IT Login
IT

The Love Affair: ma allora il Paese delle meraviglie esiste davvero!

‘… si vabbé, ma giusto per farti un piacere’- questa la risposta della mia amica Dalia di fronte alla richiesta di accompagnarmi ad una fiera per sposi a Milano durante un assolato weekend di fine ottobre.

Riattacco il telefono e penso ‘In effetti, come darle torto??’ Dici fiera sposi e la prima cosa a cui pensi è una successione di stand pieni di nastrini e confetti, uno scambio di biglietti da visita tra fornitori, processioni di futuri sposi infagottati di brochure e borse ricordo: il tutto, spessissimo racchiuso tra asettiche pareti, tra tartine fredde, depliant e cataloghi raccattati qua e là. Di certo non associ il concetto di fiera per sposi alle parole, che so, creatività o fantasia o entusiasmo. Non prima di aver varcato le porte della Galvanotecnica Bugatti, almeno.

Dietro lo scalo ferroviario di Porta Genova, nel cuore di Zona Tortona, questa incredibile ex fabbrica che fonde il design contemporaneo con le antiche arcate in mattoni e le vetrate in ferro battuto di una volta, ha ospitato durante le giornate di sabato 25 e domenica 26 ottobre The Love Affair.

Foto via Roberta Tucci . Live Love Life | Photography

Un evento che supera anni luce il concetto di fiera sposi, per ribaltare completamente tutto quanto si associa di solito a questo tipo di manifestazione. The Love Affair nasce da una mancanza – spiega nell’Intro del catalogo Cristina, wedding designer di Le Jour du Oui, l’ideatrice del progetto – ovvero in Italia non c’era un evento dove scambiare idee, svagarsi, chiacchierare e documentarsi sul wedding. Solo cose noiose, già viste e straviste che nulla avevano a che fare con noi”.

Parola d'ordine: #sharetheloveaffair !

Della stessa opinione Sofia, flower designer de Il Profumo dei Fiori, amante del vintage e dei pezzi unici che si trovano nelle cantine delle nonne: con le giovani creative, nello staff organizzativo della manifestazione troviamo Elisabetta Marzetti Photography, amante di moda, viaggi ma da sempre affascinata dalle storie d’amore; Ludovica, bouquet designer di V As Love che fonde arte ed artigianato per creare composizioni anticonvenzionali ed uniche; la digital PR Carolina Rimondi, e la graphic designer Arabella di Caratterino.

Tutto pronto, si parte!

The Love Affair nasce come una festosa esposizione di cose belle, che chiama a raccolta giovani creativi amanti del pianeta wedding, ma che non si sentono identificati con le classiche fiere del settore. Si tratta di fotografi, grafici, artigiani, event planner, cake designer e stilisti che vogliono offrire alle future coppie la possibilità di vivere un matrimonio che davvero le rappresenti, aldilà di etichette, bon ton e mode del momento.

Ogni stand è un piccolo concentrato di creatività, e passeggiando tra le sale che compongono quest’incredibile spazio, è impossibile resistere alla tentazione di fermarsi con ciascuno degli espositori per scambiare due parole.

L&V PhotographyScopri di più su “L&V Photography”
L&V Photography

Tra i fotografi di nozze, veniamo letteralmente rapite dall’originalità dei Real Wedding proposti da Laura e Tommy, compagni nella vita e nel lavoro, uniti in nome di LaTo Photography; incredibile la commistione di fotoreportage ed estro creativo, alla base della ricerca stilistica di L&V Photography; Ali&Met sono degli autentici contastorie, in grado di raccontare un matrimonio grazie al loro obiettivo; mentre Andrea, Giacomo e Paco di Aberrazioni Cromatiche raccontano senza filtri né pose le storie d’amore più belle, unendo fotografia, video-making e scrittura.

Aberrazioni Cromatiche studio - Fotografi e Videomakers
LaTo PhotographyScopri di più su “LaTo Photography”
LaTo Photography
L&V PhotographyScopri di più su “L&V Photography”
L&V Photography
Elisabetta Marzetti Photography
Ali&Met

Splendide le proposte grafiche in fatto di menù, inviti, save the date, idee per packaging, segnaposti, partecipazioni di nozze e chi più ne ha più ne metta: dalle idee sviluppate da Caratterino su materiali alternativi quale il legno, ai coordinati grafici de L’idea grafica studiati ad hoc per ogni coppia, passando per la contaminazione di mondi operata da Mondo Mombo, in bilico tra illustrazione, musica e disegno, fino al mix esplosivo de Il ghirigoro, vere artigiane tra creazioni handmade e progettazione grafica, ed all’estro inconfondibile di Madamadorè.

L'idea grafica
Mondo Mombo
ll ghirigoro
MadamadorèScopri di più su “Madamadorè”
Madamadorè

Da segnalare, il progetto ‘You & Me, we were meant to be‘, che nasce dalla collaborazione tra Lettere di Legno e Rav design e dalla passione condivisa per tutto ciò che è creatività. “Entrambi crediamo fermamente nel potere delle piccole cose che sono capaci di rendere unici’ momenti della vita di ognuno di noi, diventando dei simboli impressi nella memoria di chi guarda” – ci spiega Laura Ravetta.

Lettere di Legno. Foto by EnneFoto

Momenti di vera dolcezza ci vengono offerti da una selezionata lista dei migliori specialisti di sweet & catering: ci prende per la gola la cake designer Eleonora di Nana&Nana Cakes, offrendoci una fetta di una squisita naked cake al cioccolato e frutti rossi, mentre ci racconta che la new entry tra le tendenze 2015 è la torta spatolata, accanto alla consacrazione definitiva (evviva!) di candy bar e sweet table. Maggioni Party Service propone invece un assaggio (per occhi e palato) dei menù personalizzati che offre, grazie a piatti ad effetto ed ingredienti selezionatissimi e di prima qualità.

Nana&Nana CakesScopri di più su “Nana&Nana Cakes”
Nana&Nana Cakes
Maggioni Party ServiceScopri di più su “Maggioni Party Service”
Maggioni Party Service
Noeliya

Davvero d’effetto il catering fuori dai canoni tradizionali proposto da I love my kitchen, che mixa portate accattivanti ed allestimenti creativi. Per coloro che desiderano noleggiare mobili ed oggetti, Noeliya saprà offrire una gamma vastissima di proposte, occupandosi di ogni fase dell’allestimento, dal design all’imballaggio. Gli amanti del fai da te non avranno che l’imbarazzo della scelta navigando nel portale di Bianco Concept Store, uno studio di progettazione di Trento, dove è possibile procurarsi oggetti curiosi dal mondo ed introvabili. Tra le idee che già impazzano, i timbrini e le decorazioni con lettere ed iniziali gonfiabili: un trend americano sempre più richiesto anche in Italia.

I love my kitchen
Bianco Concept Store

Durante la giornata di sabato, il momento decisamente clou è rappresentato dalle sfilate: dalla scalinata della sala principale della Galvanoteca ecco giungere le più belle del reame, avvolte dalle creazioni delle Bridal designer Marianna LanzilliAlessia Baldi e Nadia Manzato ed Elochka che presentano le loro collezioni per il prossimo anno. Già seguivamo da tempo questi originali rappresentanti della creatività italiana, contattabili con un solo click grazie alla nostra fornitissima Directory.

Marianna LanzilliScopri di più su “Marianna Lanzilli”
Marianna Lanzilli
Marianna LanzilliScopri di più su “Marianna Lanzilli”
Marianna Lanzilli
Alessia Baldi Atelier
Alessia Baldi AtelierScopri di più su “Alessia Baldi Atelier”
Alessia Baldi Atelier
Nadia Manzato Wedding Couture
Nadia Manzato Wedding CoutureScopri di più su “Nadia Manzato Wedding Couture”
Nadia Manzato Wedding Couture
Elochka

Ma l’emozione di vedere da vicino questi capolavori di sartoria non ha prezzo! E di certo non perdo l’occasione di piazzarmi in prima fila durante la sfilata per ammirare modelli davvero originali, lontani anni luce dalle solite proposte viste e straviste. Crop top, dettagli in pizzo, abiti scollati sulla schiena, ruote anni Cinquanta che tanto adoro, commistione di tessuti particolari, quali lino, lana e sangallo, maniche di ogni lunghezza e giacchine in pizzo, maxi-fiocchi e dettagli unici: mi colpisce la perfezione stilistica di questi abiti non convenzionali così diversi l’un dall’altro, eppure accomunati da un messaggio di leggerezza dal gusto retrò e di libertà di volumi, tessuti ma soprattutto di idee.

E che matrimonio sarebbe senza fiori? Spettacolari le composizioni di Cosetta e Sofia, madre e figlia che hanno unito la loro creatività ne Il Profumo dei Fiori, un vero laboratorio floreale dove si creano magie. La boutique Oui Fleurs di Bologna, che ha realizzato i bouquet per la sfilata di Nadia Manzato, compone allestimenti completi grazie alla gamma infinita di fiori freschissimi di ogni tipo, ed ad una originale selezione di complementi d’arrendo, tessuti e prodotti di interior.

Il profumo dei fioriScopri di più su “Il profumo dei fiori”
Il profumo dei fiori
Oui Fleurs
Nadia ManzatoScopri di più su “Nadia Manzato”
I bouquet realizzati da Oui Fleurs per la sfilata di Nadia Manzato

Menzione d’onore per Ludovica di V As Love che ha concepito, disegnato e realizzato per The Love Affair uno degli allestimenti più incredibili: difficilissima la missione, considerato il fatto che a questa ipervitaminica floral artist pavese è toccata la sala-laboratorio della Galvanotecnica, dove rubinetti in ottone, antichi dispositivi elettrici e vecchie cabine arrugginite hanno fornito il pretesto per ricreare una scenografia davvero particolare, perfetta per un matrimonio intimo impregnato di cura minuziosa ed artigianale che traspare in ogni minimo dettaglio.

V as LoVeScopri di più su “V as LoVe”
V as LoVe
V as LoVeScopri di più su “V as LoVe”
V as LoVe
V as LoVeScopri di più su “V as LoVe”
V as LoVe

La tavola senza i fiori non è una tavola come si deve! si legge nel profilo Facebook di TintaCorda, quando il countdown per The Love Affair è praticamente agli sgoccioli: come dare torto a Valentina, ideatrice di questo concept dal gusto sofisticato eppure semplice, che rapisce con i suoi colori tenui e naturali.

Tinta Corda - Foto via Facebook

Ed al motto unisono di Don’t stress, conosciamo le wedding planner presenti durante questa incredibile manifestazione: vere e proprie artiste che uniscono estro ed organizzazione, per confezionare su misura matrimoni ad hoc in grado di rappresentare al 100% gusti e personalità di ogni copia.  Iniziamo con Cristina de Le Jour du Oui, davvero gentilissima nel dedicarci il suo tempo nonostante super-indaffarata in quanto organizzatrice dell’evento. Sbriciamo tra i suoi real wedding e la sensazione che niente è piccolo se fatto con amore, trapela da ogni dettaglio che compone questi allestimenti impregnati di cura e dedizione.

Le Jour du OuiScopri di più su “Le Jour du Oui”
Le Jour du Oui
Le Jour du OuiScopri di più su “Le Jour du Oui”
Le Jour du Oui

Dopo mesi di chiacchierate via email, finalmente conosco di persona Laura de La Weddy, un vero concentrato di idee per tutte quelle occasioni che meritano di essere festeggiate in modo unico! Laura è esattamente come la immaginavo, frizzante, sorridente ed originale, esattamente come i tutorial realizzati in esclusiva per gli sposi Zankyou come potete vedere qui: speriamo di proporvene presto molti, molti altri!

La Weddy

Una piacevolissima scoperta, lo studio di progettazione di eventi Fresh Pepper è anche un laboratorio che realizza allestimenti e scenografie davvero molto particolari. Torneremo presto a parlare di loro, perché ci hanno davvero colpiti!

The Fresh Pepper

Idem come sopra, dopo mesi di scambi epistolari 2.0 che manco Jacopo Ortis (!), finalmente conosco Elena, mente e cuore di Wedding Wonderland, uno dei punti di riferimento in Italia per operatori del settore ed appassionati del pianeta nozze, in grado di proporre idee alternative perfette per chi sogna un matrimonio davvero speciale.

Wedding Wonderland

Creatività, artigianato e personalizzazione sono le chiavi di lettura di Felice Giorno, un’esplosione di colori e fantasia che viene incontro alle esigenze di quegli sposi che desiderano personalizzare il loro matrimoni con un tocco in più. Non sono da meno le proposte di Marilou, giovane wedding & graphic designer ‘diy dipendente e con una cronica difficoltà a star ferma’ come si definisce nel suo profilo Facebook, conquistando immediatamente la mia simpatia. Impossibile non fermarsi di fronte allo stand di Raffaella Ferrari, un’arcobaleno di idee multicolor che ti conquistano a prima vista

Felice Giorno
Raffaella Ferrari
Raffaella Ferrari
Marilou

Nell’area market, sono una più irresistibile dell’altra le creazioni handmade eco-stylish di Pipoca, che al motto di ‘Festeggiamo rispettando il pianeta!’ propone prodotti biodegradabili di design, perfetti per un matrimonio eco-friendly nel rispetto del medio-ambiente. E che dire dello stand di &Company Shop by Betty Soldi? Coincidenze del destino, mi ero imbattuta per caso in questo studio di design fiorentino un paio di settimane fa in occasione del mio ultimo viaggio in Toscana: uno spazio unico, gestito da due veri vintage lover, in cui è possibile trovare una selezione di mobili, oggetti, porcellane, grafiche e ricercatezze dal gusto british perfetti per una lista nozze su misura, chic ed originale. Betty ha anche impartito durante la seconda giornata dell’evento il seguitissimo workshop di Calligrafia, per tutti quegli sposi che vogliano personalizzare il loro giorno più bello con dettagli DIY. Ne avevo sentito parlare parecchio, e finalmente conosco da vicino le proposte de La Bottega delle Fandonie, un team di creative che si dedicano a ‘un sacco di cosette -come si legge nel profilo Facebook-  illustriamo, fotografiamo e ci divertiamo con photoshop e illustrator. cuciamo papillon e pupazzi e gonnelline, pieghiamo origami e mangiamo i biscotti”. E’ amore a prima vista, così come di fronte agli accessori handmade realizzati da La Nico delle meraviglie, che mi convincono definitivamente a quella che so sarà presto una grande verità: devo avere anch’io assolutamente un cappellino alla Regina Elisabetta!

Pipoca
&Company Shop by Betty Soldi
La Bottega delle Fandonie
La Nico delle meraviglie

Riguardo alla bellezza da sposa, non mancano le dimostrazioni di make up ed acconciatura della beauty consultant Paola Bianchera, in grado di valorizzare ogni sposa nel rispetto della sua personalità e dei suoi gusti. Ecco una fantastica acconciatura semiraccolta con morbida treccia, trend indiscusso del 2014 su cui scommettiamo anche per la prossima stagione Bridal!

Nadia ManzatoScopri di più su “Nadia Manzato”
Nadia Manzato

Un progetto unico nel suo genere è invece quello proposto da Eco Viaggi Sartoriali di Responsible Chic Atelier, il cui stand, composto da fili di lana e strumenti da sarta con maxi cartellone di foto dal mondo sullo sfondo, colpisce subito la mia attenzione. ‘Ma di che si tratta?’ chiedo alle ragazze, che entusiaste mi illustrano un concept che va molto, molto oltre l’agenzia viaggio: la filosofia alla base del progetto è riconducibile ad un turismo eco-sostenibile in chiave chic, cucito addosso (e da qua forbici, ago e filo) sulle esigenze di ogni coppia in modo autentico, nel rispetto di gusti, tempistiche e budget. ‘Ma sei Simona di Zankyou?? Siamo contentissime di essere presenti nella directory del vostro portale, e tutte le nostre coppie di sposi vi hanno utilizzato per la loro lista nozze!’ esordisce Elisabetta al momento delle presentazioni: è sempre meraviglioso sentire parole come queste, perché nascondervelo?

E veniamo a uno dei momenti che più aspettavo: la messa online indiretta del nuovo numero di uno dei wedding magazine che seguo da sempre e per cui vado matta. Così, di fronte alla folla ghermita, lo staff di Say Yep ha organizzato un release party lanciando in rete il numero 5 di quello che è e rimane una realtà unica nel panorama italiano dedicato ai matrimoni.

Let's release party started, oh yeah! Foto via Say Yep/Facebook

Molto più di una rivista online, questo seguitissimo progetto è un vero contenitore di creatività che unisce sotto lo stesso concept gli scatti dei fotografi Giuli&Giordi, le proposte anticonvenzionali delle designer Ila Malù, le idee della wedding planner Tren di Nozze, l’estro della graphic designer Cut&Paste, e la fantasia della writer & editor La Cynique Romantique, già ospite su questi schermi grazie al suo seguitissimo intervento dedicato ai 5 NO che aiutano a sposarsi (che potrete leggere QUI).

Prima di lasciarvi a qualche altro scatto realizzato passeggiando tra i vari stand, tra un’intervista, mille sorrisi, ‘wow’ increduli e qualche assaggino di torte e confetti (è un duro lavoro, ma qualcuno dovrà pur farlo…), vorrei dare un ringraziamento speciale alla carinissima Giulia, press officer di The Lova Affair, che mi ha presentato i vari artisti presenti nonostante fosse super-impegnata tra sfilate e stand.

*

L’esito dell’evento? Un successone, come leggo dalla newsletter che l’ufficio stampa ha inviato stamattina: 1200 visitatori provenienti da tutta Italia, oltre 30 tra blogger e giornalisti, più di 500 fotografie su Instagram con l’hashtag ufficiale #sharetheloveaffair600 con l’hashtag #theloveaffair, workshop sold-out, 30 espositori dedicati al wedding, in quindici settori differenti e un’interessante area Market, due aperitivi musicali con concerto serale ed una tavola rotonda. Ma soprattutto la possibilità di conoscere dal vivo chi seguo da tanto, riabbracciare alcune delle blogger conosciute durante Write My Wedding e mettere un volto alle penne 2.0 che leggo ogni giorno, e con alcune delle quali collaboro pure.

E se vi state chiedendo come ha vissuto l’esperienza l’amica Dalia, vi riporto le sue testuali parole all’uscita della Galvanotecnica: ‘Simooooo, ma non avrei mai pensato che un matrimonio potesse essere così… così… così…’ Non le vengono le parole, ma il sorrisone a 85 denti parla da solo, ed in fondo immagino bene a cosa si riferisca, anche se è davvero una mission impossible racchiudere The Love Affair in un’unica definizione. Creatività, estro, originalità, passione ma soprattutto tanto, tanto amore. Di quelli autentici, che crescono giorno dopo giorno in modo incontenibile ed esplosivo.

[Per la cronaca, non escludiamo che il parere della giuria sia stato in parte influenzato dalle irresistibili creazioni dei cake designer presenti. La frase ‘Queste torte sono così belle che è un peccato mangiarle’ ha avuto vita breve, e la sua credibilità è durata fino al momento in cui ci hanno dato in mano un cucchiaino, lo ammettiamo].

Nana&Nana CakesScopri di più su “Nana&Nana Cakes”
Nana&Nana Cakes, tu ci vizi!

Un grazie grande grande a tutti coloro che credono e rendono possibili progetti come questi: è da voi e con voi che ripartiremo!

Non ci resta che attendere la prossima edizione e continuare a diffondere il verbo: share the love affair!

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Commenti (2)

Giovanna Calà
29 October 2014

Wow…Simo, grazie per avermi fatto sognare…la prossima volta ci sarò!!! Magari proporrò al mondo di The love Affair di venire a esporre in Svizzera…è questo made in Italy che io voglio far conoscere. Complimenti a tutti e a te per l’articolo!!

Lasciare un commento
maleddi
30 October 2014

Concordo su tutto!!!!! Sono partita da Modena perchè me lo sentivo…. DOVEVO venire a Milano.
Ho trovato un’ambiente accogliente, creativo, pieno di fantasia e belle persone ho passato una bellissima giornata GRAZIE GRAZIE!!!!!! Eddi Maletti

Lasciare un commento

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni