Psicologia di coppia e matrimonio: l'intervista al Dr. Gerry Grassi

Un matrimonio non è soltanto il grande giorno in sé. Non è solo decorazioni, abito da sposa, bomboniere et similia. Alla base c’è un sentimento: l’amore che lega due individui e che li spinge a coronare un sogno e ad intraprendere un cammino di vita insieme. Ma le coppie sono un microcosmo complesso: hanno un proprio “clima”, una propria letteratura, centinaia di sfumature e riflessi.

La coppia è un mix eterogeneo così difficile da comprendere ed analizzare che diventa ancor più complesso quando si appresta a dare il sì. Proprio per questo abbiamo deciso di affrontare il tema psicologia di coppia e matrimonio con uno dei più importanti esperti del settore: una bella chiacchierata con il Dott. Gerry Grassi, psicologo e psicoterapeuta, diventato un volto noto al grande pubblico grazie al programma “Matrimonio a prima vista“. Immergiamoci in un universo fatto di sentimenti, sinapsi, contraddizioni… con qualche suggerimento per i futuri sposi 2018!

1. Dott. Grassi, come è cambiata la “psicologia” delle coppie negli ultimi anni? E quanto influisce su di essa il matrimonio?

Le mutate condizioni economiche e sociali all’inizio del secolo scorso hanno portato allo studio scientifico dei problemi delle famiglie e delle coppie. La ricerca ha dunque focalizzato la sua attenzione sulla sofferenza e sul conflitto. Dunque, nella letteratura sul matrimonio, è stato attribuito un ruolo speciale al conflitto e a tutto ciò che ne deriva all’interno della coppia.  L’esclusiva attenzione al conflitto è diventata, oggi, una visione piuttosto limitante e i recenti sviluppi empirici hanno creato un nuovo clima intellettuale in cui lo studio dei processi trasformativi avrà un ruolo centrale.

Dr. Gerry Grassi Psicologo
Dr. Gerry Grassi Psicologo

Una tela più ampia può dipingere un quadro più ricco del matrimonio. Il perdono, il sacrificio, la dedizione sono alcune delle caratteristiche fondamentali nelle dinamiche matrimoniali o di coppia. Comprendere la natura di questi aspetti può aiutarci a comprendere la remissione della discordia coniugale, sfruttando il potenziale di fornire potenti nuovi metodi per proteggere o migliorare le relazioni coniugali.

2. L’esperimento di “Matrimonio a prima vista” sembra aver funzionato: come se lo spiega?

L’esperienza dello scorso anno ci è servita molto. Come in ogni esperimento che si rispetti si aggiusta il tiro, si prendono in considerazione variabili diverse, aspetti e componenti diverse. Quest’anno abbiamo fatto un grande lavoro di squadra e il risultato è stato oltre le nostre aspettative.  La responsabilità è veramente enorme ed è stata presente in ogni nostra scelta, in ogni minima variabile che abbiamo valutato. Andiamo a stravolgere e cambiare la vita di queste persone e proprio questa consapevolezza ci porta ad essere attenti e precisi nella scelta.  Ogni analisi ogni scelta che abbiamo fatto aveva lo scopo di creare coppie che potessero durare nel tempo e trovare affinità che permettessero di soddisfare le reciproche aspettative. Siamo molto soddisfatti.

Quest’anno tutti i candidati erano consapevoli di quello che li aspettava e riponevano in noi esperti grande fiducia, questo è stato molto determinante. Abbiamo scelto persone motivate, con una grande voglia di condividere la propria quotidianità con una persona giusta per loro. Alcuni criteri di abbinamento meriterebbero di essere spiegati in modo molto più articolato ma probabilmente è anche giusto che come ogni esperimento ci sia un margine di elementi che risultano essere fuori dal nostro controllo e che possano essere semplicemente osservati per come si presentano.

3. E qual è, invece, il problema di base dei matrimoni che NON funzionano?

Le relazioni romantiche sono importanti per la nostra felicità e il nostro benessere.  Tuttavia, un’alta percentuale dei nuovi matrimoni si concludono nel divorzio, è chiaro, dunque, che le relazioni non sono sempre facili. Fortunatamente, ci sono accorgimenti che possono essere adottati per mantenere vivo il rapporto: la comunicazione è un elemento chiave in una relazione sana. Cercate di trascorrere ogni giorno qualche minuto discutendo e confrontandoci sugli argomenti più profondi o più personali che ci preoccupano permette di mantenere una maggiore connessione con il partner nel lungo periodo. Tenere dentro preoccupazioni o problemi può generare risentimento.

I ricercatori hanno scoperto che lo stile di comunicazione è più importante dei livelli di impegno, dei tratti di personalità o degli eventi di vita stressanti nel prevedere se la coppia sposata continuerà felicemente il suo matrimonio o arriverà al divorzio. I disaccordi fanno parte di ogni tipo di relazione, ma alcuni stili di disappunto o scontro sono particolarmente dannosi. Le coppie che usano comportamenti distruttivi per le loro argomentazioni – come gridare, ricorrere a critiche personali o ritirarsi dalla discussione – sono più soggetti alla rottura rispetto alle coppie che si confrontano in modo costruttivo. Esempi di strategie costruttive per risolvere i disaccordi includono il tentativo di scoprire esattamente ciò che il partner prova, ascoltando il suo punto di vista e cercando di capirlo.  Tra i figli, la carriera e gli impegni esterni, può essere difficile rimanere connessi al proprio partner. Tuttavia, ci sono buone ragioni per impegnarsi a mantenere vivo un certo interesse nella coppia.

Molte ricerche hanno rilevato che le coppie che riferiscono ‘noia’ durante il loro settimo anno di matrimonio sono stati meno soddisfatti dei loro rapporti nove anni dopo. Per mantenere vivo ed interessante il rapporto il consiglio è quello di rompere la routine e di provare a sperimentare sempre cose nuove- organizzare una cena in un nuovo ristorante, andare a ballare se solitamente non lo si fa, noleggiare un film mai visto per guardarlo insieme o improvvisare un picnic pomeridiano.  Ogni rapporto ha degli alti e bassi, ma alcuni fattori sono più probabili di altri per creare urti in una relazione. Le spese da sostenere e le decisioni da prendere, in particolare per i figli, spesso creano conflitti ricorrenti e logoranti.

Gianluigi Rava photography & movieRichiedi un preventivo
Gianluigi Rava photography & movie

Un segnale di allarme in una coppia può essere quello di discutere più e più volte sulla stessa problematica e avere versioni completamente opposte del conflitto stesso. In questi casi, la figura dello Psicologo può aiutare la coppia a migliorare la comunicazione ed a trovare modi sani per andare oltre il conflitto.  Non necessariamente dobbiamo aspettare che una relazione mostri i primi segnali di sgretolamento per lavorare al rafforzamento e consolidamento dell’unione. Programmi di istruzione coniugale che possono insegnare abilità come la buona comunicazione, l’ascolto efficace e la gestione dei conflitti hanno dimostrato di ridurre il rischio di divorzio.

4. Un consiglio da esperto alle future coppie di sposini 2018…

Per mantenere una buona relazione non è necessario fare cose straordinarie come la maggior parte delle persone potrebbe pensare, ma semplicemente prestare attenzione alle intenzioni dell’altro. La gratitudine e l’apprezzamento anche nel più piccolo atto che fai per l’altro fa una grande differenza all’interno di una relazione.  La felicità può essere determinata anche ritagliando un piccolo spazio di tempo per per l’altro, anche se ciò comporta solo l’ascolto per un quarto d’ora. Cercare di essere più empatici e sviluppare capacità di ascolto eliminando le cattive abitudini come la critica, il disprezzo e il sarcasmo.  Questi piccoli accorgimenti potranno fare la differenza nella costruzione di una solida e sana relazione di coppia.

Dr. Gerry Grassi Psicologo/Foto: Massimiliano Londi
Dr. Gerry Grassi Psicologo/Foto: Massimiliano Londi

Ringraziamo il gentilissimo Dr Gerry Grassi per questa amplia panoramica sull’universo della coppia e del matrimonio in un contesto sempre più complesso, come quello della realtà 2018. Buona vita a tutti voi futuri sposi…

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Più informazioni circa

Lascia un commento

Non è mai troppo tardi per innamorarsi!Lo dimostra la storia di questa coppia di futuri sposi
Non è mai troppo tardi per innamorarsi!Lo dimostra la storia di questa coppia di futuri sposi
Murphy e Lucinda si sono incontrati a 70 e 67 anni e si sposeranno il prossimo 29 luglio! Scopri tutti i dettagli di questa grande storia d'amore
Le 5 tappe della vita di coppia: le hai vissute tutte anche tu?
Le 5 tappe della vita di coppia: le hai vissute tutte anche tu?
Se hai superato la terza fase puoi essere certo che la tua storia avrà un lieto fine. Pronta a scrivere i capitoli successivi?
Colazione in coppia: 7 modi di iniziare la giornata con il piede giusto
Colazione in coppia: 7 modi di iniziare la giornata con il piede giusto
Perché la colazione è il pasto più importante e goderselo in coppia è uno dei piccoli piaceri della vita.

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Anche la tua attività può comparire su Zankyou!
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni