IT Login
IT

Le wedding bloggers raccontano… il loro matrimonio. Quarta tappa con Chiara (Le Frufrù) ed Heidi (The First Wedding Reporter)

Foto via mypreciousconfessions.blogspot.com

Per una, il momento più emozionante è stato il percorso che dalla navata portava all’altare, mantenendo fisso lo sguardo su un unico, splendido punto: il suo futuro marito. Per un’altra, il ricordo più vivido è la sosta obbligata alla pompa di benzina, a notte fonda, con gli abiti da sposi ancora addosso. Un’altra ancora, poi, sorride ancora al pensiero dell’accorato discorso del più caro amico, che quel giorno officiava le sue nozze.

Sono tra le wedding bloggers più seguite della Rete, e si occupano giornalmente di darci consigli sul loro matrimonio. Zankyou ha spostato i riflettori su di loro, e sulle loro nozze: fluttuando sulle emozioni che legano una semplice curiosità ad uno splendido ricordo, vi proponiamo le loro risposte alle nostre stesse domande.

Per questa quarta tappa, abbiamo con noi Chiara, di Le Frufrù, e Heidi, di The first Wedding Reporter.

******************************

Ecco le parole attraverso le quali si descrive Chiara Piccinetti, Le Frufrù per (le migliaia di) amici che la seguono:

Mamma, moglie, blogger, wedding planner e cool hunter.

Amanuense fuori moda, divoratrice di libri, Austen-dipendente. 

Amante spudorata di qualsiasi dolce, dei pois, di mio marito, mia figlia e dei gatti.

Pinterest – rossetto rosso – ballerine addicted!”.

Cristina e Filippo, nel giorno del loro matrimonio. Foto via lefrufru.com

Delle splendide dipendenze, non c’è che dire, nel segno delle quali Chiara è costantemente a caccia di trends meno conosciuti e di spunti ispirazionali per “rendere la vita più rosa” – anche e soprattutto quando si parla di matrimonio.

Facciamoci raccontare il suo!

Zankyou: Bentornata a Zankyou, Chiara, e grazie per avere accettato il nostro invito! Quando e dove ti sei sposata?

Chiara: Mi sono sposata in Comune, in provincia di Ancona, nel 2010, e poi ho scelto un’ex abbazia immersa nelle campagne per il banchetto.

Abbazia Sant'ElenaScopri di più su “Abbazia Sant'Elena”
L'Abbazia Sant'Elena, suggestiva location per matrimoni in provincia di Ancona

Zankyou: Se chiudi gli occhi e ripensi a quel giorno, qual è la prima cosa che ti viene in mente?

Chiara: Decisamente l’emozione, assolutamente unica ed indimenticabile, varcando la soglia della sala comunale!

Zankyou: Com’era il tuo abito?

Chiara: Il mio abito era una semplice redingote in mikado di seta con una coda di organza di Giuseppe Papini.

Giuseppe PapiniScopri di più su “Giuseppe Papini”
Anche nella collezione 2014, Giuseppe Papini propone un meraviglioso taglio redingote

Zankyou: Qualche imprevisto che si sarebbe potuto evitare?

Chiara: Un’invitata mi ha strappato un frammento di coda dell’abito, senza chiedermi neanche scusa…

 Meno male che avevo con me il set da cucito d’emergenza!

******************************

Da una passione ad una professione: Heidi Busetti ha saputo coniugare l’amore per lo scrivere a quello per le cerimonie curate in ogni dettaglio, diventando così la prima wedding reporter del mondo.

No, non nel senso di fotoreportage matrimoniale: il mezzo di Heidi non è una reflex col teleobiettivo grandangolare, ma la sua fedele e fidata Moleskine, sulla quale annota, vestita da perfetta invitata, tutte le emozioni, sensazioni ed impressioni che riesce a cogliere durante le altrui nozze, per trasformarle poi in romanzi dal vero – nello specifico, per la collana Wedding Stories, edita da ARPANet.

Heidi, nel giorno del suo matrimonio. Credits: Devid Rotasperti

Oggi però la Moleskine non le serve, perché il suo matrimonio è perfettamente annotato in maniera decisamente incancellabile (sebbene meno visibile…)!

Zankyou: Benvenuta a Zankyou, Heidi, e grazie per avere accettato il nostro invito! Quando e dove ti sei sposata?

Heidi: Mi sono sposata il 10 luglio 2004, nel Santuario dell’Annunciata di Verdello, il mio paese natale, in provincia di Bergamo.

Villa GiavazziScopri di più su “Villa Giavazzi”
Verdello, paese natale di Heidi, ospita anche la splendida Villa Giavazzi

Zankyou: Se chiudi gli occhi e ripensi a quel giorno, qual è la prima cosa che ti viene in mente?

Heidi: La luce dorata che pervadeva ogni cosa: la ricordo sul piccolo sagrato del santuario, e tra gli alberi del bosco, dove abbiamo festeggiato per tutta la sera.

Zankyou: Com’era il tuo abito?

Heidi: Il mio abito ricordava quello di una fata. Avevo ricercato una sensazione eterea, che ben si sposasse con la festa irlandese che avevamo tanto desiderato.

Devid Rotasperti photographerScopri di più su “Devid Rotasperti photographer”
Heidi, nel giorno del suo matrimonio. Credits: Devid Rotasperti

L’abito redingote, con corpino dal taglio dritto, senza spalline, era realizzato nei toni del rosa: il bustier, in seta irisée drappeggiata, era impreziosito da cristalli swarovski e piccolissime paillettes, che creavano inaspettati punti luce. La gonna, invece, era in tulle ed organza rosa. Il vestito, firmato Domo Adami e dal taglio rigorosamente sartoriale, era completato da due accessori: una stola con manichina a tre quarti in tulle, decorata con gocce simili a rugiada, e un velo punteggiato lungo i bordi da delicati cristalli.

Domo AdamiScopri di più su “Domo Adami”
Una nuvola di tulle nella gamma degradé dei rosa, completata da un bustier strapless acceso da toni fuxia, per questa creazione 2014 firmata Domo Adami

Zankyou: Qualche imprevisto che si sarebbe potuto evitare?

Heidi: I cartelli lungo la strada del ricevimento, posizionati in punti poco strategici.

La strada per arrivare al bosco non è stata per tutti semplice da trovare…!

******************************

Altre due splendide wedding bloggers che hanno aperto per noi il loro album nuziale, con ricordi dai colori vividi stampati non su carta fotografica, ma per sempre nel loro cuore.

Nel ringraziarle ancora, vi promettiamo di tornare presto con altre emozionanti memorie da wedding bloggers!

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni