Come si diventa wedding planner in Italia? Una guida completa alla professione più gettonata del momento

Come si diventa wedding planner in Italia? Una guida completa alla professione più gettonata del momento

Fiori d’arancio, ricevimenti sontuosi, abiti da sogno, emozioni a mille: così è il matrimonio nell’immaginario comune ma cosa si cela dietro alla cerimonia perfetta? Una guida completa alla professione di Wedding Planner

  • Eventi Zankyou
  • Intervista

Fiori d’arancio, ricevimenti sontuosi, abiti da sogno, emozioni a mille: così è il matrimonio nell’immaginario comune ma cosa si cela dietro alla cerimonia perfetta? Un lungo e scrupoloso lavoro organizzativo sempre più spesso affidato a un wedding planner, figura da anni consolidata oltreoceano e ultimamente molto diffusa anche in Italia.

SalvareValeria Santoni - Studio Fotografico SantoniScopri di più su “Valeria Santoni - Studio Fotografico Santoni”
Valeria Santoni – Studio Fotografico Santoni

Affidabilità, capacità di lavorare sotto pressione e una grande, incommensurabile, infinita… pazienza!: sono questi i requisiti per diventare wedding planner secondo Giorgia Fantin Borghi, uno dei volti più noti della categoria in Italia specializzata da anni nell’organizzazione di matrimoni tailor-made, dopo quasi dieci anni in una banca d’affari come responsabile marketing ed eventi. Insieme a conoscenze di natura economico-finanziaria ed artistica, una buona dialettica, la predisposizione a lavorare in gruppo e un’attenzione maniacale per i dettagli. Valentina Boyer di VB Events, laureata in giurisprudenza con alle spalle un anno di esperienza in America e anni come responsabile eventi prima di aprire nel 2007 la sua agenzia specializzata in Destination Weddings, aggiunge alla lista una formazione in gestione degli eventi e la perfetta conoscenza della lingua inglese. “Purtroppo molte ragazze oggi, pensano di diventare wedding planner dopo un breve corso di due giorni e una scarsa conoscenza di altre lingue e culture. Niente di più sbagliato per l’intera categoria professionale che invece, sempre più necessita di competenze professionali specifiche”.

Professionalità VS Improvvisazione

Del resto in Italia non sono richieste qualifiche particolari e il ruolo non è stato formalmente riconosciuto mediante l’iscrizione a un albo, nonostante siano in molti a richiederlo. Attualmente per essere wedding planner in Italia basta aprire la partita IVA e mettersi in gioco, magari dopo aver seguito uno dei tanti corsi in circolazione in organizzazione di eventi. Sempre in agguato il rischio di cadere nel tranello di ‘tuttologi’ e ‘improvvisati’, questi i termini che puntualmente vengono alla luce durante ogni nostro incontro tra professionisti del settore nozze e che infiammano la platea dei nostri ormai mitici Wedding Club Zankyou, di cui l’ultimo – come ricorderete – a Firenze.

SalvareCeleste Studio - creative photographersScopri di più su “Celeste Studio - creative photographers”
Celeste Studio – creative photographers

Ma attenzione! Complici alcuni programmi televisivi, si tende a credere che si tratti di una professione leggera e poco impegnativa, quando è a tutti gli effetti un lavoro molto strutturato e che richiede una formazione costante, oltre a un’innata predisposizione.  “Ho sempre lavorato come libera professionista organizzando eventi aziendali  – racconta la wedding planner di Bergamo Nives Malvestiti – fino al giorno in cui ho deciso di iscrivermi a un corso di wedding di una grande professionista: Anna Frascisco. Duramente il corso ho capito quanto questo lavoro sarebbe stato impegnativo e difficile, ma anche quanto fosse nel mio DNA. Ho intrapreso un percorso formativo, ho venduto la mia attività e ho trasformato la mia grande passione in un lavoro. Non sono mancati momenti di indecisioni e dubbi, ma ogni volta che realizzavo e tutt’ora realizzo un evento mi sento una carica tale che mi motiva ad andare avanti!”.

Mai fermarsi ma… formarsi

La conferma della necessità di una formazione continua arriva anche da Alessandra Giuffra, Wedding Planner dal 2013 quando da vita al suo Brodo di Giuggiole Events & Wedding Planning: “Nonostante la mia lunga esperienza negli eventi, non sono diventata wedding planner dall’oggi al domani; per fare questo lavoro ho studiato e frequentato tutt’ora corsi di specializzazione tenuti da esperti del settore. Per essere sempre al passo coi tempi è necessario mantenersi aggiornati sulle ultime tendenze, essere curiosi e mantenere saldi i propri valori”.

SalvareCelli FotografiScopri di più su “Celli Fotografi”
Celli Fotografi

L’importanza di non improvvisare quella che è a tutti gli effetti una professione viene sottolineata anche da Rita Tavella, wedding planner di Your Wedding in Florence, con un’esperienza ventennale in organizzazione eventi: “è un lavoro bello ma anche delicato, che comporta serietà e attenzione. Essere umili, fare tesoro dell’esperienza acquisita e metterla a disposizione dei clienti. Insomma, grande professionalità, capacità di ascoltare le persone, e tanta tanta voglia di renderle felici”.

Cosa fa un wedding planner?

Non di soli fiori e pizzi si occupa il Wedding Planner che, al contrario provvede a tutti gli aspetti, più o meno romantici, che riguardano il matrimonio. Dalla burocrazia ai documenti, alla selezione dei fornitori con relativa sottoscrizione di contratti, tra partecipazioni, bomboniere, servizio fotografico, trucco, fedi nuziali, acconciatura e vestiti, allestimenti floreali, banchetto e così via, cercando di mantenere l’equilibrio perfetto tra stile e budget, che si traduce poi in un mix vincente tra aspettative (degli sposi) e realtà (del loro portafoglio). Ma soprattutto cerca costantemente ispirazione, si mette in gioco, non lo spaventano anni e anni di gavetta, si rinnova, non teme di lavorare quando gli altri festeggiano: non esistono weekend o festivi né orari, e se piove, sì, è colpa sua (o almeno questa l’accusa!). E ancora, non si tira indietro di fronte a numeri e fatture, dispone di un discreto capitale iniziale, impara a fare spallucce di fronte ai vari ‘Beato te, lavori solo 3 mesi all’anno’, lotta ogni giorno contro i competitor e, non ultimo, sa destreggiarsi tanto tra nozioni di economia come di galateo e buone maniere.

Insomma, tutt’altro che un gioco da ragazzi!

SalvareGiorgia Fantin BorghiScopri di più su “Giorgia Fantin Borghi”
Giorgia Fantin Borghi

“Quello che posso dire a chi vuole intraprendere questa professione – consiglia Patrizia Guazzini dall’alto della sua esperienza di 25 anni nell’organizzazione e progettazione di matrimoni con la sua agenzia Dolphy’s Weddings – è che questo è un lavoro bellissimo ma fatto anche di tante responsabilità, e che richiede costanza, creatività, disponibilità per gli altri, professionalità e passione per la ricerca del dettaglio e delle innovazioni perchè ogni matrimonio è unico e irripetibile”.

Quanto guadagna un wedding planner?

Ma veniamo a un aspetto tutt’altro che secondario: quanto guadagna un wedding planner? Zankyou aveva raccolto varie opinioni qui a tal proposito; fermo restando che non esiste un prezzo standard e che i fattori in base ai quali il costo oscilla sono molteplici, consideriamo che contrattare un wedding planner costra tra 2.000 e 5.000 euro, IVA esclusa per 12 mesi di lavoro. Con circa un anno di anticipo si muovono infatti gli sposi che, affidandosi a un esperto, arrivano a risparmiare oltre il 20% rispetto a un matrimonio fai da te. Quest’ultimo, interessantissimo dato è stato messo a fuoco in seguito a uno studio realizzato dall’Associazione Italiana Wedding Planners, e la spiegazione sta nel fatto che  un professionista ricerca più di un fornitore e confronta prezzi per offrire al cliente il miglior rapporto qualità/prezzo, mentre la sposa – per mancanza di competenze, tempo o anche solo pazienza – non sempre approfondisce la ricerca della soluzione migliore per il proprio Big Day.

SalvarePaolo Ricciardi PhotographyScopri di più su “Paolo Ricciardi Photography”
Paolo Ricciardi Photography

Insomma – parafrasando una nota pubblicità di qualche anno fa –  sposa fai da te? No Wedding planner? Ahi, ahi, ahi!

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Valeria Santoni Fotografia e video
VB Events Wedding planner
Giorgia Fantin Borghi Wedding planner
Your Wedding in Florence Wedding planner
Celli Fotografi Fotografia e video
Paolo Ricciardi Photography Fotografia e video