IT Login
IT

Le modifiche all’abito da sposa: le dritte dell’esperta

Scegliere l’abito è un dilemma eterno che provano tutte le donne che si preparano a diventare spose, ma pur sapendo che ogni dubbio si estinguerà non appena vedrete il vostro abito, quello che perfettamente esprime la vostra femminilità e ogni vostra vezzosità, non sempre l’abito che si è immaginato perfetto, corrisponde alla perfetta vestibilità ed è in questi casi che si ricorre alle modifiche, anzi a occhio e croce, seppur piccole, nella maggior parte dei casi, ma l’abito può anche essere su misura, no? Essendo questo argomento di assoluta importanza, ché sposa e abito sono un binomio istantaneo, ne abbiamo chiacchierato con una donna che di abiti se ne intende, Elena Barba dell’atelier partenopeo Ateleba, che ha fatto di qualità, cura e attenzione ai dettagli, il suo stile oltre che il suo dogma.

AtelebaScopri di più su “Ateleba”
Ateleba

1) Molte spose credono che l’abito da sposa sia una guaina uguale per tutte. Ma l’abito si “sposa” alla fisicità di ogni donna: di quali e quante modifiche necessita?

“No, indubbiamente l’abito da sposa non è una guaina e tanto meno fa miracoli, ma se realizzato su misura per il corpo di una donna riesce a “operare” miglioramenti sensibili. Ogni donna ha un punto debole che può essere la pancia, i fianchi, seno piccolino o troppo pronunciato e per ognuno di questi problemi in sartoria esiste una soluzione. Seni piccoli vengono vestiti con abbondanti imbottiture nascoste nelle cuciture interne dell’abito, studiate apposta per aumentare il volume ed alzarne la posizione. Pancia e stomaco pronunciati possono essere diminuiti con lavorazioni steccate all’interno dell’abito e con controbustini sagomati, che sono realizzati dopo uno studio della corporatura della cliente realizzata sul telino di prova.

AtelebaScopri di più su “Ateleba”
Ateleba

In quella misura, dopo un’attenta osservazione del corpo della cliente, verranno disegnate direttamente sulla tela le posizioni migliori per le stecche. Sempre in base all’effetto finale che si intende ottenere, si sceglieranno stecche di plastica per lievi cambiamenti, mentre le stecche d’acciaio inglese (le migliori stecche attualmente sul mercato) lavoreranno con forza su punti difficili, un po’ come accade per la corsetteria vittoriana, insomma. In linea di massima si possono ottenere numerosi miglioramenti con l’abito da sposa su misura l’importante è che a lavorarci sia personale altamente specializzato e con l’esperienza necessaria per poter anche consigliare alla cliente ciò che è meglio fare e ciò che è meglio non fare”.

AtelebaScopri di più su “Ateleba”
Ateleba

 

2) In un calendario da un anno a una settimana delle nozze, quale sarebbe quello delle modifiche?

Le modifiche che si vanno apportando ad un abito da sposa in realtà non sono mai molte, anzi generalmente sono davvero poche. Se il vestito viene realizzato su misura dopo una prova di tela, la prima misura dell’abito sarà già perfetta e necessiterà soltanto di controllo più vicino alla data delle nozze per verificare che le misure della cliente non siano cambiate. In qualche occasione accade che la sposa abbia qualche ripensamento su alcuni dettagli del vestito ed in quel caso si procede ad una seconda prova di messa a misura.

AtelebaScopri di più su “Ateleba”
Ateleba

In realtà le prove sono sempre perfette e le spose tutte felice dei risultati. Per rispondere alla tua domanda non esiste un calendario delle modifiche, l’unica cosa che con certezza mi sento di dover consigliare a tutte è di misurare il proprio abito almeno due mesi prima della data per assicurarsi di avere il tempo per modifiche laddove ce ne fosse bisogno e di rimisurarlo almeno 10-15 giorni prima per controllare le misure, perché non esiste una sola sposa che non abbia perso almeno due chili per lo stress di tante cose da fare prima del lieto evento”.

AtelebaScopri di più su “Ateleba”
Ateleba

3) Quali sono i “ritocchi” di ultima ora all’abito da sposa?

“Più che di ritocchi, parlerei di “tocchi”, nel senso che una volta che l’abito è completo, si sono controllate tutte le misure e che tutto fila liscio, alla cliente bisogna sempre lasciare la possibilità di aggiungere o togliere. A volte, ad esempio, dettagli come un nodo di seta con le sue cadute aggiunge un tocco di classe e completezza all’abito e lo rende perfetto. Bottoncini di vetro perlati su una schiena di pizzo, rendono un abito assolutamente più completo. Nastri di raso e pizzo danno un’aria vintage e appena qualche punto luce su di un decoltè illumina il viso. Tutto contribuisce alla perfezione dell’abito e comunque la perfezione è sempre nei dettagli”.

E ringraziando la nostra esperta di Ateleba, noi di Zankyou ci auguriamo di aver portato chiarezza su un problema tanto spinoso quanto importantissimo: sentirsi bellissime nell’abito che renderà voi spose il centro di quel giorno immenso che sarà il vostro matrimonio.

[Foto copertina via Kryzhov]

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni