Addio classica "busta": regalarla agli sposi diventa illegale

C’è aria di cambiamento nel nostro bel paese ma non tutti i cambiamenti sono necessariamente positivi. Questi cambiamenti stanno coinvolgendo anche il magico mondo dei matrimoni: che ci piaccia oppure no, dobbiamo dire no alla classica “busta” come regalo agli sposi. Ebbene sì, in questo turbolento 2018 diventerà effettivo il decreto legge approvato alla camera nel novembre del 2017 che permette al Fisco di tassare quello che prima era considerata una donazione spontanea per questo non dichiarabile.

Alfredo Mareschi Production

Quella della “busta” è una tradizione tipica italiana che permette agli invitati ad un matrimonio di donare agli sposi una somma che, solitamente, è decisa in base al grado di parentela o vicinanza alla coppia ma anche in base alle possibilità economiche di ognuno. Un tema questo del regalare denaro, che da sempre ha sollevato polemiche e dubbi che hanno portato accostato una tradizione innocente (nella maggior parte dei casi) alla pratica criminale del reciclaggio di denaro.

Ali & Met

Ecco perché è stata mossa un’interpellanza parlamentare per regolamentare questa pratica e sottoporla a criteri di legge. La norma, approvata dalla maggioranza del parlamento, è entrata in vigore solo nel gennaio del 2018 ma, essendo ancora nella prima metà dell’anno, l’effettività delle misure sanzonatorie non è del tutto definita. Secondo la normativa, ogni invitato può donare agli sposi un massimo di 85 euro senza dichiarare nulla, superata questa somma, il fisco applicherà una ritenuta del 15% sul totale.

Sara Lorenzoni

Il controllo sarà affidato agli ex dipendenti di Equitalia che metteranno in atto una vera e propria indagine incrociando le informazioni richieste alla diocesi con quelle della location del ricevimento per poter stimare il costo totale del matrimonio di modo da stimare l’entità delle somme che potrebbero essere donate. Gli invitati più generosi che verranno colti in flagranza dovranno pagare una sanzione amminnistrativa tra i 1000 e i 1500  euro.

Marcella Fava

Questa novità inaspettata renderà più complicata la pratica della classica “busta” dato che gli invitati si troveranno in grande difficoltà a non poter corrispondere la somma che desiderebbero donare. Un motivo in più per scegliere la lista di nozze Zankyou che permette agli invitati di versare le cifre che preferiscono direttamente sul conto corrente degli sposi in maniera del tutto trasparente e legale ai costi più bassi del mercato. Cosa state aspettando a scegliere la lista nozze Zankyou?

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Più informazioni circa

Commenti (1)

Lascia un commento

Il Baccello di Vaniglia Photography
8 usanze superate che non piacciono agli sposi Millenial
Se siete nati nati tra il 1980 e il 1995 fate anche voi parte della Generazione Y, siete gli sposi Millenial a cui non piacciono queste 8 usanze, ormai superate.
Romina Davì Wedding & Events
Le 5 domande più antipatiche da NON fare agli sposi
Siete proprio sicuri? Quanto vi è costato il matrimonio? Segnatevi queste 5 domande, le più antipatiche, da NON fare agli sposi!
Nabis Studio Fotografico
5 cose che possono infastidire gli invitati al vostro matrimonio: prendi nota!
Per evitare musi lunghi, critiche al vetriolo e lamentele infinite da parte dei vostri ospiti non potete perdervi questo articolo: fate attenzione al punto 3!

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Anche la tua attività può comparire su Zankyou!
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni