IT Login
IT

6 trucchi infallibili per posare di fronte al fotografo nel giorno del tuo matrimonio

Gli album di nozze sono l’unico ricordo tangibile del vostro Giorno più bello, il solo che potrà accompagnarvi durante tutta la vita. Mentre il ricordo si modifica nel tempo accompagnandovi sempre, ma allo stesso tempo mischiandosi a sensazioni e allo scorrere degli anni, lo scatto cattura l’istante. “La fotografia è il riconoscimento simultaneo, in una frazione di secondo, del significato di un evento” – diceva il maestro Henri Cartier-Bresson.

Moumou PhotographyScopri di più su “Moumou Photography”
Moumou Photography

Per questa ragione, insistiamo spesso sull’importanza della scelta del fotografo e vi proponiamo solo i migliori professionisti in circolazione in Italia, che peraltro potrete contattare senza alcun impegno cliccando qui.
Come sottolinea Max D’Alessandro di Scatti Spontanei, “(…) dopo il lungo -ed un po’ faticoso, ma stimolante- periodo di organizzazione delle nozze, arriva il Grande Giorno, con la preparazione della sposa, un po’ di apprensione, la tanto attesa cerimonia, la tensione che si allenta tra riso e risate, e gli innumerevoli abbracci da distribuire e ricevere durante la giornata con tutti i nostri cari lì presenti a condividere con noi un giorno così speciale”.

Foto: Carmine Napolitano

Solo chi ci è già passato può comrendere a 360º il mix di emozioni che si concentrano nel giro di poche ore: ricordate quando abbiamo chiesto alle nostre wedding planner per quali ragioni sposarsi sia stato il regalo più bello che si siano mai fatte? Lo stress si allenta, il sì più importante e decisivo è stato pronunciato e non rimane che godersi la festa con i propri affetti! Dopo il rito, infatti arriva il meglio: “la fuga dei neo-sposi dalla mischia – continua Max – che, complice il fotografo , si dirigono verso un caratteristico -e possibilmente tranquillo- luogo dove effettuare un po’ di scatti fotografici. Questo, di fatto, il primo (ed unico) momento della giornata nel quale la coppia riesce a rimaner sola, a scambiarsi le impressioni della cerimonia, a verificare che impressione fanno le dita fasciate da questi nuovi oggetti luccicanti così speciali, a ricordare insieme quanto erano goffi e teneri i bambini con il cucino con le fedi, ad immaginare il viaggio di nozze ormai alle porte…!”

Tutte queste emozioni comporranno istante dopo istante il vostro giorno più bello, in un crescendo di felicità che vorrete ricordare tutta la vita in modo quanto più fedele possibile a quanto vissuto. Perché uno scatto sia autentico la regola numero uno è che sia spontaneo, e come tale non costruito.

Tuttavia, ci sono degli stratagemmi per dare il meglio di sé di fronte all’obiettivo. Scopriamoli inisme!

1. Il sorriso

Scatti SpontaneiScopri di più su “Scatti Spontanei”
Scatti Spontanei

A molti potrà sembrare banale: come posso non sorridere nel mio giorno più bello? Eppure, una delle 5 cose che tutte le spose dimenticano di fare nel giorno del loro matrimonio è proprio sorridere, come abbiamo visto qui. Perché lo scatto che vi ritrae risulti soddisfacente sotto ogni punto di vista, è di fondamentale importanza sorridere in modo naturale: se ostentate un sorriso esagerato, infatti, gli occhi si ridurranno, verranno accentuati i difetti fisici, rughe e rughette si distribuiranno magicamente intorno a occhi e labbra, ma soprattutto sfoggerete un gesto forzato sgradevole per voi e per chiunque sfogli l’album delle vostre nozze.

2. La migliore angolazione

Scatti SpontaneiScopri di più su “Scatti Spontanei”
Scatti Spontanei

Tutti abbiamo dei punti forti che ci fanno sentiré più a nostro agio. Una posa laterale non favorirà di certo chi sfoggia un naso importante, né scatti dal basso chi ha qualche chiletto di troppo, come ci insegnano tutti i guru social in questa epoca selfie. Se ancora non sapete qual è il vostro lato migliore, non esitate a fare qualche prova con il fotografo, ma anche in casa di fronte allo specchio: vi renderete conto che il volto non è perfettamente simmetrico, e simulare una serie di gesti e pose vi permetterà di conoscere meglio il vostro corpo e la vostra gestualità, e di non ritrovarvi a sfogliare un album nuziale in cui quasi non vi riconoscete.

3. La postura

Foto: Duo Borgatto

Spalle dritte ma rilassate: quante volte ce lo siamo sentiti ripetere a scuola? Eppure, non si trata di certo di un consiglio da elargire solo ai bimbi, dato che una postura retta ma non forzata è l’ABC di un portamento sano ed elegante. Petto in fuori, spalle in dentro e addome in tensione è la postura raccomandata per conservare la forma física e tutelare la colonna vertebrale, ma è anche lo stratagemma che vi favorirà di fronte agli scatti del fotografo nel giorno del vostro matrimonio. Guadagnerete in altezza e portamento: e per completare il ritratto perfetto, meglio non stendere le braccia lungo il corpo, ma piegarle leggermente sui fianchi. Per la classica foto in posa, inoltre, non porsi esattamente di fronte all’obiettivo è una mossa furba per comparire più slanciati ed eleganti: meglio mettere una mano sul fianco e girare leggermente il corpo inclinando la spalla e distribuendo il peso su un lato.

4. Il volto

Rosario BorzachielloScopri di più su “Rosario Borzachiello”
Rosario Borzachiello

Un buon trucco per il perfetto ritratto è alzare leggermente il mento stirando il collo ed inclinando il volto verso il basso. Il volto aparirà più disteso, a patto che ricordiate di rilassare le labbra. Alcuni consigliano di applicare il metodo dello squinching che consiste nel socchiudere gli occhi: questa mossa, assicurano gli esperti, conferisce più sicurezza soprattutto in caso di scatti ravvicinati.

5. Un trucco naturale

Roberta De Min FotografaScopri di più su “Roberta De Min Fotografa”
Roberta De Min Fotografa

Il make up è una delle componenti fondamentali del look nuziale. Qualsiasi stile scegliate, è di importanza fondamentale non stravolgere la propria fisionomia né tantomeno la vostra personalità. Rischiereste di non sentirvi a vostro agio, e questo verrebbe percepito anche da fuori: del resto, sapete che una delle cose che gli invitati si aspettano da un matrimonio è proprio condividere con i propri cari, enon con loro surrogati né maschere, il loro giorno più bello? Purtroppo, invece, accade spesso che le spose preferiscano seguire le mode del momento senza soppesare ogni aspetto, soprattutto se non si rivolgono a un professionista di trucco da sposa: e tra i commenti a caldo degli invitati (che tutti fanno, ricordatevelo… che vi piaccia o no!) a volte si sente una nota di disappunto del tipo ‘Ma hai visto la sposa? Non sembrava neanche lei!’. Perché ciò non accada, è necessario prediligere un trucco che valorizzi le vostre caratteristiche senza nasconderle dietro una maschera: una base che rispetti il vostro incarnato, quindi, e dei toni che vi favoriscano e che non facciano del vostro viso una lastra in cui si riflette il flash del fotógrafo. Su questo sono concordi due dei massimi esperti che abbiamo intervistato in esclusiva per voi, quali Giorgio Forgani, uno dei più apprezzati make up artista di Pupa Milano, e Luisa Festa, una delle migliori esperte di bellezza e truccatrici di Napoli. Attenzione: quando parliamo di trucco naturale non vi stiamo di certo consigliando un maquillage scialbo e senza personalità, anzi! Un tocco di colore sarà perfetto sulle labbra: per sfoggiare un sorriso da pubblicità, i toni rosa tenue e pesca conferiscono un effetto fresco e femminile, soprattutto se potenziati da un tocco di gloss che vi regalerà un aspetto voluminoso e sensuale.

6. Relax

Grande & Perna FotografiScopri di più su “Grande & Perna Fotografi”
Grande & Perna Fotografi

Last but not least… rilassatevi! La fase organizzativa è ormai un ricordo lonatno e con lei il rischio, ormai scongiurato, di trasformarvi in temibili Bridezilla! Non resta che godervi ogni istante delle vostre nozze, magari grazie a questi nostri accorgimenti anti-stress che potrebbero cogliervi proprio durante il Big Day… La possibilità di godere di ogni momento verrà facilitata anche dalla professionalità del fotografo, che debe avere la capacità di assistere alla giornata accompagnandovi in modo attento e scrupoloso, senza tuttavia far pesare la propia presenza. L’errore peggiore che possiate fare è infatti stare rigide ed all’erta, con l’ansia da ‘oddio, come sarò venuta male nelle foto!’. Uno degli errori che le nostre esperte non ripeterebbero nel giorno del loro sì sarebe proprio prendersi troppo sul serio, ricordate? Quindi, via libera ad un po’ di sano humor, e lasciatevi trasportare dal momento. Su questo aspetto sono più che d’accordo gli esperti interpellati, che ci svelano qualche trucco.
“Io con i miei sposi rido, gioco, scherzo, cerco di metterli sempre a loro agio – ci racconta Emanuela Vigna Photo – Cerco di mettermi in disparte, li invito a parlare tra di loro, perché la complicità che si crea in certi momenti rende naturale anche la foto in posa”.

Emanuela Vigna PhotoScopri di più su “Emanuela Vigna Photo”
Emanuela Vigna Photo

Max ci racconta che per realizzare i suoi Scatti Spontanei – nome di certo non casuale che il profesionista ha appunto scelto per la propria attività- occorre in primis mettere gli sposi a loro agio: “a volte offro loro un gelato (anche se una volta una sposa americana ha preferito una birra…), ma in realtà spesso mi basta soltanto lasciarli soli, cercare lo sfondo e la luce giusti ed inquadrarli da lontano, con un teleobiettivo, mentre camminano, parlano, si abbracciano, sorridono, pieni di una gioia immensa, della consapevolezza di aver formato una nuova famiglia, di aver realizzato il loro sogno”.

Scatti SpontaneiScopri di più su “Scatti Spontanei”
Scatti Spontanei

E’ della stessa filosofía Riccardo Cigno, che cerca sempre di rappresentare la coppia con la massima naturalezza, prediligendo pose che non siano troppo artefatte, anche quando si tratta delle foto più classiche e delle foto di rito più ‘costruite’. “E’ importante che gli sposi si sentano a loro agio senza essere ‘snaturati’ – ci spiega Riccardo – e per questo il rapporto di fiducia che si va a creare tra copia e fotografo è fondamentale per il raggiungimento di certi risultati. Ogni persona è diversa e più o meno predisposta a posare davanti ad un obiettivo: e qui entra in gioco la capacità del fotógrafo, che debe interpretare al meglio la personalità dei soggetti. Il consiglio che do agli sposi? Innanzitutto affidarsi ad un professionista con cui si abbia empatia, basando la scelta sull’impatto emotivo e lasciandosi guidare dalle sensazioni. Poi non rimane che essere se stessi vivendo con serenità quella che senz’altro sarà una piacevole esperienza!”

Riccardo CignoScopri di più su “Riccardo Cigno”
Riccardo Cigno

Che ne dite dei nostri piccoli trucchi per dare il meglio di sè di fronte all’obiettivo? Naturalmente si trata di stratagemmi con cui fare qualche prova prima del Grande Giorno, magari in una sessione pre-matrimoniale che vi permetterà di essere voi stessi di fronte all’obiettivo e di sviluppare con il fotografo quella sintonia tanto importante di cui ci parlava anche lo staff di Click & Chic, quando ci spiegava che alla fine è tutta… questione di feeling!

Quanto più rilassati sarete, più vi riconoscerete negli scatti, vivrete una giornata indimenticabile e regalerete felicità a chi vi circonda… anche al fotógrafo stesso! “Alla fine di ogni matrimonio, torno a casa con la meravigliosa sensazione di aver assistito ad uno spettacolo sempre nuovo e diverso, che – ogni singola volta – mi entusiasma come fosse la prima volta e rende gratificante questo mio lavoro!” conclude Max di Scatti Sponatanei.

Non trovate anche voi che tutto questo sia semplicemente magico?

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni