IT Login
IT

I MURR si raccontano: 3 matrimoni molto particolari e tanti dettagli di stile

Li avevamo già ospitati qualche tempo fa e ci avevano svelato i 10 comandamenti per la scelta dell’abito da sposa, dimostrando di essere dei veri esperti del settore. Di chi stiamo parlando? Della coppia più fashion del panorama italiano, ovvero Roberta e Antonio, meglio noti come i MURR.

Foto via facebook.com/imurrofficial

Due professionisti ma soprattutto due splendide persone che hanno deciso di parlarci della loro storia che è un intreccio di sentimenti, lavoro e tanta estrosità. Ci hanno raccontato TUTTO sui loro 3 matrimoni: dettagli sull’abito da sposa, cerimonia, location ed invitati. Un momento ghiotto per noi di Zankyou, da sempre amanti dei real wedding, motore propulsore del nostro magazine.

Ma bando alle ciance, iniziamo questo viaggio insieme a Roberta ed Antonio!

  • 1. Siete una coppia nel lavoro, una coppia mediatica ma soprattutto una coppia nella vita di tutti i giorni. Roberta ti va di spiegarci come è iniziato il tutto?

Il tutto è iniziato circa 20 anni fa come un semplice rapporto lavorativo. Ero direttore artistico e responsabile PR per Egadi Studios ed Antonio era un mio cliente che stava lavorando ad un’importante campagna pubblicitaria. Poco tempo dopo è scoppiato l’amore e successivamente abbiamo deciso di iniziare a lavorare in proprio ma sempre insieme, fondando Marstudio, società di consulenza di moda. Nel 2005 siamo diventati genitori del piccolo Mario e in concomitanza abbiamo deciso di cambiare città e di trasferirci nella bellissima Los Angeles. Negli Stati Uniti abbiamo collaborato con le più famose star di Hollywood: tornati in Italia abbiamo “creato” la coppia mediatica oggi conosciuta come “MURR” dalle iniziali del cognome di Antonio. Questo, in sintesi, il nostro percorso insieme fino ad oggi!

Foto via imurr.com
  • 2. Sappiamo che vi siete sposati per ben 3 volte. Repetita iuvant, insomma! Ci descrivereste i vostri matrimoni in dettaglio (siamo amanti dei real wedding)?

Per la nostra professione abbiamo viaggiato tantissimo: metà della nostra vita l’abbiamo trascorsa in un aereo! Ecco perché i nostri matrimoni (o quasi tutti) si sono celebrati in location molto particolati. La prima volta ci siamo sposati in Olanda, per l’esattezza a Rotterdam, dove ci trovavamo per la creazione di ben tre editorials per un famoso magazine di moda. Dopo molte ore di lavoro finalmente di sera abbiamo deciso di goderci la città in compagnia di tutta la crew e…passeggiando ci siamo imbattuti in una White Chapel ed ho chiesto a Roberta di sposarmi! Il tutto supportato dall’euforia del fotografo e della truccatrice del nostro staff. Purtroppo la notifica matrimoniale da presentare alle autorità italiane non è mai arrivata e questo ci ha lasciato un sapore amaro in bocca. Ecco perché 3 anni dopo, in viaggio di lavoro a Las Vegas, abbiamo deciso di sposarci nuovamente: non potevamo farci scappare questa occasione! Abbiamo affittato macchina e costumi e ci siamo scambiati le nostre promesse. E stavolta la fantomatica notifica è arrivata! Il terzo matrimonio, forse il più normale, si è celebrato in Comune a Milano durante una pausa pranzo, sempre con il supporto del nostro staff! Ci teniamo a precisare che i nostri tre matrimoni sono stati intimi e senza invitati: un momento solo e soltanto per noi. Matrimoni magari istintivi ma pieni d’amore, non come quelli trionfali di altre coppie che dopo sei mesi decidono di lasciarsi!

Morlotti StudioScopri di più su “Morlotti Studio”
Morlotti Studio
Daniele Cherenti Scopri di più su “Daniele Cherenti ”
Daniele Cherenti
  • 3. Scusaci Antonio ma ora ci concentriamo un po’ su Roberta…Quali sono stati gli outfit che hai sfoggiato per le tre cerimonie? Acconciature? Accessori?

C’è da premettere che non essendo matrimoni organizzati non abbiamo il supporto visivo delle foto: inoltre ai tempi non esistevano gli smartphone per captare i dettagli salienti nel momento. Non ricordo bene gli outfit dei primi due ma posso parlarvi del mio terzo outfit.  Avevo un abito vintage color champagne, ripescato dal nostro sterminato archivio: un abito molto molto speciale, anni ’80, pomposo, ricco che mi era stato gentilmente donato da una celebrity di Hollywood (di cui non posso svelare il nome!). L’ acconciatura molto molto semplice: ho  raccolto i capelli e ho semplicemente pettinato la frangia. Passiamo al dettaglio scarpe: calzavo una scarpa gioiello color cipria di Giuseppe Zanotti, all’epoca disegnata per Beyoncé per la premiazione dei  Grammy Awards. Me ne ero innamorata e così Antonio ha deciso di regalarmele! Il bouquet? Piccolo piccolo piccolo ma con un lunghissimo fiocco rosso.

Foto dal terzo matrimonio dei MURR
  •  4. E tu Antonio, per quale stile hai optato?

Riprendendo un po’ quello che diceva Roberta, ho dei ricordi un po’ vaghi degli outfit dei due primi matrimoni, soprattutto di quello in Olanda. Probabilmente a Rotterdam avrò indossato un qualcosa di semplice, da uscita serale diciamo! Per quanto concerne il matrimonio statutitense abbiamo noleggiato gli abiti: io ho optato per un broccato nero, molto rock, con cappello. Niente a che vedere con lo stile Elvis, sarebbe stato troppo scontato! Per il terzo matrimonio, invece, ho scelto di indossare un classico smoking nero, che andrebbe indossato da tutti almeno una volta nella vita!

Foto via facebook.com/imurrofficial
  • 5. Ultima (ma non ultima) domanda… Vi risposereste una quarta volta? E se sì dove e quando?

Certo che sì! Dopo il nostro ultimo viaggio in Giappone, ci è venuta la pazza idea di sposarci a Tokyo, indossando il kimono e il cappello con le corna, simbolo di prosperità. Ci piacerebbe, però, anche un canonico matrimonio in chiesa, magari in una piccola chiesetta sperduta di campagna…O ancora qualcosa di iper romantico come un matrimonio a Parigi, sui Bateaux Mouches al calar del sole.

Foto via facebook.com/imurrofficial

Ringraziamo i gentilissimi e simpaticissimi MURR per la bella chiacchierata e per i dettagli di stile che hanno voluto condividere con noi.

Se ve rispeccchiate nello stile dei nostri cari MURR, vi consigliamo di dare un’occhiata alle nostra galleria di abiti corti, molto rock’n roll! E ancora che ne pensate di bretelle e calze colorate per innovare il look sposo? E che opinione avete riguardo allo street food nel menu del vostro matrimonio? E sul versante invitate di nozze? Vi consigliamo di leggere i nostri consigli su come essere impeccabili dalla testa ai piedi!

E per quanto riguarda la tematica? Perché non innovare profondamente ed optare per un matrimonio Green&Glam?

Riccardo Cigno Wedding PhotographyScopri di più su “Riccardo Cigno Wedding Photography”
Riccardo Cigno Wedding Photography

Zankyou oltre a darvi tips e suggerimenti di stile, vi aiuta selezionando i migliori fornitori d’Italia, presenti nella nostra variegata directory. E ancora con Zankyou sarà possibile creare un sito gratis delle nozze (qui alcune DEMO), totalmente personalizzabile con annessa lista nozze online, svincolata da negozi fisici.

Zankyou: ci facciamo in quattro per le tue nozze!

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni