12 punti da tenere a mente prima di scegliere il florist del vostro matrimonio

12 punti da tenere a mente prima di scegliere il florist del vostro matrimonio

Ecco i 12 punti a cui pensare prima di incontrare il florist delle tue nozze: seguiteli tutti!

  • Stile delle decorazioni
  • Guest-blogger
  • Bouquet da sposa

Il matrimonio si avvicina: location e catering sono stati fermati, anche l’abito da sposa c’è. Adesso tocca ai fiori. Non parlo mai solo di  fioristi ma di allestitori perché non solo creeranno delle composizioni floreali ma a seconda dello stile scelto sapranno proporre oggettistica e completementi che accentueranno e valorizzeranno questo aspetto. Ecco 12 punti da tenere a mente prima della scelta del vostro florist.

SalvareFederica Cavicchi Photography
Federica Cavicchi Photography

1. Lasciarsi guidare

Avere delle idee chiare sugli allestimenti del proprio matrimonio è meraviglioso, ma essere ben predisposti a lasciarsi guidare da un professionista è sempre un ottimo punto di partenza per una collaborazione. Antonia Flowers è una floral designer che, guidata dalla sua immensa passione per i fiori, sin dalla giovinezza ha affiancato rinomati fioristi per apprendere tutti i trucchi del mestiere; con l’esperienza acquisita ha aperto il primo flagship di Roma, dove accoglie gli sposi guidandoli nella scelta degli allestimenti floreali perfetti per il grande giorno. Sempre al passo con i tempi, Antonia Flowers saprà interpretare lo stile che avete scelto per le nozze attraverso delle composizioni floreali originali e ricercate che contribuiranno a creare un’atmosfera incantata.

SalvareRichiedi informazioni gratuitamente
Antonia Flowers

2. Stile

Pensare ad uno stile e lasciarsi suggerire i fiori da associare a quest’ultimo dal fiorista.

3. Sì al verde

Non essere a tutti i costi contro il verde, se nella composizione ci saranno anche delle foglie che incorniciano o spuntano in maniera naturale dalla composizione. Lo stile minimal e naturalistico che caratterizzerà i matrimoni del 2018 impone un vero e proprio trionfo della semplicità: ecco perché le composizioni floreali de Il Giardino del Re includono tutti gli elementi della natura che interpretano al meglio il tema scelto per il matrimonio. Costantina, Laura, Fulgenzio e Silvia costituiscono il team di esperti decoratori floreali de Il Giardino del Re, una vera e propria boutique dei fiori che in 25 anni si è trasformataa da un piccolo negozio di fiori ad un vero e proprio punto di riferimento per chi vuole degli allestimenti floreali che trasmettano emozioni.

SalvareRichiedi informazioni gratuitamente
Il Giardino del Re

4. I fiori non sempre sono come quelli di Pinterest

Non vuoi perderti le ultime novità per il tuo matrimonio?

Iscriviti alla nostra newsletter

Non fissarsi sulla composizione che si è vista su internet, spesso le foto online sono state modificate con Photoshop   o spesso utilizzano fiori che non sono reperibili in Europa! I fiori, si sa, sono autoctoni, un po’ come i frutti! E la vita non è una board di Pinterest. La stagionalità dei fiori è una priorità per gli artisti di Girafiore NaturArtistica, primo fra tutti il titolare dell’attività, Marcello Polinesi artista e floral designer che crea con i fiori delle vere e proprie opere d’arte in cui trasferisce la meraviglia compositiva per degli allestimenti unici. Quelle di Marcello Polinesi di Girafiore NaturArtistica non sono dei semplici allestimenti floreali ma delle suggestioni artistiche nate dal sapiente studio degli ambienti, delle luci e delle ombre per trasmettere emozioni e sentimenti che colpiscono l’anima.

SalvareRichiedi informazioni gratuitamente
Girafiore NaturArtistica

5. Candele e fiori: mix perfetto

Per un matrimonio serale non dimenticare di includere nelle decorazioni le candele, elemento che crea atmosfera e valorizza anche la composizione floreale.

SalvareIl Baccello di Vaniglia
Il Baccello di Vaniglia

6. Fiori anche (e soprattutto) in chiesa

Spesso viene chiesto di spendere poco per le decorazioni della chiesa. Ma è proprio qui che avverrà il climax della cerimonia. Quindi meglio uniformare tutto l’evento invece di voler abbondare solo durante il ricevimento. Affidatevi all’esperienza di Silvia Pallotto titolare di Verdeggiando, un’attivita nata dall’amore per la natura che nelle sue mani si trasforma inn un elemento decorativo unico e caratterizzante. Non solo fiori, ma frutti, bacche, ortaggi, foglie e rami mescolati sapientemente per creare delle composizioni di alto impatto scenico che personalizzeranno al massimo tutte le location che ospiteranno il vostro grande giorno. Per Silvia Pallotto di Verdeggiando, i centrotavola, le decorazioni della chiesa e il bouquet della sposa possono diventare “inaspettati frammenti di natura” che interpretano perfettamente la vostra personalità e il vostro stile.

SalvareRichiedi informazioni gratuitamente
Verdeggiando

7. Attenzione ai dettagli

Ricordare che quel giorno è bello valorizzare ogni dettaglio, dallo specchietto dell’auto con un piccolo segno fiorito, ai tavoli, alle sedie ed ovviamente ai centrotavola. Non è necessario spendere una follia, spesso è semplice creare atmosfera e stare attenti ad ogni dettaglio anche con poco.

8. La facciata della chiesa: dettaglio da non trascurare

Sembra banale, ma non tutti ci pensano: decorare anche la facciata dalla chiesa ai lati del portone è importante. Non solo indica che in quella chiesa si sta tenendo una cerimonia ma al momento dell’uscita degli sposi queste incorniceranno le fotografie.

SalvareMagnolia Eventi
Magnolia Eventi

9. Fiori per gli ospiti

È un’idea molto carina quella di omaggiare gli ospiti con dei fiori, ad esempio sotto forma di segnaposto, che potranno portar via e tenere come ricordo della giornata. I dettagli sono una piccola ossessione per Lucianella Stifani di Le mani parlano, floral designer dalla grande sensibilità artistica che le permette di creare decorazioni e allestimenti che parlino della vostra storia d’amore e riflettano i vostri gusti. Con comprensione ed empatia, Lucianella Stifani di Le mani parlano, saprà ascoltare le vostre richieste, trasformando i vostri desideri in idee concrete e particolari grazie all’esperienza pluriennale come decoratrice di eventi.

SalvareRichiedi informazioni gratuitamente
Le mani parlano

10. NO ai fiori finti

Evitare i fiori finti o peggio ancora quelli colorati artificialmente: da evitare i “total color” come il blu.  Ci sono infinite possibilità, non scadiamo in strane scelte del quale ci potremmo pentire.

11. Mixare i colori

Se si sceglie un colore, (anche se ne consiglierei   sempre almeno due ) non è necessario fissarsi con quella tonalità. Mixare sapientemente i colori è la chiave del successo!

12. Attenzione ai centrotavola alti

Attenzione ai centrotavola alti, non devono superare lo sguardo dei commensali altrimenti andranno a rovinare la convivialità tipica di un ricevimento. Ricordarsi che sono scelte meravigliose i candelabri, ma meglio se in vetro e quindi trasparenti o con uno stelo molto fine. Per non cadere in errori come questo, rivolgetevi a dei professionisti come Rosella Antonelli che, grazie all’esperienza ventennale nel settore delle decorazioni, si fa portavoce della più alta e pura espressione del bello. Con il suo team di talentuosi esperti, Rosella Antonelli saprà creare degli allestimenti floreali artistici e ricercati che rispecchieranno perfettamente lo stile che avete scelto per il vostro grande giorno.

Salvare
Rosella Antonelli

Questi 12 piccoli suggerimenti possono farci riflettere ed  arrivare a quel giorno più preparate: il florist e le sue piccole opere d’arte floreali non sono elementi da sottovalutare.

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo