IT Login
IT

Sbirciando nelle passerelle pret-à-porter 2014, con una fashion blogger d’eccezione

Per chi, come me, è appassionato di moda e tendenze, navigare – diciamolo – è un vero lavoraccio. Moltissimi i blog tra cui districarsi, tra best of, outfit, must have e compagnia bella (senza contare la profusione di blogger che ogni giorno ci spiattellano selfies più o meno imbarazzanti per testimoniare al mondo intero cosa indossano, imperterrite di cosa accade là fuori). Per fortuna le eccezioni ci sono, poche ma buona, anzi ottime. Da anni non mi perdo un articolo di ElectroMode, un blog difficile da definire, ma facilmente riconoscibile per il gusto e lo stile davvero unici.

Electro + Mode = ElectroMode, metà musica elettronica e metà moda ma non solo, perché il nostro è un mix imperfetto, un ibrido con l’inguaribile tendenza a spaziare in ambiti differenti: così si autodefiniscono nel loro profilo i due fratelli, menti, cuori e penne d’oro del blog, dove propongono concerti e sfilate, tendenze e dischi, ma anche mostre, libri, immagini, film, indirizzi, design, persone. Così d,opo aver chiesto a Miriam de La Cynique Romantique di dirci la sua sul fatato (ma non solo, come abbiamo visto nel suo contributo) mondo del wedding, oggi lasciamo la parola ad Alessia, che propone alle lettrici del nostro magazine uno degli abiti da sposa che più le è piaciuto tra le ultime proposte pret-à-porter 2014.

A te la parola, ElectroWedding!

*

Chi l’ha detto che l’abito da sposa deve essere per forza esagerato, enorme, carico di decorazioni e paillette? Si può strabiliare anche andando in direzione opposta, con un vestito bellissimo ma “semplice” e décontracté. E la soluzione migliore se si opta per qualcosa di anomalo e non si vuole l’effetto sposa che più sposa non si può è sempre dare uno sguardo alle collezioni prêt-à-porter e haute couture.

Per me la perla della primavera-estate 2014 è questo outfit del designer turco-britannico Erdem. Incastonato in una sfilata notevole, l’elegantissimo chemisier in organza con ricami floreali riesce a essere romantico, femminile e leggiadro ma con freschezza e disinvoltura. Il colletto da educanda abbinato a polsini, tasche e silhouette leggermente allungata gli conferisce infatti quell’aria sbarazzina che sarebbe piaciuta a Coco Chanel e che non guasta mai, a ogni età.

Erdem, Foto via Facebook

Si tratta inoltre di un capo che elimina alla radice problemi di scomodità, di scollature e trasparenze eccessive. Perfetto in qualsiasi contesto, è ideale per cerimonie non troppo formali. Se ci state facendo un pensierino, è attualmente in vendita anche on line. Il prezzo è consequenziale – sebbene non superiore a quello di molti abiti da sposa – ma se siete fortunate e avete sangue freddo, tra meno di un mese potreste riuscire ad accaparrarvelo con ribassi considerevoli.

Guest blogger:

Alessia di ElectroMode

Fashion blogger è decisamente una definizione riduttiva.

Vuoi collaborare con Zankyou? Contattaci
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni