Nozze da favola: come risparmiare e avere il massimo

3 cose da sapere per le nozze dei vostri sogni!

Uno degli aspetti più delicati e importanti per i futuri sposi è certamente quello di organizzare un ricevimento all’altezza dei loro sogni, che coinvolga e soddisfi amici e parenti da tutti i punti di vista. L’offerta di location e servizi per il matrimonio è vastissima, e molti sono convinti che – per organizzare un ricevimento al top della qualità – sia inevitabile investire molto in termini di tempo e denaro… a volte troppo.

In realtà, oltre ai famigerati metodi fai-da-te, vincenti sulla carta ma spesso irrealizzabili, a volte basta conoscere alcuni “segreti del mestiere” per ottenere il meglio con risparmi che possono arrivare al 20-30% dell’intero budget, anche e soprattutto se si ha intenzione di fare le cose in grande stile – scegliendo ad esempio una dimora storica, un catering di alta gamma, allestimenti e intrattenimento al top e così via.

Abbiamo chiesto a Jacopo Marcello, proprietario e gestore di Ca’ Marcello, una delle dimore storiche per matrimoni più affascinanti del Veneto e unica nel suo genere (da 5 secoli è residenza privata della famiglia), di rivelarci le idee vincenti e alcuni consigli utili per ottenere il massimo, senza rinunciare al risparmio. Ecco i suoi preziosi suggerimenti in esclusiva per voi…

  • La scelta del periodo

Sappiamo bene che i periodi più richiesti per le cerimonie di nozze sono i mesi Giugno e Settembre, ma non è detto che uscire dai canoni classici sia per forza una rinuncia: Aprile, Maggio, Luglio e Ottobre, proprio perché meno richiesti, garantiscono innanzitutto più disponibilità in termini di location (potrete scegliere quella che davvero vi piace e non “l’ultima rimasta libera”) e molta più qualità da parte del servizio di catering. Il motivo è semplice: dovendo realizzare un numero inferiore di ricevimenti (alcuni catering possono gestire 6-8 servizi contemporaneamente) avrete da parte loro più attenzione, capacità di venire incontro alle vostre richieste particolari e soprattutto i migliori chef e personale di sala qualificato.

Altro tema che influisce molto sui costi è la scelta del giorno della settimana per la cerimonia: se si propende per domeniche e festivi si può risparmiare sui costi di noleggio delle locations e sui servizi di catering, dal 10% a oltre il 30%.

  • Selezione della location

Se il vostro desiderio è quello di effettuare il party di nozze in una dimora storica con un ampio giardino, tra la primavera e l’inizio dell’autunno, il consiglio è di prevedere l’arrivo alla location per ora di pranzo, e non direttamente per cena: l’uso degli spazi esterni garantisce più opzioni nell’organizzazione e varietà nell’intrattenimento degli ospiti.

Altro vantaggio considerevole nella scelta di una villa o un castello è l’esenzione da IVA per l’affitto, di cui godono i beni vincolati di proprietà privata: chiedete già al primo contatto alle dimore storiche se nel loro caso, come per Ca’ Marcello, avrete questa sensibile agevolazione.

Per quanto riguarda gli spazi interni, preferite locations che, oltre a una sala da allestire per il pranzo o la cena seduti, abbiano anche sale minori e salotti arredati, e se possibile decorazioni importanti (quadri, affreschi, mobili d’epoca, divani, poltrone, ecc.), così da poter investire molto meno negli allestimenti e – al tempo stesso – ospitare gli invitati in ambienti diversi e accoglienti nei vari momenti della giornata.

  • Idee per il ricevimento

La tendenza, ormai da qualche anno, è quella di optare per un ricevimento più snello, come ormai richiesto da molti sposi, riducendo il tempo delle portate seduti ai tavoli e dando molto più risalto al buffet di benvenuto. Questa scelta, tra l’altro, riduce i costi di servizio per il minor numero di personale necessario (maitres, camerieri, sommeliers, ecc.) rispetto al classico pranzo nuziale servito interamente ai tavoli.

Iniziando il ricevimento nel primo pomeriggio, si potrà sfruttare l’intera giornata e terminare attorno a mezzanotte, con molto risparmio sul servizio di catering e/o open bar, che aumentano sensibilmente nelle ore serali.

Un’altra soluzione che vediamo attuata sempre più spesso è quella di coinvolgere alla cerimonia nuziale e al pranzo formale solo una parte degli invitati (parenti e amici più stretti), per poi accogliere gli altri ospiti nella seconda parte della giornata, per la festa vera e propria, organizzando per loro un ampio buffet. Oltre ad essere una formula spesso molto gradita dagli stessi ospiti, anche in questo caso il risparmio sul servizio è assicurato.

Per una location splendida come Ca’ Marcello, infine, ed ottimizzando al meglio il budget del matrimonio, il nostro consiglio è certamente quello di scegliere ottimi wedding planners a Padova, quale il team di professionisti di Sognando Eventi: risparmiare, infatti, non esclude la possibilità di scegliere il meglio in assoluto!

All the pictures © Ca’ Marcello


Ca’ Marcello
Levada di Piombino Dese (PD)
info@camarcello.it

Imprese che ti possono interessare