Gli italiani credono ancora nel matrimonio...civile!

Green Photographic via stylemepretty.com
Green Photographic via stylemepretty.com

L’istat ha diffuso i dati sul matrimonio 2011 ed è confermato: il matrimonio rimane un pilastro nella vita affettiva di ogni italiano, ma, rispetto a 15 anni fa, è il rito civile ad essere la vera sorpresa nel mondo del wedding.

Nel nord Italia la percentuale dei matrimoni civili, 52%, supera per la prima volta quella del rito religioso e nel Centro si arriva al 47%. Al sud il matrimonio in chiesa è ancora prevalente ma per quanto ancora non si sa. L’aumento dei matrimoni civili a cosa è dovuto? Sarà cambiamento del costume o semplice risparmio?

Sempre più matrimoni con stranieri. Foto: Vasia Wedding Photography via stylemepretty.com
Sempre più matrimoni con stranieri. Foto: Vasia Wedding Photography via stylemepretty.com

La scelta del rito civile è da attribuire in primo luogo alla frequenza sempre più alta delle seconde nozze e dei matrimoni con cittadini stranieri, anche se le percentuali dell’Istat segnalano un’impennata anche nelle prime unioni.

Rito civile = matrimonio semplice, magari all'aperto! Foto: Clarzzique Photography via stylemepretty.com
Rito civile = matrimonio semplice, magari all'aperto! Foto: Clarzzique Photography via stylemepretty.com

La crisi però di certo non aiuta a sognare… e i matrimoni diventano sempre più fai da te (risparmia con il Do It Yourself!), semplici, minimal e il rito civile agevola. Risparmio sulla decorazione della grande cattedrale, in molti casi sugli abiti degli sposi che in comune possono più discreti e sempre più spesso sul numero degli ospiti e le partecipazioni…Risparmiare si può, a partire dall’abito: se volete spendere poco per il vostro vestito ecco gli abiti da sposa Richard Nicoll una novità Topshop e i consigli per trovare un abito da sposa usato sull’Atelier delle amiche. L’investimento (si parla di un costo medio di 20.000 euro) del rito religioso non è adatto all’incertezza economica del momento.

Ma non salire all’altare non significa ignorare il senso della famiglia e i diritti-doveri dei coniugi, così il comune di Pavia per la prima volta ha dato il via a un corso laico per dire sì. Un vero e proprio corso prematrimoniale laico dove psicologi, avvocati, sessuologi forniscono gli strumenti per inserire i giovani nella futura vita matrimoniale…Dire sì piace ai giovani italiani e il matrimonio è ancora un sogno per le nuove generazioni anche se è cambiato il percorso per arrivarci!

 

Più informazioni circa

Lascia un commento

Max Vado e Michela Andreozzi - Foto via Facebook/michela.andreozzi
È celebre la prima unione civile a Roma: Massimiliano Vado e Michela Andreozzi ci raccontano il loro 'celebration day'
A parte il matrimonio in chiesa o in comune esiste un altro tipo di unione, che nulla ha da invidiare alle altre due: quella civile. Le unioni civili sono il riconoscimento giuridico, organico e complessivo, della coppia di fatto, finalizzato a stabilirne diritti e doveri
La Squisiteria banqueting & catering
Come scegliere il menù del matrimonio: le opinioni dei più noti food blogger italiani
Scopriamo insieme ai migliori food blogger italiani come organizzare un impeccabile banchetto nuziale: un viaggio fatto di sapori, profumi e colori.
Morlotti Studio
Come scegliere l'abito perfetto per un matrimonio civile? La parola ai nostri esperti
Avete optato per il rito civile e siete ora alle prese con la scelta dell'abito da sposa? Ecco i consigli dei nostri esperti.

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Anche la tua attività può comparire su Zankyou!
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni