IT Login
IT

3 trucchi imperdibili per essere perfetta con un abito da sposa in pizzo

Il pizzo è un elemento ricorrente nella Bridal Couture; questo tessuto, che nasce dalla particolare lavorazione di filati, è leggero e prezioso, un vero e proprio intreccio nel vuoto. La lavorazione viene effettuata senza un altro tessuto di supporto e ciò gli conferisce quell’aspetto leggero e fluttuante, un po’ magico. Forse è per questo che tutte le donne lo amano!

Ateleba - Sartoria Sposa Scopri di più su “Ateleba - Sartoria Sposa ”
Ateleba – Sartoria Sposa

Negli abiti da sposa diventa un gioiello che non solo veste il corpo, ma lo abbellisce esaltando la femminilità di chi lo indossa. Il pizzo non poteva mancare anche in molti dei 200 modelli della collezione 2016 Ateleba Sposa: disegna sul corpo intrecci bucolici, accende il bianco dell’abito e riveste la figura femminile di un’aurea incredibilmente romantica; indossarlo tuttavia non è semplice come sembra. Per questo ci siamo rivolti proprio ai designer di Ateleba Sposa per alcuni preziosi consigli.

Ateleba - Sartoria Sposa Scopri di più su “Ateleba - Sartoria Sposa ”
Ateleba – Sartoria Sposa

Dopo i preziosi consigli per resistere al freddo, rivolti alle spose d’inverno, Ateleba Sposa ci svela i 3 imperdibili trucchi per essere perfetta con un abito in pizzo: 

1. Tutte sognano il pizzo, ma a chi sta davvero bene?

Il pizzo ha tanti poteri nascosti, uno su tutti quello di rendere la donna che lo indossa elegante e sofisticata. Forse è per questo che trova la sua massima espressione nel panorama della Bridal Couture, dove l’abito da sposa in pizzo diventa sinonimo di principessa. Questo tessuto è ideale per una serie di dettagli, come le maniche, che realizzate in pizzo assumono un’aria raffinata, o le scollature in trasparenza a cui il pizzo regala fascino in più. Versatilità e disponibilità in centinaia di disegni fanno si che tutte le spose possano indossare questo tessuto; anche la sposa più moderna, magari con un taglio di capelli cortissimo, può essere avvolta in un pizzo splendido pur mantenendo il suo look attuale e minimal. L’unica regola è saperlo adattare alle caratteristiche diverse di ogni donna

Ateleba - Sartoria Sposa Scopri di più su “Ateleba - Sartoria Sposa ”
Ateleba – Sartoria Sposa

2. Quanti tipi di pizzo esistono e come scegliere tra un ventaglio tanto ampio?

Esistono tanti tipi di pizzo, che variano in base a filati di origine e lavorazione: siciliano, macramé, merletto napoletano, pizzo di Bruxelles…ma i più utilizzati per la sposa sono da sempre il rebrodè e lo chantilly. Si tratta di pizzi francesi, imitati in tutto il mondo, che sono di gran lunga i più belli per una serie di ragioni: prima di tutto i telai storici sui quali vengono realizzati e poi i disegni, patrimonio esclusivo dei tessitori francesi. La scelta per la sposa non è mai facile: generalmente si seguono i consigli della stilista, la quale tiene presente contemporaneamente sia il modello, che la scollatura e l’effetto finale dell’abito. Nel caso di corsetti steccati la scelta ricade su un disegno piccolo, mentre un ramage più grande può farsi spazio su gonne e code; fondamentalmente è meglio affidarsi a professionisti competenti, i quali non imporranno mai le loro scelte, ma faranno in modo di proporvi una serie di elementi, cercando di rimanere quanto più vicine è possibile ai vostri gusti.

Ateleba - Sartoria Sposa Scopri di più su “Ateleba - Sartoria Sposa ”
Ateleba – Sartoria Sposa

3. Meglio optare per il pizzo solo per accessori e dettagli, o ci possiamo sbizzarrire con un look total?

Il pizzo proprio perché esiste in centinaia di disegni, con caratura e fatture diverse, può essere utilizzato sia per un total look, che per piccolissimi dettagli di stile su un abito da sposa. Chiaramente, più piccolo sarà il dettaglio, più importante dovrà essere il ricamo, in questo caso anche in rilievo. Se il vestito è interamente di pizzo è meglio scegliere disegni piuttosto delicati e trame sottili e leggere per fare in modo che la caduta finale dell’abito risulti eterea e che l’insieme dei disegni che si susseguono non conferisca un aspetto troppo pesante ed antico all’abito. Gli accessori in pizzo invece sono più adatti ad abiti da sposa estremamente semplici e delicati, meglio se monotexture in seta; il rischio altrimenti è di creare un insieme caotico e troppo ricco.

Ateleba - Sartoria Sposa Scopri di più su “Ateleba - Sartoria Sposa ”
Ateleba – Sartoria Sposa

Elena Barba, anima creativa del brand Ateleba Sposa, infine consiglia alle spose di mantenere un look semplice, senza mescolare troppo: ‘Dico sempre che se ci sono troppi elementi l’occhio non sa dove guardare e alla fine si svilisce anche l’importanza del look desiderato.’ Attenzione anche agli accessori e agli abbinamenti: ‘Un velo semplice, magari solo tagliato, senza alcuna rifinitura è certamente più adatto a completare un abito da sposa di pizzo, piuttosto che un velo con un grosso bordo che arricchisce inutilmente ed appesantisce lo sguardo. Scarpe o bolerini in pizzo vanno abbinate solo quando il pizzo è assolutamente lo stesso del vestito, oppure se quello è l’unico tipo di pizzo che compare nella mise’.

[Foto via  MNStudio]

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni