Una location da sogno: sposarsi in un borgo. Dall’abito al bouquet, tutti i consigli per l’organizzazione perfetta

Foto:www.etsy.com
Foto:www.etsy.com

L’Italia conta tantissimi borghi che, ogni anno, diventano teatro di numerose manifestazioni. Perché, allora, non trasformare un borgo nella location per il nostro matrimonio

Primo passo: scegliere la parte del borgo dove si svolgerà la cerimonia. Meglio una piazzola chiusa, facilmente raggiungibile a piedi e vicino alla strada carrabile. Una volta effettuata la scelta, informarsi sulla proprietà dello spazio, per le formalità burocratiche. Per i servizi igienici, noleggiate dei bagni chimici colorati, pensati proprio per le cerimonie.

Uno scorcio del borgo di Cusano Mutri (BN). Foto: www.borghitalia.it
Uno scorcio del borgo di Cusano Mutri (BN). Foto: www.borghitalia.it

Passiamo ora a quello che ci piace di più: l’organizzazione! Nel rispetto della scelta della location, tutto sarà semplice e richiamante il passato.

  • Le partecipazioni

Perfette le immagini in bianco e nero, o nei toni del seppia, di un vecchio matrimonio consegnata in una busta di un materiale naturale come la carta di riso, la carta corteccia o la carta cotone (meravigliose, nella directory di Zankyou, alla voce ‘inviti di nozze a Milano‘, le wedding stationeries di Beauty in Love).

Wedding stationery in carta di riso di Beauty in Love, Milano
  • L’abito di Lei

Questo dipenderà molto dalle sue caratteristiche fisiche e dai gusti. Si potrebbe optare per uno stile anni ’20, o un brioso modello anni ’50.

Nella foto, un abito anni '20 di Johanna Johnson, ed uno anni '50 di Ian Stuart
Nella foto, un abito anni '20 di Johanna Johnson, ed uno anni '50 di Ian Stuart

Lui sceglierà un abito che si adatti ricorrendo, se necessario, anche al noleggio presso aziende che si occupano di vintage.

Un classico senza tempo: il tight, a noleggio anche presso la sartoria palermitana Benedetto D'Amico Uomo
  • Il bouquet

Per le più tradizionali mughetti, fiori d’arancio, Stephanotis o Gypsophila; per le originali qualcosa con gli arbusti, i fiori muscari o la camomilla.

Bouquet di camomilla. Foto:  www.sposalicius.com
Bouquet di camomilla. Foto: www.sposalicius.com
Bouquet rustici. Foto: www.bloomsbymarthaandrews.com
Bouquet rustici. Foto: www.bloomsbymarthaandrews.com
  • Gli addobbi chiesa/municipio

Pochi, essenziali e semplici: nei punti fondamentali della chiesa/municipio, ceste in vimini chiaro impreziosite da nastri in pizzo bianco, piene di fiori di campo misti e spighe di grano. Ai banchi/sedie potrebbero essere appesi piccoli cestini richiamanti le ceste, contenenti sempre fiori di campo.

  • Il ricevimento

La semplicità degli allestimenti dovrà caratterizzare anche la zona del ricevimento: il cibo sarà servito con la formula-rinfresco ricorrendo a tavolate rettangolari ricoperte con tovaglie in lino dai colori tenui. I piatti  potranno essere riposti in cassette di legno decorate; tovaglioli e posate, invece, in ceste. Le decorazioni del buffet saranno fiori di campo posti in contenitori di vetro di varie dimensioni, forme e colori. Essendo un rinfresco, non vi saranno posti assegnati a tavola. Le sedute e i piani di appoggio saranno balle in fieno adeguatamente decorate.

Foto:www.etsy.com
Foto:www.etsy.com

Ho scelto le balle, seppur richiamanti soprattutto un ambiente di campagna, perché sono meno problematiche nel caso di fondo sconnesso (tipico dei borghi in pietra), e la loro sistemazione non richiede necessariamente la collocazione di pedane mobili a mo’ di pavimento. In alternativa: carinissime sedute in ferro battuto, con cuscini di lino. Ovviamente, se ci sono persone anziane meglio garantire loro sistemazioni classiche e servizio al tavolo.

  • Le bomboniere

Infine il cadeau mariage: un sacchetto lavorato ad uncinetto contenente i classici cinque confetti alla mandorla, o delle conserve genuine confezionate in vasetti decorati. Per i più originali: una coppia di posate in silver (che fa vintage) personalizzate con i nomi degli sposi. Auguri!

Ringraziamo la nostra guest blogger per le sue idee, utilissime per tutti coloro che stanno pensando di organizzare un matrimonio in una location particolare e unica. Qualora il diy non faccia per voi e preferiate affidarvi ad un wedding planner, ricorrete alla comodissima directory di Zankyou, dove i migliori professionisti sono suddivisi per città di provenienza. Un esempio? Se state cercando un wedding planner a Roma per organizzare il vostro matrimonio in un borgo antico del Lazio, su Zankyou Dionisia Events, Just Wedding, Star Wedding o WeddinProgress sono alla distanza di un solo click!


Angelica di Ninfea Eventi 
Wedding Planner

Anche tu lavori nel wedding e vuoi scrivere per Zankyou? Contattaci