Matrimoni misti secondo la religione cattolica

Matrimoni misiti secondo la religione cattolica
Matrimoni misiti secondo la religione cattolica

I tempi cambiano e oggi la percentuale dei matrimoni misti é cresciuta notevolmente. Ma cosa suppone esattamente per una persona di religione cattolica contrarre matrimonio con una persona di altra religione? I requisiti sono abbastanza stringenti per la parte non cattolica, ve li raccontiamo di seguito.

Iniziamo per la parte (sposo o sposa) di religione cattolica, per la quale é necessario che:

1) abbia compiuto l’iniziazione cristiana :
-battesimo
-comunione
-e cresima (se non ha ricevuto la cresima deve prepararsi a riceverla)
2) si dichiari pronta ad allontanare i pericoli di abbandonare la fede e prometta sinceramente di fare quanto è in suo potere perché tutti i figli siano battezzati ed educati nella Chiesa cattolica; e di queste promesse che deve fare la parte cattolica sia tempestivamente informata l`altra parte in modo che sia realmente consapevole della promessa e dell’obbligo della parte cattolica;
3) entrambe le parti siano istruite sui fini e le proprietà essenziali del matrimonio:

– unicità della coppia nell’amore reciproco
– stabilità-indissolublità del legame matrimoniale
– apertura all’accoglienza di figli (=non impedirne il concepimento con metodi anticoncezionali non-naturali)
4- educazione dei figli alla fede cattolica.

La parte (sposo o sposa) atea o di religione non cattolica non deve convertirsi al cristianesimo ma deve condividere i punti essenziali del matrimonio:
1) si impegna davanti al parroco a non mettere ostacoli alla pratica religiosa della parte cattolica e all’ educazione cattolica dei figli;
2) dichiara davanti al parroco di condividere in coscienza i valori naturali del matrimonio (di solito si compila una semplice dichiarazione) e cioè che il matrimonio che si celebra è
-unico, esclusivo;
-perpetuo, indissolubile;
-fecondo nel senso di aperto alla vita (senza preclusione alcuna , nè ideologica nè pratica, alla nascita di figli).

I requisiti per la parte non cattolica sono stringenti
Quali sono i requisiti per la parte non cattolica?

Se sono soddisfatte queste condizioni il Vescovo della dioscesi in cui il matrimonio viene celebrato – di solito- concede alla parte cattolica la dispensa di sottostare al Codice e dunque di celebrare il matrimonio con rito cattolico. Tale licenza va richiesta al parroco della Chiesa in cui il matrimonio viene celebrato.

Per la celebrazione in Chiesa
– deve essere celebrato da un assitente della diocesi, vescovo, prete, o diacono , ci devono essere due testimoni e si deve praticare il rito cattolico
– il rito prevede qualche formula diversamente recitata dal celebrante.
– il rito ( evidentemente) non prevede la partecipazione alla eucarestia ( comunione) della parte non cattolica
– la partecipazione al rito cattolico , alla parte non cattolica non dà nessuna partecipazione al sacramento, non ha nessun effetto, non lega a nulla e nessuno se non al coniuge.
– Per la parte cattolica è un sacramento valido con tutti le implicazioni conosciute.

Il matrimonio celebrato con rito cattolico esclude la possibilità di ri-celebrarlo con altri riti religiosi.

Più informazioni circa

Lascia un commento

Andrea Cofano Photographer
La fotografia secondo Andrea Cofano: '...raccontare raccontandosi'
La fotografia è raccontare raccontandosi, la fotografia è attenzione al dettaglio, la fotografia è silenzio, la fot...
Tutto quello che vorresti sapere sul secondo
Tutto quello che vorresti sapere sul secondo "Sì" tra Johnny Depp e Amber Heard
Siamo ancora in stato di shock per l'improvviso matrimonio di Johnny Depp e la sua fidanzata, l'attrice Amber Heard
Foto by Carmine Arrichiello Photographer
I trend 2015 secondo una fashion blogger d'eccezione: Elena Barolo
Dopo aver visto quali sono i trend che andranno per la maggiore in fatto di make up per la sposa e pettinature nuziali per il 2015, proseguiamo il nostro viaggio in compagnia di un'esperta davvero speciale: è oggi ospite nel nostro wedding magazine Elena Barolo, show girl ed attrice italiana nota ai più per il suo ruolo di velina bionda di Striscia la notizia, in coppia con Giorgia Palmas.
Marianna Lanzilli
Cosa indossare ad un matrimonio: l'outfit perfetto secondo una delle fashion blogger più seguite d'Italia
I'm not Venus. Venus is in all of you! Questo il motto di Mariagrazia, fashion blogger del seguitissimo Venus at her mirror che oggi risponde in esclusiva alle lettrici di Zankyou alle prese con la ricerca del loro outfit nuziale perfetto.

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni