Come richiedere il congedo matrimoniale, guida rapida in 3 punti

Come richiedere il congedo matrimoniale, guida rapida in 3 punti

Cos'è, chi ne ha diritto, quanto dura e come chiedere il congedo matrimoniale: tutte le risposte!

  • Prima del matrimonio
  • Consigli
  • Sposi

Forse non tutti sanno che dopo il matrimonio i lavoratori hanno diritto ad un periodo di ferie che prende il nome di congedo matrimoniale. Permesso o licenza matrimoniale è il nome con cui è erroneamente più conosciuto, è stato introdotto in Italia nel lontano 1937, prima per gli impiegati e poi esteso agli operai nel 1941. Vi spieghiamo in cosa consiste e come richiederlo nel modo più veloce e semplice possibile.

SalvareAlessia BaldiScopri di più su “Alessia Baldi”
Alessia Baldi

1. Che cos’è?

È un periodo retribuito di astensione dal lavoro che viene concesso in occasione del matrimonio a tutti i lavoratori, il cui rapporto di lavoro duri da più di una settimana.

2. Quanto dura?

15 giorni, giusto il tempo di una luna di miele! Attenzione però, i giorni di congedo vanno usufruiti consecutivamente, non è possibile frazionarli. L’inizio del periodo del congedo normalmente coincide con la data del matrimonio; se le nozze cadono di  sabato o di domenica può essere richiesto a partire dal lunedì. È possibile comunque usufruire del congedo in modo più flessibile, entro e non oltre 30 giorni dalla celebrazione, per esigenze aziendali e/o produttive.

3. Come richiederlo

È sufficiente farne richiesta al datore di lavoro con il giusto anticipo: almeno 6 giorni prima dell’inizio, che per alcune categorie professionali posso salire a 10 o 15 prima. Ovviamente hanno diritto a farne richiesta entrambi i coniugi, specificando la data del matrimonio e il periodo in cui intendono usufruire dei 15 giorni di vacanza. Nella pratica è consigliabile tuttavia richiederlo con largo anticipo, soprattutto nel caso in cui il datore di lavoro faccia parte della lista dei vostri invitati!

Non vuoi perderti le ultime novità per il tuo matrimonio?

Iscriviti alla nostra newsletter

SalvarePronoviasScopri di più su “Pronovias”
Pronovias

Una volta approvata la richiesta siete pronti per dirvi ‘Sì, lo voglio’, fare le valigie e partire per un indimenticabile viaggio di nozze. Al vostro ritorno non dimenticate che avete 60 giorni di tempo per presentare al datore di lavoro una copia del certificato di matrimonio e che se vi sposate entro dicembre 2016 potete avere diritto al Bonus di matrimonio!

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Pronovias Milano Negozi di abiti da sposa
Alessia Baldi Abiti sposa su misura