IT Login
IT

Come organizzare l’addio al nubilato più cool dell’anno: 5 idee TOP!

Fotografi Matrimonio Milano Click & ChicScopri di più su “Fotografi Matrimonio Milano Click & Chic”
Fotografi Matrimonio Milano Click & Chic

La tua migliore amica, o tua sorella, fra poco si sposa! Tu, emozionata come non mai, sarai la sua testimone, le sei stata accanto da quando ha ricevuto la proposta di matrimonio (sei stata la prima a saperlo!) e sarai al suo fianco fino all’altare. È un ruolo importante, che ti riempie di gioia, ma che comporta anche alcune responsabilità. Hai già deciso cosa indossare perché non vedevi l’ora di comprare quell’abito, per un’occasione speciale, o sei ancora indecisa? In ogni caso, qui trovi tutti i nostri consigli di moda e stile, ma ricordati che è la sposa l’unica e sola protagonista del giorno e non devi in nessun modo rischiare di rubarle la scena (sarai in primo piano durante la cerimonia, firmerai il registro… sarai, quindi, presente in molte foto e non passerai inosservata!). Per scegliere l’outfit perfetto e per imparare tutte le regole della perfetta invitata (a maggior ragione se testimone), puoi consultare qui il manuale che abbiamo creato ad hoc per te!

Framelines Wedding PhotographerScopri di più su “Framelines Wedding Photographer”
Framelines Wedding Photographer

Ora che tu sei pronta, chiedi alla futura sposa se lo è anche lei: ha già organizzato tutti gli aspetti del suo matrimonio? Beh, puoi sicuramente aiutarla facendo un bel recap con lei: ha tutto o manca qualcosa? Ci sono cose, infatti, che tante spose dimenticano, ma è per questo che esistono le amiche o le sorelle, no? Ed è per questo che esistiamo noi di Zankyou, con il nostro magazine: possiamo aiutarvi, con i nostri consigli, per abito, location & catering, inviti e partecipazioni, lista nozze, bomboniere, fiori… Ma anche tu hai qualcosa di davvero importante da fare: è ora che inizi, infatti, a dedicarti all’organizzazione dell’addio al nubilato! Non è mai troppo tardi per pensare a un evento davvero speciale, una giornata di divertimento e svago dedicata alla futura sposa, da condividere con tutte le amiche. Non è mai troppo tardi perchè ti accorgerai che non è assolutamente semplice organizzare questo tipo di evento: bisogna mettere d’accordo tante persone (magari non tutte si conoscono), ognuna con esigenze diverse, di tempo, di budget, gusti diversi… magari ognuna con la voglia di proporre (e imporre) la sua idea. ALT! Segui i nostri consigli e puoi stare tranquilla, l’addio al nubilato per la “tua” futura sposa sarà semplicemente… il più cool dell’anno! Sarà un giorno da ricordare per sempre e per far sì che il ricordo sia più che positivo, sarà importante sorprendere la futura sposa, permetterle di rilassarsi ma anche di divertirsi, in modo da dimenticare per un giorno le fatiche dell’organizzazione. Della serie: se è l’antisportiva per antonomasia, non portatela a fare rafting o paracadutismo (ma se, invece, volete proprio fare rafting, leggete qui) e non pensate che per farla divertire serva per forza uno spogliarello, soprattutto se sapete che non ha senso dell’umorismo lasciate perdere, potete fare di meglio, decisamente…

Daniele Vertelli PhotographerScopri di più su “Daniele Vertelli Photographer”
Daniele Vertelli Photographer

L’importante è pensare a lei, a cosa le piace, a cosa la fa sentire bene e poi seguire i consigli dei nostri esperti per un pizzico di originalità e ispirazione! Il primo consiglio (quasi una regola, direi) di Lucia, Wedding & Party Planner di Confetti a Colazione? “L’addio al nubilato è sempre un tema delicato per la sposa. La prima regola è: farla felice! Soprattutto se le amiche coinvolte sono in tante, bando a protagonismi e idee bizzarre che potrebbero non piacere alla festeggiata, concentratevi sui suoi desideri e cercate di creare un momento di festa secondo i suoi gusti (non i vostri!). Magari tastate il terreno insieme al futuro marito per scoprire cosa le piacerebbe fare e per individuare con lui anche una data per la giornata (gli sposi potrebbero avere appuntamenti già fissati da tempo, prova menù, prova abiti, incontro con fornitori…)“. Per Elisa Cornelli, collaboratrice di Panorama Sposi, web magazine sul mondo del Wedding “essere se stesse è sempre una buona linea guida da seguire, e soprattutto divertirsi insieme alle amiche più care! Via libera, quindi, alle sorprese, agli scherzi, alle location particolari e insolite, ma sempre tenendo a mente i gusti personali della sposa e delle sue amiche, evitando, inoltre, la volgarità eccessiva: qualche piccolo gadget e qualche frase simpatica saranno accettate di buon grado, ma mai superare il sottile limite che porta alla volgarità“.

1. Beauty & pigiama party!

Daniele Vertelli PhotographerScopri di più su “Daniele Vertelli Photographer”
Daniele Vertelli Photographer

Per qualsiasi donna i trattamenti di bellezza sono un appuntamento sempre molto gradito… per una sposa, poi, sentirsi bella è ancora più importante (consigliale questo articolo!). Cosa c’è di meglio, allora, di una festa in cui la bellezza sia protagonista: trattamenti estetici (magari a domicilio), glitter, trucchi, risate e qualche bicchiere di spumante per rendere tutto più frizzante? Pulizia del viso, trattamenti corpo, massaggi, manicure, pedicure… chi più ne ha più ne metta! Un’idea originale? Il Fru Fru Van: “Il Fru Frù Van - racconta la sua ideatrice, Ilaria Dognini - è un nuovo concetto di bellezza e di benessere, in una vita frenetica in cui il tempo da dedicare a se stessi è sempre striminzito. L’idea che vogliamo comunicare è che anche il beauty trova la sua evoluzione 3.0: le cose cambiano e per coccolarsi e volersi bene non servono lunghe ore, bastano 5 minuti, se il contesto è quello delizioso e rilassante di un Van che viene a trovarti proprio dove sei tu!”. Puoi organizzare un pomeriggio a bordo del Fru Fru Van, tra chiacchiere e sessioni di trucco e smalto per tutte le amiche della sposa.

Fru Fru Van – foto via facebook.com/frufruvan
Fru Fru Van – foto via facebook.com/frufruvan

Anche una giornata alla Terme o in una SPA (soprattutto d’inverno), in un’atmosfera silenziosa, fra profumi e luci soffuse, sarà perfetta, sopratutto se la sposa non ha, di solito, molto tempo da dedicare a se stessa: una giornata di coccole che renderà la sua pelle liscia, luminosa, morbida, a prova di matrimonio, insomma!

Luca Prioris FotografiaScopri di più su “Luca Prioris Fotografia”
Luca Prioris Fotografia

E poi, visto che una volta pulite, profumate, massaggiate, rilassate non avrete la forza di fare altro (tipo infilarvi il tacco 12 e andare a ballare in discoteca), via libera al più classico dei pigiama party! Una maratona di film romantici o divertenti (quelli che vi piacciono di più) o della vostra serie preferita (tipo Sex & The City o Friends… almeno, io sceglierei una di queste), hamburger o pizza, patatine, pop corn e caramelle, pettegolezzi, confidenze intime e scherzi, proprio come ai tempi della scuola!

2. Ragazze in giro per la città!  

Fototwins di Lorenzi MarcoScopri di più su “Fototwins di Lorenzi Marco”
Fototwins di Lorenzi Marco

Perché no? Un viaggio, un week end in una capitale europea (con un volo low cost per non far lievitare il budget) o in una città italiana è un’idea che riscuote sempre successo, soprattutto se la futura sposa ama la cultura, l’arte, il mangiare e bere bene. I miei consigli se opti per questa soluzione?

  • 1. Scegli la destinazione sulla base delle attrattive che offre: un concerto a cui tiene, una mostra che vuole assolutamente vedere, un percorso naturalistico o eno-gastronomico (che abbondano nel nostro Bel Paese!)
  • 2. Non darle in alcun caso indicazioni sulla destinazione o su cosa farete nel dettaglio, scoprirà tutto al momento opportuno.
  • 3. Chiedile di preparare una piccola valigia, magari consegnandole una lista delle cose da portare, senza essere troppo cattiva, mi raccomando: ok a qualche scherzetto e a indicazioni che la portino fuori strada (ad esempio, se andate al mare, chiedile di portare anche un paio di moonboot), ma se prevedi di farla camminare molto, consigliale un paio di scarpe comode, non solo tacchi!
  • 4. Prevedi per tutte una maglietta personalizzata, vi aiuterà ad essere riconoscibili – ed è anche un modo per agevolare gli incontri con altri gruppi – e vi farà sentire un team davvero speciale. Puoi prevedere anche altri gadget divertenti, ad esempio dei Tattoo personalizzati con un disegno o una scritta significativi per voi (qui, al punto 3 trovi le info su quelli delle ragazze di Titoo for You)
Magliette personalizzate
  • 5. Rapiscila, magari con la complicità del futuro marito, di una sorella o della mamma che ti aiutino a “recapitarla” al posto giusto all’ora X!
  • 6. Non dimenticare, nell’itinerario, soste rilassanti in spiaggia o al parco o in un bar carino per rifocillarsi, tempi adeguati per lo shopping, per riposarsi e per stare insieme semplicemente a fare quattro chiacchiere: non deve essere un tour de force!
  • 7. Un’idea molto carina, secondo me (e io l’ho messa in pratica per il mio addio al nubilato che si è svolto a Ibiza, con 11 amiche), è quella di prevedere un quadernetto che diventi il vostro “diario di viaggio”, su cui annotare cosa succede ogni giorno, quello che fate, le frasi sciocche che direte… ovviamente da conservare, al rientro, al riparo da occhi indiscreti! Un’idea originale? Potrete rivolgervi a Maura Bonelli, la Love Story Teller, e chiederle di trasformare i vostri appunti di viaggio in un vero e proprio libro!
Love Story Teller – foto via facebook.com/LoveStoryTeller80

Un’idea in più? Perché non organizzare una caccia al tesoro per la città? Un modo diverso per scoprire luoghi che magari conoscete già (la gita fuoriporta può anche essere organizzata vicino a casa!). Io ho utilizzato un paio di volte questo libro, WHAIWHAI – storie che cambiano il modo di viaggiare: c’è un mistero da risolvere, sul libro si legge la storia e alcuni dettagli utili per rispondere alla domande e ricevere, via SMS, gli indizi per porseguire nel percorso. Ma ovviamente, con la vostra fantasia o con l’aiuto di una Party & Wedding Planner professionista, potrete organizzare una caccia al tesoro personalizzata!

3. Chef & Modelle per qualche ora

Pois Gras – foto via facebook.com/PoisGras

La cucina è per molti una passione e se la futura sposa è un’aspirante cuoca o pasticcera, perché non organizzarle un corso di cucina? Ce ne sono tanti, di tutti i tipi (se ad esempio decidi per un viaggio, potresti cercare un corso di cucina tipica del luogo), ma quelli che organizza Paola Saia, con il suo brand Pois Gras, sono piccoli eventi bizzarri dal sapore vintage: “Fra i miei pacchetti per l’addio al nubilato, ho ideato alcuni format che prevedono un workshop di cucina, in collaborazione con Irma la Dolce, Cake Designer specializzata in Vintage, e Kitchen Stories, laboratorio di Social Eating (di cui ho già parlato qui): Fifties Bon Ton cupcake edition, toni pastello un pò shabby e decorazione di cupcakes da abbinare al proprio outfit e al make up rigorosamente anni ’50 e Desperate Housewives Apple Pie Edition, abiti rockabilly, toni accesi e gonne a ruota, per interpretare le elegantissime casalinghe anni ’50 indaffarante nella preparazione di una apple pie americana. Le partecipanti, quindi, giocano con mattarello, farina e strumenti di pasticceria durante una divertentissima sessione fotografica“. Paola, infatti, è anche una fotografa e make up artist e gli originali format che propone per l’addio al nubilato prevedono sempre una sessione fotografica, con trucco e parrucco adeguato allo stile definito (anni ’60 per Chez Tiffany, anni ’50 per Rockabellas o anni ’30 per il Grande Gatsby), la possibilità di affittare abiti su misura e accessori d’epoca per immergersi in un’atmosfera divertente e insolita.

Pois Gras – foto via facebook.com/PoisGras

Anche Tuba – Agenzia dei desideri, organizza a Roma addii al nubilato a tema, con shooting fotografico o video. Io qualche tempo fa ho partecipato a un coloratissimo pic nic in un parco in stile anni ’50 (mi trovi nelle foto!): “se alle ragazze piace l’idea del pic, pensiamo a tutto noi – mi racconta Barbara, una delle ideatrici di questo servizio non convenzionale – si devono solo vestire, magari seguendo il tema prescelto e farsi trovare nel luogo indicato: noi portiamo il cibo, l’allestimento, gli hula hoop e un fotografo professionista per il ricordo di un addio non convenzionale” (se vuoi saperne di più su quelli che definiamo matrimoni non convenzionali, puoi leggere questo articolo, di un pò di tempo fa, ma sempre attuale!). E oltre alle foto si può avere anche il videoclip!

Tuba – Agenzia dei desideri
Tuba – Agenzia dei desideri

L’idea di offrire questo tipo di servizio nasce, probabilmente, dalla constatazione del fatto che l’organizzazione dell’addio al nubilato è sempre più “di moda”: una festa con la futura sposa e le sue amiche è un rito quasi d’obbligo e affidarsi a esperte del settore potrebbe risolvere molti problemi e semplificare un’operazione che spesso non è semplice per nulla (qui vi presentiamo anche le esperte di Hen Party)! E poi, come dice Barbara, “diciamolo, alle feste dell’addio al nubilato ci facciamo delle foto vergognose, che dovrebbero essere censurate… Invece, l’addio al nubilato è un’occasione unica, in cui tutte le amiche della nostra poliedrica futura sposa si incontrano: la cugina che vive in America, le colleghe dei suoi ultimi cinque lavori precari, la rediviva amica d’infanzia, la neomamma con le ore contate, la localara nottambula, tutte riunite nello stesso consesso. E avere come ricordo delle bellissime foto professionali farà sicuramente la differenza“. Il tema lo scegli tu, sulla base dei vostri gusti, magari anche del tema del matrimonio stesso! Puoi decidere se arrivare già “acconciata” o richiedere anche questo servizio, non devi occuparti del cibo, delle bevande… nulla, solo di portare il tuo sorriso migliore! Per chi avesse voglia di calarsi nell’atmosfera retrò degli anni ’30, ’40 e ’50, ad esempio, l’Agenzia dei Desideri propone un’esperienza di trucco e parrucco, guidata dalla Performer Miss Vampfire: “Miss Vampfire truccherà e acconcerà la sposa e mentre le sue mani saranno occupate a trasformarla in una perfetta pin up o nella diva hollywoodiana dei suoi sogni, Miss Vampfire vi guiderà nel realizzare su voi stesse quel che lei sta facendo per la sposa“.

5. Un tocco di… piccante!

Marco Odorino StudioScopri di più su “Marco Odorino Studio”
Marco Odorino Studio

Scommetto che ci sono molte cose che vorresti sapere sui sex toys ma che non hai mai osato chiedere. E così come te, anche le altre partecipanti all’addio al nubilato hanno curiosità piccanti. E immagino che l’arte della seduzione eserciti su di te (sopratutto se sei ancora single) un fascino particolare. E che la futura sposa vorrebbe imparare a sfoderare il suo appeal, magari proprio in vista della prima notte di nozze. E allora, il format che fa per voi è uno a scelta fra questi che propone Tuba – Agenzia dei Desideri: presentazione di sex toys o workshop di Burlesque. Mi racconta Barbara che “durante la presentazione di sex toys a domicilio, accompagnata da un aperitivo, le ragazze hanno la possibilità di conoscere e scoprire il fantastico mondo dei giocattoli erotici per le donne e per la coppia, in un intimo incontro tra amiche. Questo tipo di incontri crea una situazione complice e divertente per cui diventa facile fare domande, conoscere la gamma dei giocattoli, capire come funzionano e a cosa servono. Durante la presentazione si può toccare, sentire, odorare, ridere. Noi cercheremo di rispondere ai vostri dubbi e vi racconteremo aneddoti e curiosità“. Se optate per un pomeriggio all’insegna dell’arte della seduzione, invece, “dimenticatevi gli spogliarelli maschili, imparerete l’arte, per metterla da parte o, meglio ancora, in pratica con chi desiderate di più: vi proponiamo un mini corso di Burlesque, in cui Miss Vampfire vi svelerà come spogliarvi in maniera spumeggiante, ironica e sexy“.

*******************************

Ultimo consiglio? Quello della vecchia zia: state attente, perchè ci sono alcune cose da non fare assolutamente, per non rovinarsi la festa, per non rovinarla, soprattutto alla sposa e c’è anche un galateo. Una regola su tutte? “Quello che succede all’addio al nubilato, rimane all’addio al nubilato“, come mi ha suggerito Elisa Cornelli, collaboratrice di Panorama Sposi! Per il resto – continua Elisa “se vedi che la futura sposa, in modalità bridezilla, cerca di prendere il sopravvento nell’organizzazione del suo addio al nubilato, ricordale che è vero che la sposa decide, è la protagonista e i suoi gusti regneranno sovrani, ma un buon addio al nubilato riesce se tutte le partecipanti si divertono e si sentono a loro agio, se insieme condividono un momento speciale di cui parlare negli anni a venire“. E poi, diciamocelo, questo è il tuo momento, sei tu che devi organizzare tutto, lei può stare tranquilla e godersi il fatto che qualcuno si sta prendendo cura di lei.

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni