Bonus matrimonio 2017: ecco come richiederlo

Sappiamo che il matrimonio è molto più di un pezzo di carta e che le vere ragioni per sposarsi sono ben altre, ma visto che avete deciso di dire il fatidico Sì, tanto vale ora goderne tutti i vantaggi, giusto? Per chi si sposa nel 2016 il bonus è questo, per tutti quelli che sono ancora alle prese con l’organizzazione del loro grande giorno invece, ecco un utile articolo che spiega chi può ricevere il bonus 2017, come richiederlo e a quanto ammonta. Prendete nota!

The Fashion WeddingScopri di più su “The Fashion Wedding”
The Fashion Wedding

1. Chi ne ha diritto

Le categorie sono le stesse dell’anno scorso: operai, apprendisti, lavoratori a domicilio, marittimi di bassa forza dipendenti da aziende industriali, artigiane, cooperative. L’importante è che il matrimonio sia stato contratto con rito civile oppure, in caso di cerimonia religiosa, che sia stata trascritta e quindi riconosciuta dallo Stato. L’assegno matrimoniale spetta anche ai disoccupati che dimostrino di aver lavorato nei 90 giorni precedenti al matrimonio e per almeno 15 giorni alle dipendenze delle aziende sopra elencati e a quelli non in servizio per altri motivi (malattia, richiamo alle armi, etc.). In tutti i casi sono da considerarsi i matrimoni celebrati fino a dicembre 2017.

Specchiomagico Weddings PhotographyScopri di più su “Specchiomagico Weddings Photography”
Specchiomagico Weddings Photography

2. Come richiederlo

Se entrambi i coniugi ricadono in una delle categorie di ‘aventi diritto’ si possono richiedere 2 assegni. Basta presentare domanda al datore di lavoro alla fine del congedo e non oltre 60 giorni dal matrimonio, allegando il certificato; i disoccupati e i richiamati alle armi possono utilizzare i servizi web dell’INPS, nella sezione ‘Invio OnLine di Domande di prestazioni a Sostegno del reddito’ oppure il Contact Center. Ricordatevi che dovrete usufruire del congedo entro 30 giorno dalla data delle nozze e se non sapete cos’è il congedo matrimoniale o come richiederlo, cliccate subito qui!

PhotograficawebScopri di più su “Photograficaweb”
Photograficaweb

3. A quanto ammonta

Non si tratta di somme esorbitanti, bensì di un piccolo aiuto che può essere strategico per le coppie più giovani, aiutando ad affrontare le spese. Il contributo varia in base alla categoria dei lavoratori: il bonus ammonta a 7 o 8 giorni di retribuzione, meno la percentuale giornaliera a carico del lavoratore (pari al 5,54%). Per i lavoratori con part-time verticale, si contano soltanto i giorni che sarebbero previsti dal contratto di lavoro, detraendo sempre il 5,54%.

PL WeddingsScopri di più su “PL Weddings”
PL Weddings

Un altro motivo a cui non avevate pensato per sposarvi o un piccolo aiuto per coprire quelle spese inaspettate che vi hanno fatto sforare il budget nuziale? Decidete voi, in fondo i soldi non fanno la felicità e nella vita quel che conta è l’amore!

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Più informazioni circa

Lascia un commento

Ilenia Caputo
Bonus mamme 2017: la guida completa al 'Premio alla nascita' dell'INPS
Il 'Premio alla nascita' è un bonus per le mamme del 2017: cos'è, chi e ha diritto e come richiederlo in 4 punti!
Studio Fotografico Santoni
Arriva il Bonus matrimonio 2016, quando sposarsi conviene!
Chi ne ha diritto? Come e quando chiederlo? A quanto ammonta il bonus? Scopri se potete richiederlo anche voi.
Il matrimonio di Gloria e Costantino: una favola dai contorni rosso antico
Il matrimonio di Gloria e Costantino: una favola dai contorni rosso antico
Immaginate un borgo, palpatene l'atmosfera rustica, tutto richiama alla semplicità e all'amore per il gusto autenti...
Foto via Shutterstock: Freya Photographer
Treccia raccolta e treccia liscia per la tua acconciatura da sposa: quale sceglierai?
Una mini guida alla scelta della treccia perfetta per la vostra acconciatura da sposa!
Acconciature da sposa con capelli lisci per il 2015: chignon, trecce e capelli in libertà
Acconciature da sposa con capelli lisci per il 2015: chignon, trecce e capelli in libertà
Spesso le spose si lamentano del fatto che i capelli lisci sono difficili da acconciare perché non tiene la piega. Credo invece che il capello liscio sia molto bello e nel pensare ad una acconciatura da sposa i passi da fare sono due: abbandonare l’idea di avere i boccoli a tutti i costi ed eventualmente enfatizzare l’effetto liscio!
Marieta HairStyle / Foto: Muy muy felices
I 10 ’momenti beauty’ da copiare per il tuo matrimonio
I migliori dettagli beauty selezionati per te! Mostra il tuo lato migliore nel giorno delle nozze

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni