IT Login
IT

Un’esotica luna di miele in India: magia, colore e mistero

L’India è una dei posti più magici e misteriosi del pianeta. È una terra di contrasti, di dolce e salato, sensuale e sacra, ricca di odori e sapori. Lo splendore del paese asiatico è a disposizione di tutti gli sposi che vogliono trascorrere una luna di miele non convenzionale e che vogliono arricchire il corpo e lo spirito. Scopriamo un po’ più di questo gioiello del nostro mondo:

Foto via Shutterstock: Boris Stroujko

Così è l’India

Tutto l’incantesimo dell’India fa parte del subcontinente indiano, spazio geografico del quale fanno parte anche il Pakistan, il Bangladesh, il Nepal e il Bután, e le isole dello Sri Lanka e delle Maldive. In questo territorio, sono nati l’Induismo, il Buddismo, lo jainismo ed lo sikhismo, quattro delle grandi religioni del mondo. Proprio per questo in India si trovano i templi più belli ed imponenti.

L’India è una dei paesi più grandi del mondo e, come conseguenza, possiede la seconda popolazione più numerosa del pianeta, con la bellezza di più un miliardo di abitanti. Il hindi e l’inglese sono le lingue ufficiali del paese, ma la sua ricchezza e varietà di etnie fa sì che si parlino circa 2000 lingue di cui 20 riconosciute ufficialmente.

Il paese è bagnato dall’oceano Indiano, il mare Arabico divisi dal golfo del Bengala, è caratterizzato da una grande biodeversità riscontrabile nella flora, costituita da foreste tropicali e boschi, e nella fauna, con la tigre di Bengala e l’elefante fra gli animali più rappresentativi.

Foto vía Shutterstock: D’July

Delhi e Agra

Il nordovest del paese è la zona più ricca e visitata, principalmente per il suo trio di assi, il conosciuto Triangolo di Oro, formato da Delhi, Agra e Jaipur.

Delhi è una regione caotica, dal traffico accelerato e della moltitudine di persone che arriva fino a 15 milioni di abitanti. Nuova Delhi, è la capitale del paese e sede del contrasto più evidente tra tradizione e modernità: la vita frenetica è parte del suo incantesimo.

Foto via Shutterstock: Pikoso.kz

Nei viali più signorili e diplomatici di Delhi, Rajpath, Rasina Hill e Vijay Chowk, si combinano l’attività commerciale dell’anello di Connaught Piace, con luoghi Patrimonio dell’Umanità, come Qutab Minare, la Tomba di Humayun ed il Forte Rosso. Mercati, spezie, traffico fuori controllo e confusione sono l’essenza di Delhi, qui, i templi di riferimento sono gli induisti Lakhsmi Narayan o il Kalkaji, la gran moschea di Jami Masjid, il Sisganj Gurudvara, rappresentante dello sikhismo, ed il Lal Mandir, luogo di culto dello jainismo.

The Imperial New Dehli è l’hotel più lussuoso della zona, connubio dello splendore del Raj britannico e del sofisticato stile che arricchì la sua architettura e cultura. The Park Hotels, con otto hotel in tutta l’India, è un altro delgli alberghi più belli del paese, con un design esclusivo e servizi di lusso.

Foto vía Shutterstock: NOWAK LUKASZ

Agra è uno dei grandi simboli del paese, perché conserva il più grande dei tesori, il Taj Mahal, considerato una delle sette meraviglie del mondo. Raffinato, pulito, la sua bellezza è testimonianza della grandezza dell’Impero Mongolo. come lo sono i palazzi, le tombe, le fonti e i giardini intorno all’edificio. Il Forte di Agra ed il Fatehpur Sikkri, anche esso di origine mongola, sono altre due monumenti indiani dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. 

Foto vía Shutterstock: RuthChoi

Jaipur, Udaipur e Jodhpur

Rajastán è una delle regioni più grandi dell’India, in essa è situata buona parte del deserto del Thar, ed alcune tra le più affascinanti città storiche. A nordovest, si trova Jaipur fonte di fantasie e storie, conosciuta come “la Città Rosa”, è uno dei luoghi culturalmente più forte del paese, e la sua indubbia bellezza la rende uno scenario idilliaco per romantiche lune di miele. Il suo patrimonio storico-artistico ha ispirato le storie de “Le mille ed un notte”, una raccolta medievale di racconti ambientati nei palazzi sontuosi dei marajás (City Palace, Samode, Hawa Mahal) e il forte medievale (Forte Amber). 

Udaipur e Jodhpur sono altre due città che conservano l’incantesimo de “Le mille ed un notte”; la prima gode di una posizione privilegiata, circondata da colline e rinfrescata dai laghi Pichola, Fateh Sagar, Udai Sagar e Swarup Sagar. Le bellezze naturali convivono con i palazzi storici e i forti medievali, perfetto rimando dei vecchi racconti di fantasia. Jodhpur, ivece, è conosciuta per l’intenso azzurro che risalta in tutte le facciate dei suoi edifici, visivamente d’impatto che culmina con la visita al Mehranghar, uno dei forti più importanti del paese.

Foto via Shutterstock: akedesign

Luoghi sacri e templi

La religione ha un forte da potere in India e grazie ai differenti culti diffusi in tutto il paese. L’induismo, è la religione maggiormente rappresentata sia per numero di fedeli che per numero di edifici sacri.

Benarés è uno delle sette città sacre dell’induismo; il Gange, a cui gli induisti attribuiscono poteri magici e l’entusiasmo religioso sono le principali caratteristiche di questa città che va necessariamente visitata, con la mente ed il cuore aperti e disposti ad imparare di più di questa cultura ancestrale.

Foto via Shutterstock: silentwings

Già nel sud del paese, nello stato di Tamil Nadu, numerosi templi e posti di raccoglimento spirituale si concentrano su varie località piene di storia e dall’atmosfera mistica. Kanchipuram è un altra delle sette città sacre dell’induismo e conserva più di cento templi.

Chennai sorge il tempio Kapaleeswarar, con la sua torre di quaranta metri ed a Mahabalipuram ce ne sono più di dieci diversi; a Madurai si può visitare il tempio di Minakshi, mentre a Trichy quello di Srirangam ed il fenomenale tempio in onore della dea Visnú. A Thanjavur sorgono i templi di Brihadisvara, Gangaikonda, Cholapuram ed Airavatesvara, a Chidambaram il tempio di Nataraja e, ad Auronville, il tempo Matri Mandir, con la tipica forma circolare completamente ricoperto di vetri dorati. Tutti queste meraviglie del mondo antico meritano di essere visitate perché scateneranno in voi sensazioni uniche.

Foto: Paulo Afonso

Tigri e Tribù

Lo stato di Madhya Pradesh è chiamato “Cuore” dell’India ed è la parte più selvaggia del paese: abitato dalla più grande popolazione di tigri del Bengala del mondo nei parchi nazionali di Bandhavgarh e di Kanha, è caratterizzato da foreste tropicali e da boschi subtropicali, dove Rudyard Kipling trovò l’ispirazione per scrivere “Il libro della giungla”; qui le tigri del Bengala si mostrano in tutta la loro maestosità a tutti i visitatori che hanno l’onore di contemplarle.

Inoltre, 22 milioni di persone vivono divise in diverse tribù in questo territorio, tutte conosciute col nome di Adivasi. In questa regione si trovano le tribù più numerose, tra cui annoveriamo: andh e raghu, bagata, bhil, chenchu o chenchwar, gadabas, gond naikpod, rajgond, goudu, hill reddis, jatapus, kammara, kattunayakan, kondhs, nayaks, ronia, savaras, thoti, yenadis e yerukulas. 

Foto vía Shutterstock: Eduard Kyslynskyy

Kerala e Karnataka

Nello stato di Kerala, le visite alla riserva naturale di Periyar, alla città portuale di Cochin ed al tempio di Guruvayoor, dedicato a Krishna, sono tre tappe più che obbligatorie. Vicino a questo ultimo tempio, in Punnathur Kotta, potrete ammirare circa 50 maestosi elefanti e fare una piacevole gita in barca per i canali e i laghi della zona.

Nello stato di Karnataka, Mysore dispone di due grandi attrattive per i suoi visitatori: il palazzo di stile indosarraceno del marajá Amba Vilas ed il mercato Devaraja, specializzato in incensi e fiori. Dall’altra parte, il bufalo di Shiva è una delle grandi attrazioni di Chamundi e, per concludere la vostra visita, recatevi a Karnataka, Belur e Halebidu, mete di grande interesse artistico e storico.

Foto vía Shutterstock: f9photos

L’India è la meta ideale per gli amanti dell’avventura, la cultura ed i contrasti; tutto quello che vi abbiamo appena descritto è solo una piccola parte di ciò che vi aspetta: un universo di sensazioni, connubbio tra cultura e natura. Un viaggio di nozze in India non è una semplice luna di miele, bensì un tuffo in una cultura millenaria che vi lascerà completamente senza parole.

Foto vía Shutterstock: Taj Mahal, Ganges (Varnasi), Laxmi Narayancupola de un minareto della moschea Jama MasjidTaj Mahal, Hawa Mahal BaranésMylapore’s Kapaleeswarar, foto di una tigre, backwaters de Kerala.
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni