IT Login
IT

Quanto costa un servizio fotografico a Roma? 4 aspetti da considerare

Qualche mese fa abbiamo pubblicato uno speciale su quali sono le città più care d’Italia dove sposarsi (se te lo sei perso, clicca qui); ne è emerso che la Capitale batteva tutte, seguita a ruota da Milano e Genova. Non vi nascondo che l’articolo abbia sollevato non pochi commenti da parte degli addetti ai lavori, alcuni concordi altri meno. Questo ci ha fatto riflettere sull’importanza legata al budget a disposizone degli sposi alle prese con l’organizzazione del loro Big Day, come confermato dal successo dello speciale legato a quanto costa in media affidarsi a un wedding planner. Per questo abbiamo deciso di tornare sul delicato tema legato ai costi di un matrimonio, dando la parola ad alcuni dei migliori professionisti d’Italia.

Simone RossiScopri di più su “Simone Rossi”
Simone Rossi

L’obiettivo del nostro magazine è infatti fornire a coppie di future sposi di tutto il mondo gli strumenti per organizzare il matrimonio che hanno sempre sognato, attraverso un sito gratuito che gli permetta di condividere le informazioni con i loro cari (clicca qui e fai una prova anche tu se stai per sposarti!), una directory tramite cui contattare senza impegno i migliori professionisti in circolazione, ma anche dritte e consigli di chi ha fatto della passione per i fiori d’arancio la propria professione. E come abbiamo ripetuto più volte, ci sono delle voci su cui è bene non risparmiare: a festeggiamenti conclusi, l’unica cosa che porterete sempre con voi sono i ricordi di una giornata tanto speciale. La possibilità di rivivere quei momenti vi potrà essere assicurata solo dallo scatto magico di un vero fotografo professionista, che con entusiasmo, sensibilità e precisione tecnica saprà essere sempre presente durante l’evento senza che la sua presenza risulti ingombrante. Abbiamo già analizzato come scegliere il fotografo nuziale che faccia più al caso vostro, ed oggi vorremmo analizzare con alcuni dei più rinomati fotografi per matrimoni di Roma come districarsi nel panorama legato al budget da stanziare.

1. Professionisti VS Amateur

“Innanzitutto dovremmo distinguere tra i fotografi professionali, dagli “amatori” o da chi occasionalmente si improvvisa tale – esordisce Andrea di Cienzo (visita il sito), rafforzando quindi la nostra teoria che dire un gentile No grazie ad amici che si offrono di aiutarci con i preparativi è cosa buona e giusta (scopri come farlo senza offendere nessuno qui.

Andrea di Cienzo PhotographyScopri di più su “Andrea di Cienzo Photography”
Andrea di Cienzo Photography

“A Roma,  come del resto in altre parti d’Italia  – continua Andrea – si trova ahimè di tutto e di più, e gli sposi si trovano spesso confusi dinnanzi alla scelta tra professionisti e ‘professionisti’ tra virgolette questo crea confusione tra gli sposi. I professionisti, quelli veri, hanno uno studio, lavorano da molti anni con partita iva, sono acclamati nei loro rispettivi campi, sono iscritti a varie associazioni professionali, sono conosciuti come professionisti su internet per la loro esperienza e professionalità, hanno una preparazione artistico e tecnica sopra la media. Tutti gli altri svolgono professioni di vario genere, esercitano la fotografia solo come passatempo, non hanno uno studio né la partita iva. Insomma, vivono di altro, ma nella stagione matrimoniale fanno anche quel lavoro, che definirei più un hobby redditizio. Per queste ragioni possono permettersi di proporre prezzi assolutamente fuori mercato, creando appunto confusione negli sposi, ed abbassando nel contempo il livello di tutto il settore”.

Andrea di Cienzo PhotographyScopri di più su “Andrea di Cienzo Photography”
Andrea di Cienzo Photography

Parlando di costi della Capitale, quindi? “A mio avviso a Roma per meno di 1000 euro non si dovrebbe pagare per il solo servizio fotografico, album escluso. Naturalmente andranno considerati vari fattori, quali la vera bravura del fotografo, il tipo di servizio, il plus apportato dallo studio, ma anche gli eventuali riconoscimentiattribuitigli. Sono le persone che fanno grande un fotografo in base ai premi vinti; non credo molto a chi dice ‘io sono grande ma non partecipo ai concorsi per mia scelta’. Se uno è bravo, la fama e il pregio lo vanno a cercare, che lo voglia o no”.

2. La bravura, ma non solo

I fattori che incidono sul costo di un fotografo nuziale – prende ora la parola Riccardo di Officine Visuali Wedding Photo & Film (visita il sito) – sono a mio avviso la bravura e l’esperienza del fotografo, accanto alla professionalità mostrata sia prima, che durante e dopo il servizio, calcolando anche i tempi di consegna. Subentrano però altre voci da mettere sulla bilancia, quali la distanza del lavoro commissionato ed i servizi richiesti. Purtroppo và calcolato anche il prezzo di mercato, ossia quello che le fiere, i nuovi fotografi e i non professionisti propongono sul mercato per iniziare o alimentare il loro scarso lavoro”.

Officine Visuali Wedding Photo & FilmScopri di più su “Officine Visuali Wedding Photo & Film”
Officine Visuali Wedding Photo & Film

Riguardo ai costi, Riccardo ci racconta che il costo del servizio fotografico a Roma varia per quanto riguarda il suo studio tra il servizio base che si aggira sui  900€, e che può includere un servizio fotografico a partire dalla casa della sposa fino al taglio della torta finale, compresi ritocco fotografico e consegna in maniera digitale su pen drive, quindi senza album; se invece parliamo di un servizio completo, il costo può raggiungere i 2600 €,  con foto,video, album digitale 30×40 cm e mini-album per genitori, dalla preparazione di entrambi gli sposi fino al taglio torta finale”.

3. Lo staff presente all’evento

Per quanto riguarda il servizio fotografico – prende ora parola Max di Scatti Spontanei (visita il sito) – è complicato omogeneizzare i prezzi dei vari fotografi, in quanto ciascuno offre cose diverse ed in quantità differenti. Fornire quantificazione economiche ‘medie’ agli sposi, normalmente abbastanza spaesati ed alla prima esperienza, può voler significare fissare l’ago della bilancia: un fornitore così costerà di più o di meno della media, un parametro inadatto per la scelta. Nel pieno rispetto del budget a disposizione, ritengo essenziale che sposi scelgano il fotografo ‘giusto’ per loro (per lo stile delle foto, l’organizzazione del lavoro, ecc.), che non necessariamente sarà il più economico o il più caro; di recente ho saputo che una coppia si è pentita di non avermi scelto, avendo voluto risparmiare una cifra irrisoria; mi è dispiaciuto molto, la scelta è irreversibile…”.

Scatti SpontaneiScopri di più su “Scatti Spontanei”
Scatti Spontanei

“Venendo a noi, i fattori per i quali il mio preventivo varia, anche di molto, sono indubbiamente il numero dei fotografi presenti il giorno dell’evento, da 1 a 4, normalmente 2; la durata del servizio fotografico, di solito 3 ore per solo cerimonia e shooting, 10 ore per una giornata tipo o 15 ore per giornata tipo diurna ed il ricevimento serale; il numero dei file da consegnare, spesso 120, ma a volte 200 o addirittura 500. A tutto questo si aggiunge la fase di stampa, con album o fotolibro, minifotolibri, ecc., le cui differenti tipologie possono avere prezzi anche molto diversi. In ogni caso, non amo la parola ‘pacchetto’, il preventivo lo si costruisce assieme. Concorda sulla durata del servizio anche Simone Rossi (visita il sito), che ci spiega quanto il prezzo possa variare se il sevizio va oltre le 12 ore, e se è prevista una trasferta e di quanti giorni.

4. L’importanza della fase post-evento

Alessandro Zingone (visita il sito) sottolinea giustamente come il costo finale di un fotografo nuziale dipenda da fattori molteplici, che includono anche il post-evento; “il nome, l’ubicazione, l’attrezzatura, il sistema di backup, l’assicurazione, le forze in campo impiegate per ogni servizio per tutelare il cliente. A tal proposito – specifica – io non mi reco mai solo perché se la mia automobile o la mia macchina fotografica – o io stesso! – dovessimo smettere di funzionare, il cliente rimarrebbe senza servizio con gravi conseguenze per entrabe le parti; per questo è meglio lavorare minimo in due, sebbene questo comporti un aumento dei costi”.

ZingOne At The WeddingScopri di più su “ZingOne At The Wedding”
ZingOne At The Wedding

“Considerati tutti questi elementi – conclude Aessandro – non credo un servizio professionale possa avere costi molto bassi a Roma; se dovessi lavorare per 900 euro, togliendo le spese per lo studio, la manutenzione dell’apparecchiatura ma anche per tutto ciò che riguarda il post-matrimonio, ovvero l’archiviazione ed i pc, il costo dei collaboratori, le tasse… dovrei fare oltre i 150 matrimoni all’anno! Consideriamo infatti che tra selezione, archiviazione, post-produzione e stampa per ogni matrimonio se ne vanno 3 giorni circa. Personalmente ho abbassato i prezzi per venire incontro alle coppie in questa delicata fase di crisi economica, ma oltre un tetto minimo non potrei mai lavorare”.

Ringraziamo i nostri esperti per il prezioso contributo. Se state organizzando il vostro budget nuziale, non perdetevi i nostri speciali dedicati al tema:

Il risparmio non è mai guadagno…soprattutto in un matrimonio!

Quanto costa sposarsi al giorno d’oggi? La parola alle esperte

Come organizzare un matrimonio economico? Ecco 10 consigli davvero utili

6 punti fondamentali nell’organizzazione di un matrimonio a prova di portafogli

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni