8 motivi per cui l'ultimo Wedding Club by Zankyou è stato UNA BOMBA

Non vi nascondo che attendevo quel giovedì 13 aprile 2017 da tempo. Le premesse perché il nostro Wedding Club dedicato ai matrimoni creativi fosse super c’erano tutte, tra una location stupenda, una lista di fornitori ed invitati da dieci e lode e tante sorprese.

Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Benvenuti al Paese delle Meraviglie  - Foto: Infraordinario Wedding
Benvenuti al Paese delle Meraviglie – Foto: Infraordinario Wedding

Così, dopo i Wedding Breakfast di Milano, sul Lago di Como e di Roma, l’edizione bolognese pre-pasquale è stata davvero indimenticabile per molti, molti motivi, che ho cercato di riassumere di seguito.

1. L’organizzazione TOP

Organizzare un evento senza purtroppo essere presenti in loco presenta non poche difficoltà. Ma quando al tuo lato ci sono professionisti del calibro di Floriana ed Elisa de il Ghirigoro bottega ed Anna Rosso Eventi, la strada è solo in discesa. Le wedding planner hanno accolto la sfida da subito con entusiasmo ed ogni email o chiamata è stata un crescendum di buone notizie. Insieme abbiamo realizzato un evento di cui sono orgogliosa al 101%!

Cheerz & Grazie dei Fior Atelier - Foto: Infraordinario Wedding
Cheerz & Grazie dei Fior Atelier – Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
- Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Bellezza per tutti e 5 i sensi- Foto: Infraordinario Wedding
Bellezza per tutti e 5 i sensi- Foto: Infraordinario Wedding

2. Una location unica nel suo genere

La creatività, questa sconosciuta… o forse questa troppo conosciuta? Tutti ne parlano, tutti se ne appropriano, ma quanti le rendono davvero onore? La prima difficoltà nell’organizzare un evento dedicato ai matrimoni creativi è stata indubbiamente trovare una cornice adatta allo scopo… e direi che non ci poteva andare meglio! Il Loft B-e20 è una location che ha fatto del recupero industriale e del rispetto delle radici la sua filosofia. Ai primi anni del 1900 in questo spazio polivalente sorgeva la nota fabbrica Ovidio Vignoni, azienda storica e simbolo di eccellenza made in Italy; bombardata durante la seconda guerrra mondiale, venne poi ricostruita negli anni Quaranta e tutt’ora conserva le tracce della sua intensa storia, che il restauro del 2007 non ha annullato. Oggetti d’antiquariato e di design decorano gli ampi spazi, tra pareti in mattone a vista ed antiche travi in legno, mentre la luce filtra dalle ampie vetrate regalando suggestivi giochi di luce; in entrata, un piano ed una cinquecento azzurro cielo catturano l’attenzione. Be20 è il perfetto connubio tra passato e presente, come l’ha definita Andrea, General Manager della location, la cui idea di aprire la struttura a matrimoni ‘di un certo tipo’ nasce in primis dal cambiamento che questo settore sta avendo, grazie finalmente alla possibilità di celebrare unioni civili.

Loft Be20 - Foto: Infraordinario Wedding
Loft Be20 – Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding

3. C’era Vogue Sposa

Lungi da noi l’idea di organizzare un evento dove salissero in cattedra blabla autocelebrativi, abbiamo pensato di portare il focus sul matrimonio nei diversi ambiti, a partire dal mondo dell’editoria in Italia. E quale voce più autorevole di Vogue Sposa? L’Editor in chef Enrica Ponzellini ci ha illustrato il percorso della testata che a maggio festeggerà il suo 35º anniversario, soffermandosi sulla necessità di stare al passo con i tempi in piena epoca social. Una chiacchierata davvero interessante, che non si è limitata ai 10 minuti dell’intervento previsto in scaletta, ma si è poi ampliata durante la tavola rotonda successiva, che ha coinvolto tutti i presenti.

Il matrimonio nel mondo dell'editoria, una interessante chiacchierata con Enrica Ponezllini di Vogue Sposa - Foto: Infraordinario Wedding
Il matrimonio nel mondo dell’editoria, una interessante chiacchierata con Enrica Ponezllini di Vogue Sposa – Foto: Infraordinario Wedding
Vogue Sposa, nostro media partner ufficiale  - Foto: Infraordinario Wedding
Vogue Sposa, nostro media partner ufficiale – Foto: Infraordinario Wedding
La parola a Enrica Ponzellini, Editor in Chief di Vogue Sposa - Foto: Infraordinario Wedding
La parola a Enrica Ponzellini, Editor in Chief di Vogue Sposa – Foto: Infraordinario Wedding

4. C’era lo I.E.D.

Dopo Vogue Sposa la conversazione si è spostata sul matrimonio nel campo della formazione: come tutti sappiamo, sono sempre più numerose le realtà che propongono corsi di specializzazione a wedding planner e fornitori del settore, ma bisogna prestare estrema attenzione, verificandone autorevolezza e serietà. Perché wedding planner non ci si improvvisa di certo, ed imparare a pensare e progettare l’evento matrimonio come unico in ogni sua fase è una professione complessa che richiede passione, problem solving e senso pratico. Abbiamo quindi chiamato con noi Francesca Coppola e Maria Letizia, due ex allieve del corso di specializzazione in Wedding and Private Events Planner che lo I.E.D., Istituto Europeo di Design, organizza da 8 anni a questa parte. Un momento di riflessione importante attraverso la testimonianza diretta di chi sta muovendo i primi passi in questo affascinante mondo, in seguito ad una preparazione completa per affrontare con professionalità questo lavoro.

Francesca e Maria Letizia ci parlano del loro percorso professionale, dallo I.E.D. alla professione di Wedding Planner - Foto: Infraordinario Wedding
Francesca e Maria Letizia ci parlano del loro percorso professionale, dallo I.E.D. alla professione di Wedding Planner – Foto: Infraordinario Wedding

Francesca e Maria Letizia, due ex allieve del corso di specializzazione in Wedding and Private Events Planner dello I..D. Istituto Europeo di Design – Foto: Infraordinario Wedding

5. Le decorazioni da favola

La già splendida location Be20 è stata personalizzata al meglio per il nostro evento dalle mani fatate di Stefania di Grazie dei Fiori Atelier, che ha realizzato degli allestimenti floreali spettacolari, mescolando papaveri, peonie, cloni e ranuncoli a qualche ramo di ulivo, in tema con l’imminente data pasquale. Composizioni country sparse per la sala e contenuti in paioli di vecchia latta, dove i colori predominanti erano il corallo e l’azzurro, per la gioia sia delle nostre fotografe e videografe ufficiali, rispettivamente Infraordinario Wedding The Wedding Tale, sia degli invitati, che dopo la bellissima dimostrazione di make up ad opera di Max Moretto,  hanno approfittato del break per vedere da vicino gli allestimenti e caricare le loro foto sui social con gli hashtag #WeddingClubBologna   #WeddingBreakfastZankyou.

L'allestimento di Anna Rosso Eventi + gli allestimenti di Grazie dei Fior Atelier + i dolci di Gino Fabbri = connubio perfetto - Foto: Infraordinario Wedding
L’allestimento di Anna Rosso Eventi + le composizioni Grazie dei Fior Atelier + i dolci di Gino Fabbri = connubio perfetto – Foto: Infraordinario Wedding
Tutti pazzi per le Pastiglie Leone, ancora più splendide grazie all'allestimento firmato il Ghirigoro bottega - Foto: Infraordinario Wedding
Tutti pazzi per le Pastiglie Leone, ancora più splendide grazie all’allestimento firmato il Ghirigoro bottega – Foto: Infraordinario Wedding
La dimostrazione di make up di Max Moretto - Foto: Infraordinario Wedding
La dimostrazione di make up di Max Moretto – Foto: Infraordinario Wedding

6. Il menù dolce e salato da acquolina

Il menù definito nelle settimane precedenti con i nostri esperti di catering e dolci era letteralmente da acquolina in bocca: ma trovarsi di fronte a tutte quelle ghiottonerie preparate dallo staff di PQP banqueting, nostro servizio catering ufficiale, è qualcosa di difficile da descrivere a parole. Ricordo che mi avevano colpito immensamente i bozzetti realizzati a mano per ogni singola pietanza, nei quali avevo ritrovato per filo e per segno quanto letto nella presentazione aziendale. Con PQP banqueting tradizione e innovazione vanno davvero a braccetto, ed un servizio ineccepibile ha deliziato i nostri ospiti servendoci proposte culinarie estrose, tra tortini al limone, lime e fragoline di bosco a chiffon cake mignon e clafoutis alle ciliegie, passando per la ghiottissima pasticceria salata, con macaron al salmone marinato, verbena e lime, millefoglie mignon alla parmigiana, tartelletta mignon, macedonia di verdure, fino al piatto forte, ovvero dello squisito salmone selvaggio servito su pane casalingo e burro salato. Il tutto annaffiato da acque botaniche, infusioni naturali, succhi di mela di montagna e selezioni di tea in busta.

Le leccornie preparate da PQP Banqueting - Foto: Infraordinario Wedding
Le leccornie preparate da PQP Banqueting – Foto: Infraordinario Wedding
"Anche oggi la dieta la inizio domani" !!! Mitico PQP Banqueting - Foto: Infraordinario Wedding
PQP Banqueting in azione – Foto: Infraordinario Wedding
Lo staff PQP Banqueting - Foto: Infraordinario Wedding
Lo staff PQP Banqueting – Foto: Infraordinario Wedding
Ghiottonerie dolci e salate firmate PQP Banqueting - Foto: Infraordinario Wedding
Ghiottonerie dolci e salate firmate PQP Banqueting – Foto: Infraordinario Wedding

Per l’occasione non ci siamo fatti mancare nulla, e anche per quanto riguarda lo sweet table abbiamo puntato in alto coinvolgendo  Gino Fabbri che ha presenziato di persona in compagnia della figlia Viviana per presentarci le specialità preparate ad hoc per l’occasione. Torte tipiche della tradizione emiliana e pasticcini mignon, accanto a scenografiche wedding cake multistrato sono stati i protagonisti indiscussi di un enorme tavolo rustico da lavoro, abbellito dall’allestimento realizzato da Anna Rosso Eventi. Che matrimonio sarebbe senza confetti? E se di matrimonio creativo si parla, come non chiamare in causa le Pastiglie Leone, un’esplosione di colori presentati al meglio dall’allestimento de il Ghirigoro bottega.

Le dolci tentazioni di Gino Fabbri - Foto: Infraordinario Wedding
Le dolci tentazioni di Pastiglie Leone e di Gino Fabbri – Foto: Infraordinario Wedding
Un'esplosione di colori e bellezza con Pastiglie Leone - Foto: Infraordinario Wedding
Un’esplosione di colori e bellezza con Pastiglie Leone – Foto: Infraordinario Wedding

7. Ricchi premi e cotillon!

Il nostro quarto Wedding Club è stata senza dubbio una giornata ricca di sorprese, grazie ai fornitori ufficiali della mattinata. Cheerz, sito specializzato nella stampa di foto ricordo, ci ha fatto trovare una selezione dei suoi originalissimi prodotti, tra foto in formato polaroid e magneti per il frigo, mentre Mr Wonderful, brand che spospola da tempo all’estero, ha omaggiato ciascuno con una divertentissima bag contenente portachiavi, tazza e portafoto. Abbiamo quindi lasciato la parola a Lilit, responsabile marketing e comunicazione, atterrata all’alba direttamente da Barcellona per essere con noi a Bologna! Infine MONDO•MOMBO, nostro esperto ufficiale di grafica&illustrazione, ha realizzato un sacchettino handmade di stoffa contenente uno pregiatissimo un bocciolo di flower blooming tea gentilmente offerton da PQP banqueting. Al suo interno, una brochurina a fisarmonica presentava gli ingrediente delle 5 tipologie di fiori di tè. Ci hanno proprio viziati!

Lo stupendo cadeau handmade realizzato da Mondo Mombo in collaborazione con PQP Banqueting - Foto: Infraordinario Wedding
Lo stupendo cadeau handmade realizzato da Mondo Mombo in collaborazione con PQP Banqueting – Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Le originalissime foto ricordo firmate Cheerz - Foto: Infraordinario Wedding
Le originalissime foto ricordo firmate Cheerz – Foto: Infraordinario Wedding
Mondo Mombo e Mr.Wonderful hanno preperato una miriade di sorprese per tutti! - Foto: Infraordinario Wedding
Mondo Mombo e Mr.Wonderful hanno preperato una miriade di sorprese per tutti! – Foto: Infraordinario Wedding

8. Gli invitati 10 e lode

E veniamo al momento più importante del nostro Wedding Club, ovvero la tavola rotonda che ha coinvolto tutti i presenti, in un libero scambio di idee e punti di vista, dove gli spunti presentati uno dietro l’altro dal divanetto non sono stati che un pretesto per analizzare il matrimonio creativo sotto vari punti di vista. Ci siamo chiesti in primis perché in Italia un matrimonio creativo in Italia spesso sia sinonimo di fai da te: quali azioni possiamo intraprendere per comunicare che originalità non coincide con amatoriale? E perché poi i grandi nomi del wedding nel nostro Paese sono ancora legati ai ricevimenti tradizionali? Chiedo ironicamente ai presenti in sala se c’è o meno speranza per un mondo di matrimoni senza candelabri, e tanto le wedding planner come gli altri esperti presenti in sala sono concordi nel riconoscere che un ruolo fondamentale in questo senso viene giocato dai media del settore che devono marcare il cammino, riconoscendo autorità anche e soprattutto a quei professionisti che non temono di rischiare e proporre soluzioni alternative alle coppie che sognano un ricevimento anticonvenzionale. Menù tailor made, inviti illustrati, allestimenti floreali a km.zero: cerchiamo di confrontare opinioni ed esperienze per comprendere quale sia la ricetta per trasmettere il valore artistico di un prodotto non commerciale. Alcuni sostengono che sia dovere di un fornitore saper dire di no qualora il potenziale cliente che si trova di fronte non abbia còlto il valore artistico del suo lavoro, e si sia rivolto a lui solo perché ingolosito da un prezzo più ragionevole. Concludiamo questa bella chiacchierata corale cercando di capire che conseguenze abbia la frase ‘I miei ci tengono’ tutt’ora pronunciata da alcune coppie, che ad un primo incontro sono entusiasti dinnanzi a soluzioni anticonvenzionali, ma spesso fanno retro-front temendo la reazione dei parenti, e le esperienze dei presenti in sala confermano quanto lo spauracchio di mamma/suocera ostacoli il lavoro sia degli organizzatori di eventi come degli stilisti.

Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding
Foto: Infraordinario Wedding

Torneremo a parlare del matrimonio creativo con i nostri invitati, stay tuned!

Il gruppo al completo - Foto: Infraordinario Wedding
Il gruppo al completo – Foto: Infraordinario Wedding

Sforiamo le tempistiche alla grande, gli invitati lasciano la sala solo quando, guardando che ora si è fatta, si rendono conto che stanno per perdere il treno, ma il dibattito continua anche fuori dalla location, acceso e vivace; la scaletta prevedeva una domanda finale, in cui chiedevamo ai presenti se nel mondo dei matrimoni indie l’unione dei professionisti faccia la forza, ma – considerato lo scambio di idee e sinergie che non accenna a placarsi, unito alla curiosità di conoscere da vicino il lavoro dei colleghi – pensiamo che la risposta sia arrivata da sola. E sì, direi che c’è speranza anche per un mondo fatto di matrimoni senza candelabri.

Guest list

Ringraziamo di cuore i fornitori ufficiali dell’evento (ecco la lista completa qui) e tutti i presenti che hanno partecipato alla mattinata con entusiasmo e spirito critico: il nostro Wedding Club non poteva andare meglio, ed è merito di ciascuno di voi!

Wedding planner presenti: Ila MalùLaura Bravi EventsGinger BloomYouco Wedding

Fotografi di matrimoni: Avorio PhotoFederica Cavicchi PhotographySerena Cevenini DiMediaAlessia Crusca Dolores Leporati

Atelier da sposa: Officina di CucituraVittoria Bonini AtelierTosca Spose

Esperti allestimenti floreali: Oui! Fleurs et maisonLe Ragazze di Flo

Esperti Make up: Elisabetta B.

Esperti grafica: Just PaperPeperosa Design Letterink, Letterpress & Design Studio – Suze Studio Design

Blogger&Co: Sweet as a CandyTeaspoons – Teatime da Ms. Bunbury – FrizziFrizzi – @igersbologna – Festival Week Hand

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO DEL NOSTRO #WEDDINGCLUBBOLOGNA 

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Più informazioni circa

Lascia un commento

Masseria San Nicola Savelletri
Wedding Club Puglia: l'evento firmato Zankyou approda nella zona più in voga d'Italia
Giovedì 28 settembre la spettacolare Masseria San Nicola Savelletri ospiterà il nostro prossimo Wedding Club, organizzato in collaborazione con Silvana Di Niso - Evedding Events & Wedding e Elle Spose.
Crederci conviene: ecco il resoconto del Wedding Club by Zankyou in Puglia, "la terra dove la Bellezza ci scoppia tra le mani"
Crederci conviene: ecco il resoconto del Wedding Club by Zankyou in Puglia, "la terra dove la Bellezza ci scoppia tra le mani"
Ecco il resoconto del nostro settimo Wedding Club by Zankyou dedicato alla Puglia, la regione più in voga nel settore nozze grazie in particolare "a quel mucchio di visionari che hanno creduto di poter fare del wedding tourism una realtà" come sostiene Evedding, nostro insostituibile braccio destro.
Wedding Club Zankyou - Christmas Edition 2017: I found my love in... Portofino
Wedding Club Zankyou - Christmas Edition 2017: I found my love in... Portofino
Chiudiamo questa intensa annata in bellezza, con un Wedding Club Zankyou a Portofino nell'esclusiva Villa Durazzo. Ecco tutti i dettagli.

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Anche la tua attività può comparire su Zankyou!
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 23 Paesi Maggiori informazioni