Viaggio o turismo? Ecco un nuovo trend per lune di miele low cost e 100% local

Foto by Stephanie & Keara via Pinterest
Foto by Stephanie & Keara via Pinterest

Freschi di vacanze, proviamo a soffermarci e riflettere: come vi definireste tra TuristaViaggiatore? I due termini, sono solo in apparenza sinonimi, dato che delineano in realtà due atteggiamenti e due modi di viaggiare completamente agli antipodi. L’annosa questione ha più volte scomodato i travel blogger più in voga, ma la definizione che preferisco rimane quella di Craig Heimburger di TravelVice, che sentenzia: “I turisti si aspettano di trovare la carta igienica – i viaggiatori se la portano da casa”

In sostanza, mentre il turista visita un luogo per trovare quello che si aspetta e per vedere con i propri occhi quanto conosce da cartoline, cataloghi e google immagini, il viaggiatore, al contrario,  parte, scopre, si addentra, esplora e non torna più davvero indietro, dato che un pezzo di sè rimarrà lì e viceversa, l’esperienza fa ormai indissolubilmente parte di lui, per sempre.   “Il viaggiatore si relaziona ai luoghi che visita interagendo con le persone ed esplorando con rispetto nuovi scenari e paesaggi – precisa un’altra influente trottamondo, Anja Mutic di Ever the Nomad-  Nel corso del viaggio, cerca di catturare l’essenza del luogo e di andarsene solo dopo averlo cercato di comprendere almeno un pò. Il turista visita i luoghi per il piacere e il divertimento di una vacanza. Durante il viaggio, il turista cerca l’evasione dalla quotidianità e ritorna a casa con una valanga di foto-ricordo e souvenir”.

Foto by Amazing Around via Pinterest
Foto by Amazing Around via Pinterest

Inutile dire in quale di queste tipologie mi ritrovo maggiormente. E con piacere noto che sempre più numerosi sono quegli sposi che al classico viaggio nell’anonimo resort preferiscono l’avventura della scoperta. Non pensiamo necessariamente a catapultarci dall’altra parte del cosmo, si può essere viaggiatori anche nella bella Italia, pure addirittura nella nostra città qualora decidiamo di vederla con occhi nuovi. Se anche voi state creando sul vostro sito Zankyou le tappe della luna di miele e vi siete resi conto che hotel e residence all inclusive non fanno per voi, perché non valutare i pernottamenti in casa di gente del posto?  Sempre più in voga alcuni portali che permettono di organizzare tutto questo al meglio, in modo comodo, pratico e sicuro. Da citare Scambiocasa.com che consente ai neosposi di prenotare la propria honeymoon a costo zero iscrivendosi alla community ed entrando in contatto con i padroni di casa della meta desiderata.

Foto by Susan Knodle via Pinterest
Foto by Susan Knodle via Pinterest

Un’alternativa economica e divertente, che permetterà ai futuri sposini di scoprire un luogo come una persona del posto. Che ne dite? Vi tenta l’idea?

Più informazioni circa

Commenti (1)

Lascia un commento

Foto via Gian Paolo Zuccarello Couture
Il MUST per 'l'anno che verrà': il romanticismo va in onda su Radio Italia Anni 60 FM 100.5
Terza diretta radiofonica su Radio Italia Anni 60 FM 100.5 per parlare di trend anche se il romanticismo sarà il must intramontabile anche per la prossima stagione bridal.
Foto via Facebook @gcdswear
Il nuovo brand italiano che sta facendo impazzire gli influencers di tutto il mondo
Scoprite il nuovo brand italiano che impazza tra gli influencers di tutto il mondo: Italians do it better!
I trend da non perdere da Sposa Italia 2018: la parola alle wedding planner
I trend da non perdere da Sposa Italia 2018: la parola alle wedding planner
Conclusa Si sposa italia è tempo di bilanci, ecco quali sono le tendenze che più hanno colpito le professioniste del Wedding Planning!

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Anche la tua attività può comparire su Zankyou!
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni