IT Login
IT

Luna di miele a Riccione: una meta alternativa, tutta da scoprire

Riccione. Foto via Venere.com

Era il mese di Aprile del 1990, sono passati molti anni da quella data ma il ricordo è ancora vivo. Io e la mia partner ci sposammo il giorno 7 di quel mese ma non dovevamo partire in luna di miele per imminenti e importanti impegni di lavoro.

La partenza
Successivamente però decidemmo di regalarci una sola settimana, visto che nella vita questi eventi importanti non sono tantissimi. Inizialmente pensammo ad una crociera, ma poi decidemmo invece di cavalcare la costa adriatica del nostro paese in quanto c’erano posti che non avevamo mai visto. Decisi di partire in macchina dal sud della Puglia per una vacanza fai da te e toccare le località più importanti del versante adriatico. Dopo aver trascorso tre giorni sulle coste dell’Abruzzo e delle Marche, decisi di puntare su una località conosciuta e notoriamente visitata da migliaia di turisti: Riccione.

L’arrivo a Riccione
Era un mercoledì sera di bassa stagione, non c’era eccessivo movimento, per alloggiare telefonai ad un amico e gli chiesi un hotel sul mare a Riccione, me ne consigliò uno molto conveniente e nello stesso tempo accogliente, così lo prenotammo su Venere.com. Avevamo una vista sul mare incantevole, il mare ed il cielo si fondevano in un unico colore, l’acqua marina era una tavola piatta. Era aprile ma sembrava una serata di agosto, riposammo con la porta che dava sul mare completamente aperta. La mattina seguente dopo un’abbondante colazione, cominciammo a visitare il posto, era una splendida giornata primaverile e l’aria frizzava di salsedine, andammo subito sulla spiaggia, un posto meraviglioso dove la sabbia è dorata e finissima.

La vera luna di miele
Erano le 8 e mezza del mattino e ci stendemmo sulla sabbia completamente vestiti, c’era un mare che ti invitava ad entrare in acqua. Io e la mia partner per natura non sappiamo molto resistere a queste tentazioni quindi decidemmo di andare in hotel e indossare il costume da bagno. Ritornammo sulla spiaggia e mettemmo i piedi in acqua, devo dire che non era poi tanto fredda vista la stagione, c’eravamo solo noi in un silenzio assordante, facemmo il bagno per più di due ore, il mare era tutto nostro e di nessun’altro, era incredibilmente piacevole, un relax mai provato prima.

La sera andammo a cena in un locale sul mare all’aperto, desiderosi di assaporare le prelibatezze romagnole, davanti a noi il luccichio dell’acqua faceva da scenario alle lampare dei pescatori in una calma piatta indescrivibile. Nei giorni successivi avemmo modo di visitare i posti principali della località come ad esempio il Castello degli Agolanti, le Terme di Riccione e tanto altro, ma le sensazioni incredibili vissute alle 8.30 del mattino su quella spiaggia da favola sono impareggiabili e indimenticabili, ci siamo ritrovati intimi a cielo aperto. Un’esperienza incredibile.

Guest blogger:

Anna Lia Gerardi

Content Editor and SEO Strategist @Venere.com

Vorresti scrivere anche tu per Zankyou? Contattaci

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni