IT Login
IT

Una miniguida per gli stranieri che si sposano in Italia

Come sappiamo, in Italia ci si puó sposare secondo tre modalità: il classico rito religioso in chiesa, il rito civile celebrato da un ufficiale ed il rito concordatario, accanto a matrimoni simbolici di vario tipo (scopri qui i 5 rituali più famosi). Gestendo ogni giorno centinaia di matrimoni in tutto il mondo che si rivolgono a Zankyou per creare il sito web gratuito per organizzare le loro nozze, oggi vogliamo rivolgerci alle coppie straniere o miste che desiderano sposarsi in Italia.

Emanuele Fumanti Wedding Photographer, Location Alla posta dei DonniniScopri di più su “Emanuele Fumanti Wedding Photographer, Location Alla posta dei Donnini”
Emanuele Fumanti Wedding Photographer – Location: Alla Posta dei Donnini

Come muoversi a livello burocratico ed organizzativo? L’abbiamo chiesto a I Do In Italy, un network confezionato su misura per gli sposi stranieri ma anche italiani che, amanti dell’Italia e dei suoi prodotti eccellenti, desiderano celebrare il proprio matrimonio o trascorrere la propria Honeymoon in location esclusive all’insegna del “Simple Luxury” rigorosamente “Made in Italy”. I Do In Italy ha effettuato un’attenta analisi di location e fornitori, ed è in grado così di proporre ai propri clienti solo le eccellenze del Made in Italy, per un servizio completo a 360°, dalla A alla Z.

In media chi sono gli stranieri che si sposano in Italia e perché?

Ogni mille abitanti italiani, si registrano solo 3,2 matrimoni. Siamo, con questi dati, uno dei Paesi dell’Unione Europea in cui si convola meno a nozze. Le statistiche ufficiali registrano evidenti cambiamenti nella società. In Italia le coppie conviventi non sposate sono ben 1 milione e 95 mila e l’andamento nel tempo è crescente. In assoluta controtendenza nel 2014 sono state 6.724 le nozze di stranieri celebrate in Italia, mostrando una forte crescita rispetto il 2013 che registrava 4.728 matrimoni e constatando quindi una crescita del +42%. L’indotto totale del turismo matrimoniale in Italia è di ben 350 milioni di euro. Fra le prime nazionalità a sposarsi in Italia: inglesi, americani e russi. Gli stranieri scelgono l’Italia perchè è il Bel Paese, ricco di cultura, arte, paesaggi meravigliosi, buon cibo, ottimo vino, clima mite e grandi professionisti del settore wedding.

Margherita Calati Photography

Che tipo di matrimonio desiderano le coppie straniere?

Dalla mia esperienza maturata in questi ultimi anni in tema di destination wedding posso affermare che lo straniero ricerca da noi un matrimonio tipicamente italiano, molto legato quindi alla nostra tradizione. E’ attento a tutti i dettagli specie a quelli legati alla scelta dei piatti e dei prodotti tipici del territorio e all’incanto delle nostre locations che esse siano dimore storiche, antichi casali, cantine storiche di charme, baite da sogno o ville classiche. L’ultima tendenza, da loro molto apprezzata, è quella di organizzare i ricevimenti in luoghi non convenzionali come, ad esempio, tra le vigne, nelle grotte o in riva al mare… largo quindi alla fantasia!

Come avviene la definizione del concept del loro ricevimento?

La definizione del concept del ricevimento di una coppia straniera avviene in maniera similare a quello delle nostre coppie italiane. I clienti, solitamente, esprimono e ci raccontano i proprio desideri e sogni e noi, tramite progetti e rendering, facciamo immaginare loro la situazione così da costruire insieme il “film” della giornata. Inoltre, facciamo avere loro più foto possibili e materiali così che durante le nostre conference call si riesca a visionare insieme il tutto e a definire al meglio quanti più dettagli possibili.

Igor Bellini Fotografo SardegnaScopri di più su “Igor Bellini Fotografo Sardegna”
Igor Bellini Fotografo Sardegna

Il primo passo per celebrare un matrimonio in Italia consiste nella richiesta di matrimonio che deve essere effettuata presso l’ufficio matrimoni del vostro Comune di residenza. Quindi dovete richiedere l’appuntamento per il giuramento, che si svolge di fronte a un ufficiale di stato civile e con almeno due testimoni. Trattandosi di sposi non italiani, è necessario il passaporto valido, il nulla osta rilasciato dal vostro Consolato (o Ambasciata) con firma autenticata in Prefettura se il Paese di origine non è un membro dell’Unione Europea. Infine, se siete residenti in Italia, i certificati di stato libero e di residenza, mentre non è necessario il permesso di soggiorno.

Qualcosa di BluScopri di più su “Qualcosa di Blu”
Qualcosa di Blu

Sposi di tutto il mondo, unitevi! Le location per matrimoni più belle d’Italia non potranno che ammaliarvi con proposte di tutti i tipi: avete dato un’occhiata alle più belle location per matrimoni di Roma?

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Commenti (2)

ihaveahorse
18 October 2011

Ciao, Io sono protestante e vorrei sposarmi qui in Italia con rito protestante. Qualcuno sa se e’ possibile effetuare la cerimonia in un luogo che non sia una chiesa? Per esempio sul mare? E, se si, a chi potrei rivolgermi?
Grazie per il vostro aiuto,
Nathalie

Lasciare un commento
ambra
24 October 2011

Ti può essere d’aiuto Ambra wedding planner Italiana http://www.alambrawedding.com oppure puoi scrivere un e-mail a ambra@alambrawedding.com

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni