diversi e raffinati, angolo dedicati al sushi o ai sapori di mare ma, al contempo, si dice basta alle abbuffate o ai cenoni , con più portate e attese infinite. Si prediligono formule più light e veloci. Ed ancora NO ad un’animazione grossolana e chiassosa, sì a spettacoli brevi e con un certo taglio culturale. Per ciò che concerne i gusti degli sposi stranieri, i destination wedding si distingueranno per un NO alla torta e al taglio, e un sì alla degustazione della pasticceria tipica. Ed ancoraNO al gruppo musicale d’ascolto, si al DJ! Addio alle bomboniere ed accogliamo i regali di benvenuto utili durante la cerimonia e anche dopo, tipo ventagli in carta o comodi salvatacchi per le signore”.

Maria Bryzhko Scopri di più su “Maria Bryzhko ”
Maria Bryzhko

Ringraziamo di cuore le signore dell’universo wedding che si sono prestate a redigere questa nostra utile mini guida. Senza voi esperti, noi di Zankyou, non riusciremmo a catalizzare l’attenzione di migliaia e migliaia di sposi ogni giorno! E per chi ha ancora sete di informazioni:

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Più informazioni circa

Lascia un commento

Sharon Crudele
9 cose che ci fanno impazzire dei matrimoni 2018
Il 2018 è appena iniziato, ma ci sono già 9 cose che ci fanno impazzire dei matrimoni di quest'anno... Scopritele insieme a noi!
Il Baccello di Vaniglia Photography
I 5 tipi di bouquet da sposa che andranno per la maggiore nel 2018
New classic, messy, monocromatici, verdeggianti e invernali. Scopri i 5 tipi di bouquet che spopoleranno nel 2018!
Maison Signore/Foto: Luigi Orlando
6 tendenze per i matrimoni 2018 che abbiamo "toccato con mano" a Napoli
Napoli è la capitale del matrimonio e da lì partono tutte le tendenze wedding più belle: scopri quelle che ci hanno colpito maggiormente al TuttoSposi!

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Anche la tua attività può comparire su Zankyou!
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni