Qual è la vera storia di San Valentino? Ve la raccontiamo noi!

Qual è la vera storia di San Valentino? Ve la raccontiamo noi!

Sta per arrivare San Valentino e noi di Zankyou vi raccontiamo la vera storia del Santo protettore dell'amore!

  • Attualità
  • International
  • Coppia

Un altro 14 febbraio è arrivato, con la stessa dose di amore e magia che ogni anno porta con sé. Benché buona parte delle persone veda in esso l’ennesima trovata commerciale e consumistica, San Valentino ha un significato più profondo di quanto possiate immaginare. Non ci credete? Noi di Zankyou ti racconteremo la storia di come questa festività sia nata diversi secoli fa.

SalvareMichele GrilloScopri di più su “Michele Grillo”
Michele Grillo

San valentino è realmente esistito?

La storia dice di sì, per quello che ne sappiamo non si tratta di un mito come quello dello Yeti o del Mostro del Loch Ness. In questo caso, però l’argomento è un po`più “sacro” dato che San Valentino era un sacerdote romano vissuto nel III d.C.

A quei tempi, Roma era molto differente da come la conosciamo; in quel periodo 15 dei popolavano l’Olimpo dei romani e per questo il cristianesimo contava pochissimi adepti che cercavano di diffondere il messaggio di Gesù Cristo.

Tra i fedeli c’era San Valentino che sposava clandestinamente, secondo il rito cristiano, le coppie di innamorati nonostante l’Imperatore Claudio II lo avesse proibito e si fosse macchiato del crimine di repressione violenta ai danni dei cristiani. Il motivo di quel veto in realtà era la guerra, perché l’Imperatore sosteneva che gli umini senza legami affettivi rendessero molto di più in battaglia di quelli sposati.

SalvareMorlotti studioScopri di più su “Morlotti studio”
Morlotti studio

Una crudele detenzione

Non vuoi perderti le ultime novità per il tuo matrimonio?

Iscriviti alla nostra newsletter

Stufo delle insolenze di San Valentino, l’Imperatore Claudio II fece fermare il povero sacerdote che tentò di cristianizzare il crudele magnate in un slancio disperato di fede. Nonostante non riuscisse a convincerlo, San Valentino insinuò nella mente dell’Imperatore il suo messaggio che lo segnò profondamente.

I soldati dell’esercito ed il Governatore di Roma non accettavano però che l’Imperatore si convertisse al cristianesimo, e per questo fecero cambiare opinione a Claudio II e San Valentino fu processato.

Durante la detenzione, San Valentino conobbe il luogotenente Asterius il quale si burlò del Santo schernendone la religione e gli propose una sfida impossibile: restituire la vista a sua figlia cieca. Il sacerdote forte di tutta la sua fede riuscì nell’intento e la figlia di Asterius tornò a vedere dopo essere stata battezzata. 

SalvareMoreno BelloniScopri di più su “Moreno Belloni”
Moreno Belloni

Un finale agrodolce

Mentre si prendeva cura della giovane ragazza, San Valentino finì con l’innamorarsi di lei. Prima di morire, il sacerdote scrisse un’affettuosa nota di addio alla sua amata firmandosi con due parole celebri in tutto il mondo: “Il tuo Valentino.” Questa firma ha attraversato i secoli e si continua ad utilizzare per riferirsi all’innamorato, come la lettera di amore si è trasformata nella lettera di San Valentino.

Dopo la miracolosa guarigione, il luogotenente Asterius e la sua famiglia si convertirono al cristianesimo, onorando così la memoria del povero San Valentino, al quale non non riuscirono a salvare la vita.

SalvareKristina Gi PhotographyScopri di più su “Kristina Gi Photography”
Kristina Gi Photography

14 febbraio

I significati di questa data sono molteplici: il 14 febbraio, era la data in cui si celebravano la maggior parte dei matrimoni perché il giorno dopo, 15 febbraio, si festeggiava il giorno della fertilità o Lupercalia, dal nome del dio Lupercus. Proprio per questo motivo, in un atto estremo di crudeltà, la decapitazione di San Valentino fu eseguita il 14 di febbraio dell’anno 270 d.C. Per lo stesso triste motivo si è diffuso il termine “perdere la testa” come sinonimo dell’essere innamorati.

SalvareScatti SpontaneiScopri di più su “Scatti Spontanei”
Scatti Spontanei

Una piccola riflessione

San Valentino è il 14 di febbraio, ma l’anno è così lungo che sarebbe riduttivo dedicare solo un giorno alla celebrazione dell’amore. Dato che ogni rapporto è differente, tutte le coppie devono impegnarsi a tenere viva la fiamma dell’amore se non vogliono cadere nella routine, e devono farlo ogni giorno, non solo a San Valentino!

SalvareIl Baccello di VanigliaScopri di più su “Il Baccello di Vaniglia”
Il Baccello di Vaniglia

Ora che conosci la vera storia di San Valentino, omaggiare questo eroe dell’amore assumerà un significato più concreto; se non avete idea di come festeggiare noi di Zankyou vi suggeriamo alcune attività originali da fare in coppia!

Seleziona i fornitori che desideri contattare

Moreno Belloni Fotografia e video
Michele Grillo foto&film Fotografia e video
Morlotti Studio Bari Fotografia e video
Kristina Gi Photography Fotografia e video