IT Login
IT

Matrimonio in inverno: quando l’istinto di sopravvivenza gioca a favore del glamour

Se gli invitati non sopportano il caldo, il rischio è quello della metamorfosi in Bride-zilla. Foto via Jokeroo.com

Lasciate perdere Beautiful, ché non si contano neanche più le volte che Brooke si è fatta impalmare da Ridge sulle esotiche quanto ormai inflazionate spiagge di Malibu. Il matrimonio in inverno non è affatto impresa da only the braves, ma la scelta capace di coniugare atmosfera, suggestione, originalità, ed una buona dose di furbizia, che non ci sta mai male.

La nostra Simona ve ne enuncia 8 ragioni qui – dalla maggiore economicità della location da sogno alla impagabile atmosfera, offerta peraltro aggratis, di un paesaggio innevato.

Ma oggi io voglio focalizzarmi solo sulla psicologia applicata al costume, tralasciando il discorso pur basilare che, d’inverno, il cioccolato non si scioglie. Seguitemi nel ragionamento.

Brooke, oltre a non essere un buon esempio dal punto di vista etico, non si è sprecata più di tanto neanche nel wedding planning. Pensate piuttosto all’immortale Lara del dr. Zivago, riempitevi gli occhi ed il cuore dell’immagine di Anastasia zarina di Russia, splendide nella loro algida regalità. E cos’altro le faceva splendide, se non quelle meraviglie di abiti multistrato che indossavano?

Brooke in uno dei suoi innumerevoli matrimoni in spiaggia, correva l’anno ’94. Foto via febbrebeautiful.blogspot.com. A destra: dalla sfilata di Chanel Haute Couture FW2013, anche Kaiser Karl Lagerfeld sembra dire:“Tra matrimonio d’inverno e matrimonio d’estate, mes chèrs, non c’è storia”

Per i vestiti da sposa da calzare quando le temperature si abbassano, valgono esattamente le stesse regole che per tutti gli altri abiti invernali: laddove l’estate impone leggerezza, a costo di dover sacrificare anche un paio di orecchini perché vi sudano i lobi, in inverno l’horror pleni è bandito.
Ed i tessuti sono infinitamente più opulenti e sfarzosi rispetto al semplice chiffon: parliamo non solo di raso o di lana, ma anche di mikado, marcai, duchesse, cady, broccato, taffetà, shantung, velluto in seta… Nonché della splendida, maggiore tendenza dell’autunno-inverno 2014, nell’haute couture come nella bridal: un uso smodato ed immediatamente glamourous delle piume, da quelle nivee di struzzo e di marabù, a quelle inimitabilmente originali di pavone. Memento audere semper, e l’inverno ne offre mille e una possibilità!

PronoviasScopri di più su “Pronovias”
Pronovias

Quando la temperatura è più rigida, dunque, via libera ad ogni tipo di accessorio, che dacché mondo è mondo è la passione di ognuna di noi, tanto più che il loro uso è giustificato da un alibi perfetto quale quello di rispondere al bisogno primario di scaldarsi.
Quegli splendidi guanti lunghi fino al gomito, caldi soprabiti declinati dal cachemire alla pelliccia (meglio se eco), comodi stivali, manicotti splendidamente rétro e calze ricamate non aspettano altro che un matrimonio in inverno, per poter essere sfoggiati.

QStudio Make-Up R.P.Scopri di più su “QStudio Make-Up R.P.”
QStudio Make-Up R.P.

Idem dicasi per il make-up e l’acconciatura da sposa: ragazze mie, sappiamo bene che non c’è né stratagemma waterproof né Clio Make Up che tenga, ai 40 gradi all’ombra, tanto più se supportati da una situazione che chiama direttamente in causa la lacrima.

Cardella ParrucchieriScopri di più su “Cardella Parrucchieri”
Cardella Parrucchieri

Per non parlare delle spose dalle lunghe chiome setose, costrette giocoforza a raccoglierle nonostante siano motivo di vanto di più generazioni, se non si vuole essere costrette a strizzarle a fine cerimonia come fossero Moci Vileda crespi.

Nozze in estate o in inverno? Questo è il dilemma. Foto: Trendy Wedding

Inoltre, siamo magnanime: del resto, i modi per coccolare i nostri invitati in inverno sono infinitamente più originali di un ventaglietto di carta qualsiasi.
E credetemi, vostro marito e tutti i suoi amici avranno una ragione in più per amarvi, dal momento che cravatta, panciotto, camicia candida e giacca in frescolana sono difficilmente sopportabili da qualunque rappresentante del genere maschile in ogni situazione, figuriamoci in un torrido matrimonio estivo che comunque tale abbigliamento impone, pena l’anatema-parentado.

Lo spettacolo dei maschi umidicci e sbracati è una scena trita e ritrita alla quale diciamo volentieri no grazie, altro che sì lo voglio.

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni