IT Login
IT

E tu, oseresti un crop-top da sposa?

Foto: Houghton NYC, collezione autunno/inverno 2014

Maniache di Flashdance e ammiratrici sfegatate della Madonna anni ’80 – nonché di Britney prima del crollo emotivo, e della Sporty Spice anni ’90 – di tutto il mondo, unitevi!

Se in vista del vostro matrimonio siete self-confident q.b. e, magari, anche scultoree come Jane Fonda nei ’60, ’70, ’80, ’90, 2000 e pure ’10 (quella donna è decisamente l’oggetto della mia invidia), c’è un trend dalle passerelle da sposa internazionali che sta decisamente impazzando, mietendo fashion victims prossime all’altare in ogni parte del globo: quello del crop-top da sposa!

Foto: Hayley Paige, collezione primavera/estate 2014

C’è da dire che, seppure in maniera non massiva come per l’anno a venire, il crop-top è sempre stato presente qua e là, negli ultimi anni, all’interno delle sfilate di ultra-celebri designers, che ne hanno voluto fare abito di punta e meraviglioso fiore all’occhiello delle loro collezioni; qualche esempio?

Comincerei da Kaiser-Karl Lagerfeld per Chanel nel 2010…

Foto: Chanel, collezione primavera/estate 2010

Proseguendo con un gipsy Emilio Pucci nel 2012, con un abito che fa immediatamente sposa boho-chic

Foto: Emilio Pucci, collezione primavera/estate 2012

E chiuderei in bellezza questo mio poker d’assi con un Christian Dior ed un Oscar De La Renta della scorsa primavera/estate 2013, sentinelle avant-garde di una tendenza che sarebbe prepotentemente esploso di lì a poco.

Foto: Christian Dior, collezione primavera/estate 2013
Foto: Oscar De La Renta, collezione primavera/estate 2013

Da Prada a Dolce & Gabbana, passando per Versace, Giambattista Valli, Marc Jacobs e Jill Stuart, scorrendo le istantanee dalle fashion-weeks mondiali per la primavera/estate 2014, è stato facile trovare in questo topwear una deliziosa costante di tutte le passerelle; una costante che la bridal couture ha mutuato e fatto sua per le spose più à la page dell’anno appena iniziato.

Foto: Jill Stuart, cruise collection 2014

Certo, un crop-top non è da tutte, e principalmente non è consigliabile alle spose dalla fisicità a mela, per il fatto stesso che l’attenzione verrà inevitabilmente catalizzata da quel lembo di pelle lasciato scoperto da pizzi, voile, mikado e jais esattamente all’altezza di quell’intransigentone del punto vita.

Tuttavia, soprattutto per le fisicità a clessidra, il crop-top diventa una potentissima arma di seduzione, che i sapienti couturiers riportano sotto i riflettori (ed i futuri sguardi degli invitati alle nozze), abbinandolo a maxi-gonne vaporose, ma anche a colonna, così come a gonne-pencil longuette deliziosamente minimal-chic, ed a frizzanti gonne a palloncino, permettendo ad un fiero ombelico di mostrarsi in tutta la sua beltà.

Ombelichi timidi? Non temete: sono molti, infatti, gli stilisti che propendono per un classico taglio del crop-top sotto il seno, abbinandovi una gonna a vita alta, per un’immediata allure femminile e vagamente anni ‘50.

Foto: Shop Dionne, via Etsy

Come sempre, la regola d’oro per esibire un crop-top al meglio delle sue potenzialità è quella della misura: laddove vogliate optare per un upwear molto lavorato, come quello qui proposto di Comme des Garçons in seta grezza, abbinate ad esso una gonna dalle linee fluide e scivolate, come quella di Kain Maren in seta lavata e voile.

Foto: Comme des Garçons, collezione autunno/inverno 2014 - via farfetch.com
Foto: Kain Maren, collezione autunno/inverno 2014 - via farfetch.com

Per quante di voi siano perplesse circa l’arrivare all’altare con una porzione di pelle nuda in bella vista, invece, trovo splendidi gli éscamotages studiati da designers quali, su tutti, Houghton NYC, che fa del crop-top uno dei punti di forza della sua collezione, velando la pelle scoperta con il tulle illusion, con uno scultoreo sheer panel o con romantici e preziosi smerli in pizzo francese.

Foto: Houghton NYC, collezione autunno/inverno 2014

Un ulteriore vantaggio del crop-top? Beh, decisamente il fatto che, festeggiato ciò che c’era da festeggiare e sposato colui che era da sposare, lo si può sempre mettere in valigia e partire per la luna di miele, abbinandolo a qualunque cosa vogliate (udite udite, anche ad un paio di jeans), differentemente da un qualsiasi abito da sposa – appena appena ingombrante, e un tantinello vistoso, in una situazione al di fuori del sì lo voglio!

Foto: Daughters of Simone, collezione primavera/estate 2014

Il mio primo consiglio? All’interno della nostra directory, suddivisi per città di provenienza, troverete i migliori creatori di abiti da sposa su misura italiani – quali, tra gli altri, Chiaradè e Mimmo Tuccillo in provincia di Napoli, Kikka Spose a Milano, Errico Maria in Puglia, Le Spose di Cocò in provincia di Venezia e Peter Langner a Roma – che sapranno certamente consigliarvi e trovare assieme a voi la giusta misura per esibire un crop-top scolpito direttamente sulle vostre forme.

Foto: Tara Latour, collezione primavera/estate 2014

Il secondo consiglio? Signore, cominciate con un programma di crunch selvaggio, e potenziate senza pietà la A della Santissima Trinità G.A.G. – Gambe Addominali Glutei, perché in vista del vostro matrimonio, il crop-top è decisamente il top!

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni