Sposarsi a New York: i consigli dell'esperto

Ecco i passi da seguire! Foto: www.weddingplanneronline.it
Ecco i passi da seguire! Foto: www.weddingplanneronline.it

Sono sempre più numerosi i matrimoni celebrati all’estero: scelta originale (e per molti coraggiosa), gli italiani paiono d’accordo sulla meta preferita per il loro Grande Giorno: New York. Zankyou ha intervistato in esclusiva Davide, responsabile del portale www.matrimonioanewyork.it per sapere come muoversi e quali passi seguire. Lasciamo a lui la parola!

1. “Innanzitutto è necessario informarsi bene prima della partenza, sia sui siti istituzionali (City Clerk, Consolato Italiano, ecc) che su quelli appositamente dedicati al tema, come www.matrimonioanewyork.it, in cui vi vengono fornite indicazioni utili riguardo alle modalità, burocratiche e non, che permettano ad una coppia italiana residente in Italia di  contrarre matrimonio a New York“.

2. “La burocrazia americana è più snella di quella italiana ed un matrimonio celebrato a New York non ha costi più alti di uno in Italia” (escludendo il viaggio ed il soggiorno, che comunque potrete segnalare sulla vostra lista nozze online Zankyou, nella voce “luna di miele”).

3. “La domanda più ricorrente che ci viene posta -continua Davide- è se il matrimonio contratto a New York è valido in Italia. La risposta è sì, l’importante è “registrarlo” presso il consolato italiano (volendo basta spedirlo anche solo per posta)”.

4. “Si consigliamo di soggiornare a New York almeno 6-7 giorni e, possibilmente, pianificare il  matrimonio di Martedì. In questo modo il lunedì mattina procederete alla richiesta di Licenza Matrimoniale, il Martedì vi sposerete e, se sarete bravi e fortunati, potrete anche terminare tutti gli adempimenti burocratici già nella stessa giornata, altrimenti lo farete con calma il giorno dopo. Dopodichè potrete godervi la vostra luna di miele newyorkese, in santa pace, per i rimanenti 3-4 giorni”.

5. “L’opzione più comoda per chi rimane a New York qualche giorno è Manhattan, perfetta per tutti gli spostamenti da effettuare”.

Sposarsi a NY -Foto: www.gruppoitalianoviaggi.it
Sposarsi a NY -Foto: www.gruppoitalianoviaggi.it

6. “Venendo alla parte più burocratica, ottenere il regime di separazione dei beni, per un matrimonio contratto a New York è semplice ed economico (meno di 40$). Basta recarsi (previo appuntamento obbligatorio) al consolato con 2 testimoni ed avere un traduzione professionale del certificato di matrimonio (www.matrimonioanewyork.it fornisce questo servizio). Lo stesso tipo di atto, se registrato presso un notaio italiano, al vostro rientro, vi costerebbe dai 450 agli 800 Euro (a seconda del notaio). Quindi, è bene saperlo, conviene stipulare la separazione dei beni a New York”.

7. “La traduzione del certificato matrimoniale, purchè eseguita in maniera professionale, può anche essere eseguita dagli sposi. Non importa affidarsi ad un traduttore. In ogni caso, prestate molta attenzione a chi affiderete il lavoro di traduzione, dato che purtroppo non tutti i traduttori sono affidabili. Meglio rivolgersi a professionisti in grado di fornire consigli utili su come sposarsi a New York, oltre ad offrire una traduzione super-low cost e tanti informazioni pratiche essenziali”.

8. E gli invitati? “Genitori, amici e parenti potrebbero non prendere troppo bene la scelta di ‘escluderli’! dalle vostre nozze. Quindi, o invitate tutti (a spese loro, ovviamente…!) oppure li rendete partecipi seguendo i nostri consigli di www.matrimonioanewyork.it, che vi aiuta a trasmettere, in diretta web, la vostra cerimonia”. Per quanto riguarda i dettagli della cerimonia, potrete costruire un sito web delle nozze, in cui condividere tutte le informazioni che riterrete opportune per chi sarà al vostro fianco durante il Grande Giorno

9. E una volta rientrati in Italia, cosa bisogna fare? “Al rientro potrete recarvi presso il proprio comune di residenza per informare di aver contratto matrimonio a New York; un passo utile per snellire la pratica. Fino a poco tempo fa, la registrazione del matrimonio in Italia poteva impiegare anche 5-6 mesi di tempo. L’introduzione della posta elettronica certificata (per Legge i Comuni ne debbono essere dotati), ha semplificato e ridotto i termini di invio della documentazione dal Consolato al Comune stesso. In questo modo, i tempi di registrazione in Italia si sono ridotti anche a soli 10 giorni”.

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a visitare il portale www.matrimonioanewyork.it, che vi fornirà utili consigli per usufruire dei più svariati serivizi (Hotel, Noleggio Auto, Aerei, ecc) già provati personalmente dallo staff!

Più informazioni circa

Commenti (4)

Lascia un commento

Sposarsi prima di un'importante operazione chirurgica? Questa bambina lo ha fatto!
Sposarsi prima di un'importante operazione chirurgica? Questa bambina lo ha fatto!
La piccola Sophia Chiappalone è stata la protagonista insieme al suo amico Hunter di una delle migliori sessioni fotografiche mai viste.
Bianco Mediterraneo
Sposarsi di venerdì o di lunedì: ecco 5 buoni motivi
Il vero trend del 2018 è quello di abbandonare il fine settimana, optando per il lunedì e il venerdì. Ma perché? Ve lo sveliamo in esclusiva
Simone Addis
Sposarsi in comune: tutto quello che c'è da sapere sul matrimonio civile
Ecco a voi la guida definitiva al matrimonio civile: grazie all'aiuto dei nostri rinomati esperti, di seguito troverete tutto quello che c'è da sapere per chi ha scelto di sposarsi in comune, dagli aspetti burocratici alla scelta dell'abito, passando per il beauty look della sposa e le decorazioni.

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Anche la tua attività può comparire su Zankyou!
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni