Aiuto, non so struccarmi! Ecco gli errori più comuni secondo gli esperti

Quante volte il fidato “cuscino” è diventato l’enorme dischetto struccante dopo una serata tra tacchi alti e champagne. E quante volte la pigrizia diventa padrona. E quante volte ancore vi risvegliate con il famoso effetto “occhi di panda”? Struccarsi è un’arte: vi abbiamo già parlato dei 9 errori di make up che tutte commettono ed ancora dei must trucco sposa 2017. Ma oggi ci concentriamo su un altro tema di vitale importanza ovvero gli errori che tutte commettono quando si struccano: e siamo sicuri che tu sei una di quelle e che almeno uno di questi “problemini” ti risulta familiare. Abbiamo chiesto ad alcune esperte del settore di delineare un’amplia panoramica…

Il decalogo dello “struccaggio perfetto” di Luisa Festa

La regina del mondo make up campano e nazionale, la nostra grande amica Luisa Festa, risponde in maniera approfondita alla nostra domanda. “Care amiche voglio darvi qualche “dritta” per la fase dello struccaggio. Anche se la pigrizia ci tenta molto spesso, diamoci una mossa e pratichiamo quel rituale così importante da regalarci una pelle luminosa il giorno dopo. Innanzitutto voglio dirvi che ci sono delle regole da seguire per un perfetto “demaquillage“! Sì perché struccarsi vuol dire non sottovalutare alcuni passaggi indispensabili per evitare brufoli, macchie e occhi pestati del giorno dopo. Gli errori più comuni da evitare quando ci si strucca sono in linea di massima sempre gli stessi, come ad esempio usare prodotti di skincare senza detergere prima profondamente la pelle. Oppure usare prodotti errati per quanto riguarda la detersione, prodotti non consoni al nostro tipo di pelle. Ad esempio una pelle grassa ha bisogno di un detergente astringente e non di prodotti oleosi comedogeni. Mentre per una pelle secca sarà perfetto un semplice olio di cocco. Bisogna sempre calibrare la giusta detersione per il nostro make up: sarebbe a dire che se il trucco degli occhi è stato realizzato con colori molto scuri e abbiamo usato addirittura ciglia finte (quindi anche la colla) tanto più adotteremo uno struccaggio “forte”con un valido ‘bifasico’, eventualmente un dischetto con acqua micellare (che adoro) e per finire un piccolo panno in microfibra per asciugare tamponando delicatamente la pelle. Da evitare assolutamente uno smodato uso di salviette e detergenti che anche quelli più “bio” sono comunque aggressivi per il continuo sfregamento della pelle che determina il più delle volte una ipersensibilità epiteliale tendendo ad arrossare anche le pelli meno delicate. L’uso di un’ottima crema idratante dopo aver struccato perfettamente la pelle regalerà al vostro viso una nuova luminosa bellezza!”.

Un momento di puro relax per Francesca Biosa

Ritornano i consigli della grande Francesca Biosa che parla di IN&OUT per ciò che concerne il delicato processo della detersione e dello struccaggio. “Sapersi struccare è un argomento che implica la domanda: “quali sono i passaggi da seguire e come evitare gli errori che fanno generalmentele donne”? Il principio fondamentale è quello di eliminare innanzitutto le cattive abitudini, andare a letto con il trucco di giornata porta con sé conseguenze nocive per la salute della pelle, specie nel lungo termine. L’epidermide nelle fasi notturne, compie un complesso rigenerativo, si libera dalle tossine accumulate durante il giorno facendo spazio a nuove cellule, l’ossigenazione è necessaria per attivare il processo completo, se compromesso a causa dei residui del trucco, il risultato sarà una pelle invecchiata prematuramente e poco elastica. Struccarsi la sera è quindi sostanziale, per farlo correttamente, occorrono dei prodotti idonei come il latte detergente, le emulsioni o dell’acqua micellare. Sono accortezze da pochi gesti, utili al mantenimento di una pelle giovane, inoltre, struccare gli occhi con un detergente bifasico garantisce un rallentamento alla comparsa delle rughette d’espressione, indicato sia per chi ama truccarsi regolarmente ogni giornos ia per chi applica un trucco waterproof. Il passaggio successivo è l’utilizzo del tonico, indispensabile per ripristinare l’idratazione persa con la detersione: diverse donne non lo adoperano per puro scetticismo, la pelle ha invece necessità di ripristinare l’acqua evaporata quotidianamente. Il tonico può essere sostituito dall’acqua termale, da vaporizzare dopo la detersione o in qualsiasi momento della giornata secondo esigenze, reperibile in formati dalle misure ridotte, ideale perfino come fissativo del trucco. Infine, una crema viso idratante o nutriente secondo il tipo di pelle, sarà utile a rallentare i segni del tempo, da stendere in piccole dosi sul viso e collo, il volto apparirà immediatamente più giovane. La detersione in ogni sua forma dovrebbe divenire un momento piacevole da dedicare a se stesse, azioni che se gestite con lo spirito giusto donano veri attimi di relax.

3 regole semplici per Lisa Semenzato

E concludiamo questa panoramica sul mondo del demaquillage con la dolcissima Lisa Semenzato. “Sarebbe bello schioccare le dita ed essere struccate (e magari anche già in pigiama!), finchè non sarà possibile dobbiamo farlo ogni sera ed evitare di commettere gli errori che fan tutte! Iniziamo dagli occhi che non si struccano strofinando la salviettina o il dischetto di cotone da destra a sinistra e da sinistra a destra (o su e giù) velocemente. L’occhio va struccato solo dall’alto verso il basso in modo da non spezzare le ciglia Inoltre non si usa MAI il classico latte detergente se il trucco è waterproof: si deve utilizzare un detergente bifasico che ha dell’olio all’interno che aiuta a sciogliere i cosmetici senza irritare il viso. Infine in pochissime, dopo essersi struccate, applicano il tonico che è indispensabile per chiudere i pori”.

Per tutte le appassionate di make up

Paura di non essere bellissima nel giorno delle tue nozze?

Tutti i trend make up per la sposa 2017

Le nuove frontiere del make up per la sposa Millenial

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Più informazioni circa

Lascia un commento

Ryan Ray Photography
Trucco permanente per la sposa: i pro e i contro secondo le esperte
Sembra essere il momento del trucco permanente o semi permanente per la sposa: due make up artist professioniste ci spiegano i pro e i contro di questa nuova tecnica.
Beyouty
Trucco con aerografo per la sposa: scopri le caratteristiche dell'airbrush
Ecco l'ultima tendenza in fatto di make up per la sposa: arriva il trucco con l'aerografo! Scopriamo tuttele caratteristiche dell'airbrush
Make up per la sposa a Napoli: la selezione dei migliori esperti
Make up per la sposa a Napoli: la selezione dei migliori esperti
Ecco a voi i migliori esperti per il Make Up nuziale a Napoli: scopri a chi affidare le sorti del tuo look

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Anche la tua attività può comparire su Zankyou!
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni