IT Login
IT

Quanto regalare per un matrimonio? Il dilemma di ogni invitato di nozze

E’ un dato di fatto: la lista nozze degli sposi da qualche anno si sta rivoluzionando. Addio a servizi di piatti e bicchieri, basta argenteria e spesso anche il viaggio di nozze è organizzato in maniera indipendente dall’agenzia turistica. Stanno cambiando i tempi: per avere un servizio di piatti carino basta navigare sul web o recarsi in uno dei tanti punti vendita di articoli per la casa a prezzo medio che hanno affossato i negozi all’antica; e, soprattutto, sempre più convivenze anticipano i matrimoni e, di conseguenza, gli arredi delle case sono spesso già pronti il giorno delle nozze.

The Wedding TaleScopri di più su “The Wedding Tale”
The Wedding Tale

Insomma, comprare un regalo nuziale può mettere in difficoltà sia gli invitati, che spesso non sanno che pesci pigliare, sia gli sposi stessi, che temono di ricevere regali inutili o poco graditi. Come semplificare la vita ai vostri cari, ed al contempo scongiurare il rischio di un’invasione di portacornici in argento? La risposta è una lista nozze online che vi permetta di presentare idee regalo a cui ciascuno contribuirà versando somme che arriveranno direttamente al vostro conto: come, quando, dove e se spenderle è una scelta che spetterà solo a voi, senza alcun vincolo. Zankyou vi offre questa opportunità: basta accedere alla nostra home page e cliccare su Inizia ora per unirsi alle migliaia di coppie che da quasi 10 anni utilizzano il nostro servizio, facendone il più gettonato in oltre 20 Paesi nel mondo. Dai un’occhiata alle nostre demo per vedere cosa puoi fare con il nostro portale.

Risolto il come, per gli invitati rimane il problema del quanto: quanti soldi si aspettano gli sposi? Quanto è giusto versare? Abbiamo rigirato la domanda ad alcune delle nostre più fidate wedding planner, sentiamo che ci raccontano.

Morlotti StudioScopri di più su “Morlotti Studio”
Morlotti Studio

“Spinoso e controverso argomento!” – esordisce Ester Chianelli Weddings&Events. Dovrebbe valere la regola universale del basarsi sulle proprie possibilità, ma alcune volte può sembrare una scusa. Ovviamente dipende dai casi, dalle situazioni e dai ruoli: un testimone non regalerà la stessa cifra di un comune invitato o di un amico non proprio intimo. Insomma direi che a parlare più che altro deve essere il proprio istinto ed il grado di intimità con la coppia visto che non esiste una regola universale né un galateo ufficiale  sull’argomento. Ma se volete un aiuto a quantificare, fate una media immaginando quanto verrà offerto a voi, in termini di servizi, tra le voci più ingenti che gravano sul budget stanziato dagli sposi per location e catering.

Tulipani BianchiScopri di più su “Tulipani Bianchi”
Tulipani Bianchi

“Gli sposi di oggi preferiscono di gran lunga ricevere le quote regalo, da gestire in maniera indipendente – concorda Federica, wedding planner di Nuages Eventi: ecco quindi, che dopo aver ricevuto un invito, ci si pone due classiche domande: Cosa mi metto e Quanto regalo. Da noi qui al Sud – continua la wedding planner di Napoli – c’è una sorta di gerarchia non scritta: i parenti, in base alla grandezza del nucleo familiare si impegnano in quote onerose e una famiglia media di 4 persone non regala mai meno di 1500/2000 euro. Poi ci sono i testimoni, i cui regali si aggirano sui 700/1000 euro e infine gli amici che generalmente si conteggiano sui 100/150 euro a testa.

Queste sono cifre basic, che tendono a coprire il costo del ricevimento a persona nel caso degli amici e che aumentano o diminuiscono in base a vari fattori come il grado di parentela o amicizia e anche, nel caso dell’amicizia, se questa è di vecchia data o  meno e se l’invitato sia uno studente, un lavoratore o un precario. Anche i colleghi di lavoro si orientano sui 100/150 mentre gli anziani non invitati sui 50/60. Il consiglio rimane quello di affidarsi alle liste online Zankyou, raggiungibili da ogni parte del mondo, consultabili ad ogni ora ed immediate. Al loro interno gli sposi potranno presentare le idee regalo che desiderano, dalle tappe del viaggio di nozze, ad iniziative di associazioni ed ong. A tal proposito, vi segnaliamo i regali solidali firmati Amref, la più grande organizzazione sanitaria africana che opera nel continente da quasi 60 anni. Attraverso il coinvolgimento attivo delle popolazioni, del personale locale e dei sistemi sanitari pubblici, oggi Amref è attiva in 26 Paesi a sud del Sahara con 172 progetti di promozione della salute la campagna. E per noi è un’autentica gioia proporre alle nostre coppie le Occasioni del cuore, una straordinaria iniziativa che permetterà a tutti coloro che lo desiderino, di trasformate delle bomboniere solidali in vaccini, visite pediatriche, cure mediche e acqua pulita per il futuro di tanti bambini. Perché un matrimonio non è solo il più bel regalo che potrete farvi e fare alla persona amata, ma anche un gesto d’amore concreto e duraturo nei confronti di chi ne ha più bisogno.

Amref - Occasioni del CuoreScopri di più su “Amref - Occasioni del Cuore”
Amref – Occasioni del Cuore

Tornando a quanto regalare, Micol di Studio Mse My Special Events & Weddings suggerisce di confrontarsi con altri amici per versare più o meno tutti la stessa cifra, senza dimenticare un messaggio  di accompagnamento del versamento: “quello davvero può essere conservato nel tempo e rileggerlo dopo anni è molto bello e fa un grande piacere; ve lo posso garantire, perché è una cosa che ho provato su me stessa!”

Le risposte legate a quanto regalare agli sposi variano da regione a regione a seconda delle tradizioni locali – prende ora parola Silvia di Kairos Events. Dalla mia esperienza, anche personale, so che nelle regioni del sud Italia, il regalo agli sposi è qualcosa cui gli ospiti pensano con largo anticipo poiché è senza dubbio la parte più importante della loro partecipazione alle nozze (più del vestito, più dell’acconciatura, più degli accessori). Il calcolo che viene eseguito da ogni famiglia è studiato su precise proporzioni matematiche che vi illustro subito: si parte da un ipotesi di quanto gli sposi abbiano speso per il ricevimento per ogni ospite, poniamo 100€, che poi viene più o meno raddoppiata a seconda di quanto la famiglia è vicina agli sposi e per finire moltiplicata per ogni membro della famiglia stessa. Riepilogando il regalo di una famiglia composta da 4 persone tutte presenti al ricevimento ammonterà a circa 100€ x2 x 4: 800,00€. 

Simone Addis PhotographerScopri di più su “Simone Addis Photographer”
Simone Addis Photographer

La quota che si aggiunge alla base di partenza è variabile a seconda dell’affinità con la coppia o del grado di parentela. Potete prendere come realistica la cifra indicata sopra come quella che mediamente spende in Puglia, Calabria, Basilicata una famiglia di zii per esempio. Gli amici invece aggiungono una cifra che si aggira intorno alle 50€, senza mai arrivare a raddoppiare la quota ipotizzata come quella di partenza. Perciò una coppia di fidanzati amici degli sposi versa generalmente una cifra sui 250,00, ma dai più generosi potete aspettarvi anche 300,00. Quest’ultimo criterio è quello cui si ispirano anche le famiglie del Nord e centro Italia con grande disappunto dell’altra metà della famiglia in caso di matrimoni “interregionali”, ove la differenza tra il peso delle “buste” diventa notevole. Differenze evidenti, quindi, tra nord e sud anche per la lista nozze!

Andrea Corsi PhotographerScopri di più su “Andrea Corsi Photographer”
Andrea Corsi Photographer

Ricordate che è buon costume recapitare il regalo agli sposi anche in caso di mancata partecipazione al ricevimento. Gli sposi infatti hanno ragionato sulla loro lista nozze per mesi – credetemi, in quanto wedding planner lo so bene – pertanto l’avervi inserito tra i vip che meritavano di essere presenti al giorno più bello della loro vita, vi mette in una posizione dalla quale risultereste tremendamente sgarbati in caso di mancato cadeaux. Tuttavia potete considerare una cifra adeguata per il regalo una quota di circa la metà di quanto avreste speso se fosse stati presenti. E’ d’accordo con Silvia anche Melina Mirenghi Wedding&Event Planner: “Materia delicata, ma sono necessarie alcune premesse:  se si appartiene alla famiglia degli sposi, questi ultimi si aspettano che il regalo sia un po’ più cospicuo, specie se si è parenti stetti tipo fratelli o sorelle. Se invece il regalo proviene da amici, anche abbastanza giovani e non con una situazione patrimoniale stabile e solida, diciamo che è accettabile che la cifra versata non sia particolarmente alta. Non esiste una regola vera e propria; gli sposi dovrebbero invitarci  per il piacere di averci al loro matrimonio e non aspettandosi chissà quale regalo, ma una buona regola di saper vivere vuole che, considerato il costo del pranzo di nozze pro capite, si aggiunga a quella cifra un’altra che possa essere considerata il vero e proprio regalo. La definizione di questa cifra sta alle possibilità di ognuno, perchè partecipare ad un matrimonio non deve diventare un salasso, quindi ognuno, secondo le proprie possibilità, deciderà se aggiungervi 50, o 100 € o ancora di più se ne ha modo e piacere”.

Click&Chic MilanoScopri di più su “Click&Chic Milano”
Click&Chic Milano

La cifra da erogare dipende dalle possibilità economiche di ciascuno e dal tipo di rapporto che si ha con gli sposi, ma la ‘regola’ è coprire almeno le spese del pranzo, sostiene Marta Merlini, Wedding Planner di Cascina Boscaccio, mentre per i testimoni il discorso è un po’ diverso: visto il legame affettivo con gli sposi, si consiglia di regalare almeno 200€, se poi si mette di più sarà sicuramente molto apprezzato viste le spese che la coppia dovrà affrontare. Gli amici più stretti e con possibilità dovrebbero coprire le spese del pranzo – circa 100/150€ a testa – e in più mettere qualcosa come regalo, circa 100€ in più a testa.

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni