Pubblicità

Qual è il segreto per essere un'invitata trendy senza rubare il protagonismo alla sposa?

Come essere l'invitata perfetta stando ben attenta a non rubare il protagonismo alla sposa? Lo abbiamo chiesto alla redazione di Stylight ed eccovi i suoi consigli!

  • Invitati
  • Invitati

Maggio è ormai arrivato e con la primavera inizia l’alta stagione dei matrimoni e anche gli invitati devono pensare al loro look. Ma come essere l’invitata perfetta stando ben attenta a non rubare il protagonismo alla sposa? Lo abbiamo chiesto alla redazione di Stylight.

SalvareFoto via Latophotography
Foto via Latophotography
Pubblicità

Anche quando siamo invitate ad un matrimonio vogliamo tutte essere le più belle, ammettiamolo. Perchè c’è sempre quell’ex-fidanzato che ci ha mollato in tronco o la cugina invidiosa che controlla ogni nostro outfit. Detto questo, la regola è sempre una: mai esagerare, perché non siete la sposa. In quel giorno è attorno a lei che gira tutto. No, dunque, a cappelli eccentrici se il matrimonio non lo richiede, a scollature (anche sulla schiena) che facciano girare tutti gli invitati e ad acconciature che ricordino molto quelle delle spose, soprattutto con accessori per capelli come fiori e gioielli. Il bianco è un no-go, ma le tonalità del cipria, rosa e azzurro pastello, insieme al pesca sono quelle su cui puntare, se volete vestirvi di chiaro. Vale sempre, poi, la regola della lunghezza dell’abito: non importa se fa caldo, la gonna del vostro abito può essere al massimo appena sopra il ginocchio. Non vorrete che i vostri balli scatenati lascino intravedere qualcosa che non si dovrebbe?!

SalvareSara Lorenzoni
Sara Lorenzoni

Così, dopo aver sbirciato gli outfit delle influencer, non vi resta che seguire questi 5 consigli per un look azzeccato… al 101%.

1. Le scarpe

Partiamo dal presupposto che nessuno debba insegnarvi nulla a riguardo, ma evidenziamo anche alcuni fondamentali. Comodità e armonia rispetto al resto dell’outfit, nessuno le metterebbe in dubbio. Del resto non è nemmeno necessario il tacco, se rischia di diventare una sfilata di tirannosaurus rex, ma prima di arrivare alle infradito puntate su un paio di sandali flat gioiello o magari delle slingback con kitten heels. Ecco i 50 modelli più belli e comodi secondo Zankyou.

Non vuoi perderti le ultime novità per il tuo matrimonio?

Iscriviti alla nostra newsletter

SalvareDuilio Scalici
Duilio Scalici

2. I jeans

No. Ed è la risposta al titolo di questo paragrafo. Vestire casual va bene, il jeans, inteso più genericamente come qualsiasi indumento che presenti una trama denim, non è però adeguato per rispondere ai requisiti di eleganza di un matrimonio. Salvo naturalmente che gli sposi non abbiano chiesto agli invitati di vestirsi da portuali genovesi del 1500.

SalvareElia Vaccaro
Elia Vaccaro

3. L’osè

Nessuno vi toglierà mai la bellezza del vostro corpo, la sinuosità delle forme o qualunque altra cosa possa caratterizzarvi fisicamente. Solo, pensate che sia davvero il caso mettere in mostra l’intera tavola apparecchiata della vostra pelle al matrimonio di vostra cugina? Insomma: evitate capi che lascino vedere più scollatura del necessario, ma anche quei capi trasparenti che lasciano poco spazio all’immaginazione.

SalvareAntonio Sgobba
Antonio Sgobba

4. Il total black

Il nero sfina ed è evidente che si tratti di un colore molto affascinante, ma non è il colore per un matrimonio. Se proprio volete però, gli accessori scuri possono valorizzare particolari o far risaltare con più vivacità i colori del resto dell’outfit.

5. Le paillettes

Evitare le paillettes di giorno significa comprendere che in quanto esseri umani non c’è nulla che ci accomuni a un palla stroboscopica da discoteca. Detto questo, se proprio il vostro gusto non vuole mollare la presa in tal senso, la sera può diventare un momento più opportuno in cui indossarle.

SalvareDaniel&Valentina Photography
Daniel&Valentina Photography

Ringraziando la redazione di Stylight per i preziosi consigli, vi lasciamo ai festeggiamenti che vi attendono con un unico nostro avviso. Tutti hanno il diritto di essere loro stessi, a patto che non diventino sensibilmente ingombranti per gli altri; non è la vostra festa, ma siete lì per festeggiare.

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Elia Vaccaro Fotografia e video
Antonio Sgobba Photography Fotografia e video
Sara Lorenzoni Fotografia Fotografia e video
Duilio Scalici Fotografia e video
Daniel & Valentina Fotografia e video
Pubblicità

Lascia un commento