Pubblicità

Milano Fashion Week Primavera-Estate 2019: diversità, colori fluo e stampe rivoluzionarie

Termina la Semana de la Moda de Milán y no hemos querido dejar escapar la ocasión de hacer un resumen de lo mejor que hemos visto sobre la pasarela italiana. ¿Te lo vas a perder?

  • Attualità
  • International
  • Fashion week
  • 2019
  • Galleries

Le case di moda presentano le loro collezioni per la Primavera-Estate 2019; se qualche settimana fa, le sfilate hanno avuto come set New York e Londra, adesso tocca a Milano ospitare lo spettacolo del fashion.

Pubblicità

La sfilata che ha suscitato più scalpore è stata senza dubbio quella di Dolce & Gabbana, che ha messo in scena uno spettacolo all’insegna della diversità, scegliendo modelli di ogni sesso, condizione, fisico ed età, oltre a star come Monica Bellucci, Carla Bruni, Isabella Rossellini ed Emily Ratajkowsky. Ognuno di loro ha indossato gli abiti  emblematici della casa di moda caratterizzati dalle tipiche stampe, così come abiti lunghi, corti, stampati e minimal, impreziositi da dettagli animalier, grande tendenza della stagione.

Il bianco è stato uno dei grandi protagonisti della Milano Fashion Week e, anche se ne sconsigliamo l’utilizzo per un outfit da invitata, la varietà di stile con cui è stato presentato potrebbe dargli una possibilità. Lo ha utilizzato Jil Sanders, che attira l’attenzione anche con modelli in nero, mentre Versace, ha affascinato con i colori e l’apparentemente impossibile mix di stampe.

Gigi e Bella Hadid, Irina Shayk e Gaia Gerber hanno sfilato per Max Mara che ha reso i maxi dress c protagonisti della sua collezione. Alberta Ferretti invece, ha scelto colori neutri e pizzi per una sfilata tra le più sofisticate. 

Armani ha trionfato con abiti che spaziano dal total white ai colori fluo, in particolare verde, blu e fucsia, e tessuti trasparenti dal fascino suggestivo. Moschino, uno dei designer più eccentrici, ha presentato stoffe che simulano tratti fatti con il pennarello: un vero spettacolo che ha visto Kendall Jenner come protagonista.

Anche le stampe con un tocco etnico e i volant sono sbarcati su una passerella ricca di contrasti. Stella Jean ne è stata una delle migliori rappresentati, ma anche Etro con il suo spericolato mix di disegni e colori. Missoni ha optato per i colori, ma ancora di più per la reinvenzione dei volant che promettono di attirare l’attenzione nella prossima stagione.

L’argento e le figure geometriche hanno caratterizzato lo stile degli abiti presentati da Roberto Cavalli, con Bella Hadid come testimonial. Salvatore Ferragamo, mantenutosi sobrio in alcuni capi, ha fatto irruzione in passerella con due abiti rosa che, si prevede, saranno i protagonisti della prossima stagione.

Ancora una volta, uno dei più stravaganti è stato Philipp Plein, che ha utilizzato l’argento, il cuoio e le stampe militari come componenti principali delle sue creazioni. MSGM si è invece distinto per la varietà dei modelli presentati.

Blumarine, semplice e fresca, ha presentato una delle collezioni più belle. Anche Tod’s si è mantenuto discreto, dimostrando però audacia nell’utilizzo di tessuti in pelle.

Non perderti quindi, questa galleria che riassume il meglio di quello che abbiamo visto sulle passerelle della Milano Fashion Week, ti ispireranno per il tuo prossimo look da invitata.

Commenti (1)

Lascia un commento