IT Login
IT

Musica da matrimonio… consigli da wedding planner!

Foto via kairoswedding.it

Chissa’ perché tra tutti i servizi di un matrimonio, si parla sempre di fiori, di abiti, di fotografie, di allestimenti e si parla così poco della musica. Eppure è un elemento importante e fondamentale per la riuscita di un evento e di un matrimonio. Scegliere professionisti seri e la giusta musica, a seconda del momento, è ingrediente principe per assaporare meglio il tutto. In Chiesa, sempre piu’ spesso, c’è la richiesta dell’utilizzo di arpa o violini che, associati sapientemente all’organo e ad una buona voce, possono creare un trio da mozzare il fiato. La musica non viene scelta arbitrariamente dall’organista, che dara’ le sue preferenze, nel rispetto della volonta’ del sacerdote. Egli rimane l’officiante e colui che dara’ il benestare oppure no, su una canzone piuttosto che su un’altra.

Ci si puo’ rivolgere ad amici per farsi consigliare, ma anche ad una valida scuola di musica che potra’ fornire dei consigli globali per strutturare al meglio la musica di un matrimonio, senza dover conciliare musicisti diversi che magari non hanno mai suonato insieme… soluzione profondamente sconsigliata!

La musica accompagnera’ tutta la durata dell’evento, dall’ingresso prima dello sposo e poi della sposa -come vi suggeriva Zankyou qui, e sottolinea i momenti cruciali della cerimonia. Ave Maria di Schubert, sempre molto gettonata, per la parte centrale del rito e la marcia nuziale per accompagnare i nubendi all’uscita.

La musica non finisce qui. Continua in un accompagnamento per l’aperitivo ed il banchetto. Musica dal vivo, jazz, lounge, per una partenza soft che preannuncia un “botto” musicale che dara’ il massimo splendore a partire dal taglio torta.

Bisogna scegliere la musica adatta alla circostanza, tenendo presente anche il luogo in cui ci si trova e la tipologia di invitati, tutto sapientemente studiato per una perfetta e completa armonia d’insieme.

Durante la cena la musica dovra’ essere assente oppure poco invasiva, perché gli ospiti amano chiacchierare e fare conversazione, socializzare ed interagire… la musica non deve distogliere l’attenzione dal cibo e dalle parole. Infine, le note musicali, che accompagneranno gli sposi al taglio torta. A volte in una canzone che li rappresenta particolarmente e che ricorda loro un momento particolare della loro storia d’Amore. A questo punto, il via alle danze, alla festa e che la musica dal vivo oppure con dj abbia inizio, in un contenuto sfogo di energie che porteranno tutti gli ospiti a fare tardi la mattina!



Guest blogger: Monia Re di Kairòs Wedding

Wedding Planner

Anche tu lavori nel wedding e vuoi scrivere per Zankyou? Contattaci

Monia RE ()

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Commenti (1)

paolo
9 September 2015

… consigli da musicista.
Se scegli l’arpa, il violino, l’organo e il cantante – non credo si riesca a rievocare la lista delle 10 canzoni più originali consigliate nel link.
Il repertorio mozzafiato si combina con il “mestiere dei musicisti” che dovrebbero in qualche modo studiare proposte in linea con la liturgia e con il posto. Spesso l’organo nelle chiese è appannaggio dei “musicisti di fiducia” che esercitano il proprio repertorio consigliandolo agli sposi – questi pubblicano i propri listini e certe volte costituiscono vincoli e filtro “sponsorizzato” dalla chiesa stessa. Girano, ordunque, leggende sulla bontà dell’Ave Maria e di altri brani di facile ascolto prestati a film e pubblicità che si tramuterebbero in un’eccesiva spettacolarizzazione dell’evento. La chiesa.. o meglio, il vicariato in certe regioni ha stilato una vera e propria lista di musiche da adoperarsi per le funzioni religiose – come tutte le direttive vigenti è da interpretare col buonsenso ma ciò non toglie d’incappare con le autorità del luogo che dettano le proprie regole. Sarebbe bene non coinvolgere il sacerdote nella scelte delle musiche – questo gesto, seppur condivisibile, autorizza il sacerdote a dover interpretare le confuse direttive in maniera. Difatti se scriviamo di professionisti scelti per la musica questi sanno già perfettamente come, dove e quando intervenire nella liturgia. Spronare gli sposi a presentarsi ad un prelato con una playlist fatta con le musiche dei Queen o dei Guns ‘n Roses sarebbe come condannarli alla gogna.

Lasciare un commento

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni