Pubblicità

Sì Sposa Italia Collezioni: dalle passerelle milanesi 70 idee per il 2016 che ci toglieranno il fiato

Ecco i trend che più mi hanno colpito in fatto di abiti da sposa per il 2016, ma anche accessori e proposte per lo sposo dalla Bridal Week più importante d'Italia

  • Abiti da sposa
  • Torino
  • Sassari
  • Catania
  • Palermo
  • Taranto
  • Foggia
  • Brindisi
  • Bari
  • Caserta
  • Napoli
  • Roma
  • Ascoli Piceno
  • Bologna
  • Udine
  • Pavia
  • Bergamo
  • Milano
  • 2016
  • Galleries

Dopo essere stati in prima fila alla New York Bridal Week e non esserci persi neppure una sfilata alla Bridal Week di Barcellona, dove abbiamo ammirato dal vicino la strepitosa collezione di Pronovias 2016, potevamo forse perderci la settimana della sposa di Milano?

Pubblicità

Naturalmente no, quindi ecco il nostro resoconto di Sì Sposa Italia collezioni, la manifestazione Bridal più importante d’Italia di cui siamo peraltro media-partner da tempo in qualità di lista nozze online ufficiale.

In questa maxi-gallery ho pensato di raccogliere i trend che più mi hanno colpito in fatto di abiti da sposa per il 2016, ma anche accessori e proposte per lo sposo.

Accanto alle proposte più classiche dei grandi brand quali Eddy K, Demetrios e gli italianissimi Dalin e Mariella Gennarino con i suoi stupefacenti strascichi chilometrici, troviamo un perfetto mix di eleganza e sperimentazione, che solo marchi come Domo AdamiAnna TumasCapri Sposa, Luisa Chirico e Cloè Haute Couture sono in grado di garantire, grazie alla loro decennale esperienza che fonde originalità ed alta gamma sartoriale.

La fitta programmazione di sfilate e la presena di stand mozzafiato ci hanno permesso di assaporare da vicino le linee sensuali di Amelia Casablanca, le incursioni di colore di Alessandra Rinaudo, Antonio d’Errico, Toi Spose e Alessandra Sabbadini Atelier, le linee eteree di Antonio Riva, Tosca Spose e di Simone Marulli; i tocchi etnici di Eliza Jane Howell e Leila Hafzi e le muse elleniche di David Fielden e Özlem Suer House; la perfetta cura dei dettagli che contraddistingue grandi nomi della scena bridal del calibro di Justin Alexander, Linea Raffaelli e Nicole Spose; i giardini in fiore di Lusan Mandongus, Gemelle Donato SposaGalizia Spose e di VR Vittoria Romano; l’eleganza senza tempo di Giuseppe Papini Sposa e Nana Couture, le sirene ultrafemminili di Regina Schrecker Sposa e di Creazioni Elena.

I trend che più ci sono piaciuti in assoluto? Le romantiche file di bottoni sulla pelle simil-nuda grazie a sapienti abiti dall’effetto tatoo sulla schiena come quelli proposti da Gritti Spose, Carmen CinefraVictoria Kyriakides, o i sensuali tocchi disegnati sulla schiena da maestri della Bridal Couture del livello di Raimon Bundó noviasPat MasedaAtelier Signore: quest’ultimo ha contato su una madrina d’eccezione, Valeria Marini, che ha presentato una capsule bridal collection con tanto di cocktail party presso il meraviglioso Hotel Principe di Savoia, una delle location per matrimoni di Milano più spettacolari in assoluto.

Originalissimi anche gli abiti da sposa con camicia, come lo stupendo modello delle Officina di Cucitura Couture o i modelli in soffici maniche lunghe di Fran Rivera Alta Costura, ed i modelli asimmetrici, come i vestiti corti davanti e lunghi dietro di Patrizia Ferrera e quelli monospalla di Susanna Rivieri e di Marylise.

Ma il 2016 sarà soprattutto l’anno del romanticismo senza tempo, con un tripudio di fiori come fil rouge del look nuziale più ricercato: da Claudio Di Mari alle proposte multicolor in pizzo e velluto di John Paul Ataker ed ai petali cuciti sulle scollature trasparenti di Luisa Sposa e Maria Karin, passando per i fiori colorati che sbocciano sulle scollature disegnate da Radiosa Sposa o sulle gonne asimmetriche di Valentini, ma anche sulle cinture che cingono in vita gli abiti da sogno di Carlo Pignatelli.

Occhi puntati inoltre sugli accessori per la sposa, per essere bella dalla testa, con i deliziosi copricapo di Marco CucinottaTrinchera Spose e Jillian Sposa e Cerimonia e le tiare millefiori di Jenny Packham e le coroncine di perle di Elisabetta Delogu… ai piedi!  Con le scarpe da sposa proposte da Ferracuti Shoes, o le opere d’arte calzabili di Serrese e di Francesco Calzature.

E per quanto riguarda lui? Infinite le proposte per lo sposo, tra i completi alternativi di Cleofe Finati by Archetipo che fondono letteratura ed ispirazioni oniriche legate a Madre Natura, e Petrelli Uomo e Sabato Russo; mentre lo sposo classico potrà puntare sulle proposte evergreen di Angelo TomaKirico Sposo, Gai Mattiolo.

Completano il nostro manuale per l’outfit perfetto per l’invitata di nozze le proposte più chic firmate da Matilde Cano e Musani Couture, accanto alle sirene sexy di Lilli Sposa e i fantastici outfit in fiore di Tot-hom, dei veri omaggi alla primavera.

Nella carrellata vi proponiamo Anche i libri vanno a nozze, una conferenza stampa dedicata alla presentazione del libro La casa dei matrimoni edito da Valentina Edizioni di cui è autrice un’amica DOC di Zankyou: Chiara Besana, la prima e più famosa wedding blogger d’Italia.

Entra in contatto con i fornitori citati in questo articolo

Justin Alexander Negozi di abiti da sposa
Luisa Sposa Abiti sposa su misura
Carlo Pignatelli Abiti sposa su misura
Amelia Casablanca Negozi di abiti da sposa
Atelier Rosa Lippolis Abiti sposa su misura
Francesco Calzature Scarpe da sposa
Cleofe Finati by Archetipo Completi da uomo
Musani Couture Abiti da cerimonia
Alessandra Rinaudo Abiti sposa su misura
Sabato Russo Completi da uomo
DOMO ADAMI Abiti sposa su misura
Officina di Cucitura Negozi di abiti da sposa
Hotel Principe di Savoia Hotel per matrimoni
Ferracuti Shoes Scarpe da sposa
Petrelli Uomo Completi da uomo
Gai Mattiolo - le Spose Negozi di abiti da sposa
Dalin Abiti sposa su misura
Elisabetta Delogu Bridal Designer Negozi di abiti da sposa
Nicole Spose Negozi di abiti da sposa
Antonio D'Errico Abiti da cerimonia
Serrese Negozi di abiti da sposa
Valentini Spose Abiti sposa su misura
Anna Tumas Atelier Sposa Abiti sposa su misura
Giuseppe Papini Abiti sposa su misura

Lascia un commento