IT Login
IT

Un matrimonio vegano? Sì, ma con i consigli dei nostri esperti Roberto&Roberta

Erika di VitoScopri di più su “Erika di Vito”
Erika di Vito

Abbracciate la filosofia Vegan e vorreste farne l’elemento tematico del vostro banchetto nuziale, ma temete le reazioni degli invitati. Oppure non sapete bene come organizzarvi con i fornitori di catering di nozze, dato che le vostre esigenze potrebbero non essere soddisfatte. Senza contare che al ricevimento parteciperanno bambini ed anziani, e non sapete come potrebbero reagire alcuni ospiti di fronte ad un menù che non preveda alimenti di origini animale.

Del movimento vegetariano e vegano si parla molto, e non si tratta di certo di un fenomeno isolato: sapete che, secondo Nielsen, in Italia sono circa 7 milioni coloro che abbracciano il cosiddetto Vegetarismo?

Wladi's PhotoScopri di più su “Wladi's Photo”
Wladi's Photo

Per questo, dopo essermi imbattuta in questo interessante articolo di TuttoGreen, ho pensato a tutte le nostre coppie di sposi che stanno per organizzare il loro ricevimento vegan, ed ho deciso di mettere in contatto l’esperto di eco-wedding Roberto di AltaModaMilano.it Roberta Bartocci, una biologa nutrizionista vegana da 13 anni, mente ed anima del progetto Vegcoach, che qualche settimana fa si è sposata ed ha proposto nel suo blog un fantastico banchetto di nozze vegan.

A loro la parola!

W gli sposi! Magnifico il bouquet con fiori, broccoletti e cavoli di Brouxelles. Foto courtesy degli sposi

Roberto: Dalla mia esperienza personale nel mondo eco e animalista so che ancora ci sono pochi professionisti cruelty free e a impatto zero, specialmente nel settore wedding; per esempio la preparazione estetica della sposa tocca alcuni delicati argomenti per i Vegan. Dalla truccatrice, alla sartoria, al parrucchiere e le calzature, sei riuscita a trovare professionisti del settore già Vegan o ti sei giostrata con le tue arti per fare utilizzare i tuoi prodotti e le tue idee eco?

Roberta: Nel mio caso il punto centrale della nostra celebrazione è stato la realizzazione di un banchetto 100% vegetale, che lo fosse non solo di facciata ma anche nell’anima e per questo abbiamo effettuato un’accurata selezione delle società di catering che la location scelta ci metteva a disposizione.

La torta nuziale: una deliziosa millefoglie con chantilly vegan e fragole. Foto courtesy: gli sposi

Ho fatto da me: in Italia e a Roma la “veg-economy” è nascente e il relativo mercato deve ancora strutturarsi. Non ho quindi trovato pacchetti pronti, ma ho fatto affidamento alla mia esperienza, essendo io stessa una professionista del settore che ha plasmato la sua professione declinandola in senso green.

Negri RicevimentiScopri di più su “Negri Ricevimenti”
Negri Ricevimenti

Per la mia preparazione mi sono concentrata su abito e scarpe: queste ultime acquistate a costo decisamente abbordabile su  “Elegant steps” alla sezione vegetarian wedding shoes. Per l’abito, ho optato per una soluzione sartoriale; prima di questa ho vagliato alcuni atelier ma le alternative alla classica seta normalmente impiegate non mi soddisfacevano: lino e canapa, che adoro, non li ho trovati adatti all’occasione e il sintetico non l’ho preso in considerazione. Mi sono rivolta ad una sartoria nel centro di Roma dove hanno realizzato il mio abito con un tessuto vegetale molto elegante, simile alla viscosa, più pizzo di cotone.

Un particolare dell'allestimento in chiesa. Foto courtesy: gli sposi

Per ciò che riguarda il make up; a mia personale opinione, l’unico motivo per cui si dovrebbe pretendere un trucco eco e cruelty free nel grande giorno, è per sensibilizzare i professionisti del settore: truccatori e parrucchieri e il relativo mercato. Tuttavia per ragioni anche logistiche ho deciso di non farne una questione di merito: oggi l’impiego di animali per test a fini cosmetici è vicino allo zero; fortunatamente è una battaglia di civiltà che ha portato già dei buoni frutti e anche per questioni logistiche non ho scelto quindi un trucco eco se non per l’assenza di parabeni.

Roberto: Gli invitati al matrimonio erano principalmente Vegan? quelli che non lo erano, come hanno ringraziato in seguito al matrimonio?

Roberta: Assolutamente no! Su 140 invitati, i vegani erano circa 5, 15 considerando anche i vegetariani; il resto onnivori. E questo fa la differenza nella scelta del menu da proporre. Abbiamo ricevuto molti complimenti e molti sono rimasti stupiti dalla varietà delle pietanze e da un buffet di dolci completamente vegan.  Lo chef che ha seguito il nostro evento ha sottolineato che i piatti tornavano in cucina vuoti, cosa inusuale.

Come bomboniere, cesti di ortaggi bio. Sul tavolo con le scarpe della sposa, mentre i piedi riposano! Foto courtesy: gli sposi

Roberto: Sappiamo che chi non è vicino alla causa Veg ed Eco tende a essere riduttivo in genere. La tua esperienza in sintesi cosa ci può raccontare ?

Roberta: Ti posso raccontare che si viene bersagliati dalle solite battute, ma che normalmente, dopo anni, si capisce che spesso nascondono un velato disagio di chi le fa. Oppure ci sono le domande di chi è sinceramente curioso di apprenderne di più sul tuo stile di vita. Personalmente ho dovuto penare per far capire la mia scelta in famiglia e tra gli amici, per far comprendere loro che non si trattava di una moda passeggera bensì di una scelta profonda. O come quando si mangia fuori casa: l’esigenza di chi fa una scelta etica a tavola è presa con estrema superficialità e disinteresse nella maggior parte dei casi in Italia, per quello che riguarda la mia esperienza. Per questo al momento di organizzare le mie nozze, non ho voluto accontentarmi e quindi ho scelto chi si è dimostrato entusiasta di lavorare al nostro evento; chi ha voluto farlo perchè considerato uno stimolo nuovo e non un problema avanzato da clienti un po’ stravaganti.

Roberto: Si è parlato molto della sposa, ma lo sposo anche lui ha ‘sposato’ la tua causa vegan ‘?

Roberta: Certo! Io e Alessandro siamo nati e vissuti nella stessa città, nati nello stesso giorno e stesso anno ed entrambi vegani… se non è destino questo!

Ringraziamo i nostri esperti e per qualsiasi dubbio o richiesta di informazione, vi invitiamo a lasciare qui sotto le vostre domande.

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni