Coronavirus e matrimoni: gli effetti del virus sul settore wedding

Coronavirus e matrimoni: gli effetti del virus sul settore wedding

Ti sposi e sei preoccupato per il coronavirus? Sei un fornitore di matrimoni e non sai se se il virus avrà effetti sulla tua attività? In Zankyou vogliamo aiutarti a risolvere i tuoi dubbi e consigliarti cosa dovresti fare.

Coronavirus e matrimoni: gli effetti del virus sul settore wedding
Foto: Shutterstock
  • Organizzare il matrimonio
  • Consigli

Il Coronavirus è la parola del momento, purtroppo. Noi di Zankyou vogliamo cerare di spiegarvi quale sono gli effetti del Covid-19 sul settore wedding. Ma prima esaminiamo ciò che sta accadendo a livello globale, seguendo le informazioni del Ministero della Salute. Da quando è stato isolato per la prima volta nel dicembre 2019 nella regione di Wuhan (Cina), il Covid-19 è riuscito in soli tre mesi a mettere in guardia il mondo intero. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato la situazione di emergenza internazionale e la rapida espansione del virus, ha indotto i Governi di tutto il mondo a prendere misure per cercare di fermare la diffusione, essendo più o meno drastiche a seconda del luogo e dei casi di contagio in ciascun paese.

Sintomi e trasmissione del Coronavirus

I sintomi sono simili a quelli di un’influenza comune: febbre, affaticamento, tosse secca e in molti casi difficoltà respiratorie. I sintomi variano a seconda della persona, in alcuni casi sono lievi e in altri casi colpiscono in modo più grave, in particolare le persone anziane o immunodepressi, che hanno malattie croniche o condizioni polmonari delicate.

Il coronavirus è un virus che si trasmette per via aerea attraverso le goccioline che si producono quando si tossisce, si starnutisce o si parla. Può anche essere trasmesso dal contatto umano o da oggetti contaminati.

Trattamento e come prevenirlo

Non esiste ancora alcun trattamento, sebbene vengano utilizzati alcuni antivirali che hanno dimostrato una certa efficacia in studi recenti.  Nel frattempo, questo è ciò che possiamo fare per proteggerci dal coronavirus:

  • Lavati spesso le mani.
  • Quando tossisci o starnutisci, copri bocca e naso con il gomito piegato.
  • Evita di toccarti gli occhi, il naso e la bocca, poiché le mani ne facilitano la trasmissione.
  • Se si hanno sintomi respiratori, evitare il contatto ravvicinato con altre persone.
  • La popolazione sana NON ha bisogno di usare le maschere, aiuta a prevenire la trasmissione solo se indossata da chi ha la malattia.

Non vuoi perderti le ultime novità per il tuo matrimonio?

Iscriviti alla nostra newsletter

In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici, ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica. Oppure chiama il numero verde regionale.

Salvare
Foto de Polina Tankilevitch

Fattori che miglioreranno la situazione: vaccino coronavirus

L’Agenzia Europea dei Medicinali ha attivato il Piano di Gestione delle Emergenze Sanitarie, che consente di accelerare i processi relativi allo sviluppo clinico, alla valutazione e all’autorizzazione del farmaco per il trattamento del coronavirus. La comunità scientifica, l’industria e le autorità sanitarie di tutto il mondo stanno cercando di ottenere un vaccino per questo virus il prima possibile.

le ultime notizie dal mondo sono speranzose: la società statunitense di biotecnologia Moderna ha annunciato che i primi risultati della sua sperimentazione sul potenziale vaccino per il coronavirus sono stati “positivi”, secondo riporta La Repubblica.

Contesto in Italia

In Italia dal 9 Marzo si è deciso di estendere le misure restrittive a tutta Italia, dichiarando l’intero territorio nazionale “Zona protetta”. Tutti gli spostamenti sono vietati se non per comprovate necessità. 

Dall’11 di Marzo si sono chiuse tutte le attività, bar, commerci e uffici, lasciando aperte solo le farmacie e gli alimentari. Per uscire di casa bisognerà essere in possesso di un certificato, anche se si esce a piedi.

Questa situazione è perdurata fino al 4 Maggio, giorno in cui si sono allentate le misure di distanziamento per poter rivedere i congiunti.

Lunedì 18 maggio sono riprese tutte le attività commerciali e non vi è più l’obbligo di uscire con il certificato per giustificare gli spostamenti. Si possono rivedere gli amici e, con le dovute distanze e precauzioni, come l’uso della mascherina, si possono svolgere la maggioranza delle attività.

Dal 2 Giugno si potrà viaggiare tra regioni e si prevede la riapertura dei voli internazionali.

Che sta succedendo con i matrimoni?

Con l’inizio della quarantena e le nuove misure per prevenire la diffusione del virus, sia le coppie che i fornitori sono state vittime di un forte impatto sull’organizzazione e la pianificazione degli eventi in tutto il mondo.

Secondo lo studio condotto da Zankyou su oltre 400 coppie che si trovavano nella fase finale dell’organizzazione del loro evento e più di 300 fornitori che hanno partecipato al sondaggio, possiamo vedere il panorama di come la pandemia sta influenzando il settore del matrimonio e quali azioni si stanno compiendo per affrontare la crisi.

Decisioni delle coppie di sposi di fronte al COVID-19

Oltre il 97% delle coppie ha deciso di posticipare la data del matrimonio, principalmente tra il quarto trimestre del 2020 e la seconda metà del 2021. Più del 50% delle coppie ha pianificato celebrare il matrimonio tra i mesi di maggio, giugno e agosto del 2021.

L’87,2% delle coppie ha rinviato la data a causa dei timori che i propri ospiti non potessero partecipare a questo momento speciale. Di questa percentuale, il 57,8% delle coppie ha ricevuto agevolazioni e pieno supporto da parte di tutti i fornitori del proprio matrimonio per il cambio di data.

Meno del 3% delle coppie ha deciso di annullare la celebrazione, a causa della preoccupazione per la mancanza di assistenza e pressione a causa del rischio per la propria famiglia e / o amici.

Ci sono anche stati casi di sposi che, nonostante tutto, hanno deciso di sposarsi ugualmente, da soli, con le mascherine, virtualmente, o in compagnia di pochi familiari, dando vita a singolari celebrazioni. Abbiamo recopilato le più suggestive in un post sui matrimoni ai tempi del coronavirus.

Salvare
Foto de cottonbro

Comportamento dei fornitori per affrontare l’emergenza COVID- 19

Il  63,6 dei fornitori dichiara che ha un piano alternativo per affrontare un possibile rinvio delle nozze. L’87% dei fornitori afferma di poter offrire servizi ed agevolazioni per modificare la data.

Le aziende più colpite sono quelle che offrono un servizio con prodotti deperibili, essendo quelle che sono più preoccupate per un calo del loro reddito derivante da eventi, la stragrande maggioranza sono banchetti e decorazioni floreali, poiché molti avevano già investito nell’acquisto o nella produzione della materia prima necessaria per le celebrazioni che si terranno nel secondo trimestre del 2020.

Adattamento alla “nuova normalità”

Oltre il 90% delle aziende ha creato nuove strategie per adattare il proprio servizio a un modello online, alcune delle quali offrono alternative per avere una perdita inferiore, tra cui:

  • Catering: catering a casa con cibo, bevande, biancheria da tavola e posate speciali e con le misure di sicurezza richieste finora.
  • Wedding planners: seminari online per sposi e fornitori per affrontare la crisi e le tendenze per creare il matrimonio dei tuoi sogni.
  • Floral designers e fioristi: hanno aumentato le loro offerte e il servizio di consegna a domicilio nella speranza di dare un po ‘di colore e vita a questa quarantena..
  • DJ e musica dal vivo: troviamo video dal vivo che aiutano a divertire e farti divertire da casa.
  • Truccatori: offrono seminari e tutorial online sia per i fornitori che per le spose.
  • Designer di accessori e abiti da sposa: possiamo trovare esperti che condividono idee per scegliere il look perfetto per le spose.

Coronavirus e matrimonio: conseguenze per fornitori, sposi e invitati.

Salvare
Foto: Shutterstock

Il decreto dell’8 marzo 2020 ha detto stop a cerimonie civili e religiose, a matrimoni e funerali. 

Per frenare una ulteriore diffusione del coronavirus nel Paese, anche la Chiesa si è vista costretta ad adottare misure drastriche.  Quali sono le conseguenze per il nostro settore?

Dal 18 Maggio si possono tornare a celebrare le messe nelle chiese e le celebrazioni, come battesimi e matrimoni, ma rimane il divieto assoluto di assembramento e di realizzare eventi di qualunque tipo.

Fornitori

Il coronavirus sta avendo conseguenze economiche in tutto il mondo, sia per le grandi che per le piccole imprese.

Le perdite economiche sono ingenti e il fatto che non si abbia una data di riapertura e di via libera agli eventi spaventa il settore. Già sono partite varie petizione al governo per richiedere interventi urgenti per la filiera dei matrimoni, come per esempio il Gruppo spontaneo Italian Wedding Industry, che ha già raccolto oltre 4000 firme, coinvolgendo anche prestigiosi brand italiani, leader mondiali, di abiti da sposa, sposo e cerimonia, fino a tutti gli operatori della filiera matrimonio, e continua a muovere istanze per  far sì che il comparto riceva la dovuta attenzione da parte del Governo nazionale, dopo l’annullamento, ad oggi, di oltre 17 mila matrimoni in tutta l’Italia. O la Federmep, associazione di categoria che ha come obiettivo quello di rappresentare e riunire sotto un’unica sigla gli oltre 50.000 operatori di una filiera di aziende interamente italiana.

Due iniziative che hanno come scopo quello di far sentire la voce di un settore molto colpito, nel quale lavorano quasi un milione di persone e che muove 40 miliardi di fatturato all’anno.

Da Zankyou, vogliamo però trasmettere un messaggio di speranza e ottimismo. Le spose continuano a cercare ispirazione per organizzare il proprio matrimonio e non appena la crisi sarà passata, la gente tornerà a sposarsi con più voglia ed entusiasmo di prima. Non siate allarmisti. Cercate di trasformare questa situazione in un’opportunità. Molte spose saranno costrette a ripianificare il loro matrimonio al prossimo anno o in autunno. È il momento per stargli vicino e dare possibili date di back-up, magari vi ritroverete il calendario del 2021 tutto pieno! Calma e visione di Businees possono essere un buon alleato in questo momento così difficile. Quello che potete fare ora è cercare di stare vicino agli sposi, chiamateli, mandategli email, fategli sentire che ci siete e che siete disposti ad aiutarli. La parola d’ordine in questi casi è flessibilità, cercate di essere flessibili, nei limiti del possibile ovviamente, offrendo nuove date, per esempio, o rivedendo qualche clausula del contratto…Le spose hanno bisogno di voi!

Sposi

Per ora non possono celebrarsi matrimoni nel nostro Paese, ma ciò non significa che quest’estate non possiate celebrare il matrimonio in tutta tranquillità. Si prega di controllare regolarmente gli aggiornamenti delle autorità sanitarie pubbliche e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per informazioni aggiornate. Nei casi in cui preferiate rimandare il vostro matrimonio di qualche mese, parlate con i vostri fornitori o con il vostro wedding planner, e sicuramente vi daranno soluzioni rapide ed efficaci.

Consigliamo vivamente a ciascuna coppia di considerare attentamente le proprie circostanze personali.

Non fatevi prendere dal panico. Certo, più facile a dirsi che a farsi. Questa situazione è frustrante e probabilmente triste per molti. peò cerca di mantenere la calma, perchè purtroppo non dipende da te e sicuramente tutti i fornitori cercheranno di aiutarti.

Prima di prendere una decisione considera la tua situazione personale. Ancora una volta, i matrimoni sono tutti diversi. La cronologia, la logistica, i contratti con i fornitori e la pianificazione generale non coincidono con quelli degli altri. Cercate di non prendere decisioni affrettate. Ad esempio, se il tuo matrimonio è programmato per ottobre, potresti prendere in considerazione un piano d’azione diverso rispetto a una coppia il cui matrimonio è previsto per la primavera o l’estate.

Nel caso in cui decidi di non annullare il tuo matrimonio, è importante essere consapevoli di ciò che può significare per la tua giornata. Tieni presente che potresti avere un elenco di ospiti più piccolo, poiché gli ospiti più anziani o quelli che vivono lontano potrebbero non sentirsi a proprio agio nel viaggiare, o che potresti essere costretta a cambiare il giorno del matrimonio e magari sposarti un venerdì.

Se devi annullare o riprogrammare, tieni presente che potresti non ricevere un rimborso completo. Dipende dai fornitori e dai contratti firmati.  È importante essere consapevoli del fatto che potrebbero esserci degli inconvenienti.

Sviluppa un piano di backup. In questo momento, potresti aver bisogno di un piano di backup. Puoi cancellare? Puoi rimandare? I tuoi fornitori possono posticipare i loro servizi?  Ancora una volta, dipende tutto dalla tua situazione personale.

Riguardo alla luna di miele, è meglio informarsi attraverso gli organi ufficiali o la tua agenzia di viaggi, che ti dirà se c’è qualche pericolo e quali misure adottare in caso di rinvio del viaggio.

Invitati

Se ti hanno invitato a un matrimonio, mettiti in contatto con gli sposi, che sicuramente sapranno darti tutte le informazioni di vui hai bisogno o ti comunicheranno la nuova data del matrimonio. 

Come possiamo aiutarti

Da Zankyou, con l’aiuto di esperti del settore e tramite l’account Instagram @Zankyou_matrimonio, il nostro profilo facebook @zankyouitalia e il nostro Magazine offriamo trasmissioni in diretta, consigli, notizie d’attualità sul matrimonio, ultime tendenze e tanto altro, con cui speriamo di fornire supporto ai professionisti del settore e alle coppie che sono state colpite dalla crisi del coronavirus.

Mettiti in contatto con noi per avere maggiori informazioni 

Capiamo davvero quanto deve essere difficile. La tua tranquillità è la nostra massima priorità e vogliamo supportarti in ogni modo possibile. Sia che tu sia un fornitore, una sposa o un invitato, desideriamo aiutarti a risolvere tutti i tuoi dubbi. A tale scopo abbiamo creato una mail in cui cercheremo di rispondere a tutti i tuoi quesiti riguardo gli effetti del Coronavirs sul settore wedding. Saremo felici di risponderti: covid19@zankyou.com. Puoi anche lasciarci un commento in questo articolo se preferisci.

Ci piacerebbe sapere come stai vivendo questo momento, per questo abbiamo creato due brevi questionari, a seconda se sei Sposa o Fornitore.

Aiutaci a conoscere il tuo punto di vista e come possiamo aiutarti!