IT Login
IT

Le 5 discussioni che TUTTE le coppie hanno durante l’organizzazione del proprio matrimonio

Rosario Consonni FotografoScopri di più su “Rosario Consonni Fotografo”
Rosario Consonni Fotografo

Organizzare un matrimonio è un vero lavoro a tempo pieno, a cui spesso per ovvie ragioni si dedicano comunque ritagli di tempo tra ufficio, impegni e routine quotidiana.

Mentre i preparativi richiedono tempo ed attenzione tra la scelta della location, definire il menù e la lista degli invitati, la scelta dell’abito con relative prove in atelier ed una quantità di dettagli che paiono moltiplicarsi sotto gli occhi… Il rischio di convertirsi in una temibile Bridezilla è davvero alto, ed a farne le spese è in primis il futuro sposo, con il quale è normale e frequente che si accendano discussioni legate a questi millemiglia aspetti organizzativi.

Andrea Cofano photographerScopri di più su “Andrea Cofano photographer”
Andrea Cofano photographer

Abbiamo già visto come rimanere innamorati durante la delicata fase dei preparativi del matrimonio, ma il primo passo rimane sapere a cosa si va incontro, e mettere in conto qualche piccola discussione. Quali sono le più tipiche? Noi ne abbiamo individuate 5: leggi con attenzione, perché durante i prossimi mesi è molto probabile trovarti coinvolta in una delle seguenti conversazioni.

  • Il budget: “…ma quanto ci costa?”

Tasto dolente di ogni matrimonio, è anche la discriminante che ti permetterà di vivere un Grande Giorno in un sontuoso hotel a quattro stelle, o in un agriturismo per matrimoni più rustico, ma non per questo meno chic.

Daniele Padovan Wedding PhotographerScopri di più su “Daniele Padovan Wedding Photographer”
Daniele Padovan Wedding Photographer

Occorre innanzitutto definire se il budget verrà stanziato in toto dai due sposi, o se le rispettiva famiglie daranno una mano: in entrambi i casi è necessario sedersi tranquillamente e stilare nero su bianco la lista di quegli elementi che entrambi ritengono fondamentali. Solo in questo modo si potrà trovare un giusto compromesso tra un matrimonio intimo e semplice ed un ricevimento spettacolare e sfarzoso. Potrete trovare un comune accordo relativo al budget da stanziare per ognuno di quegli aspetti fondamentali quali location, servizio catering, abito da sposa e valutare se contrattare o meno un wedding planner. Attenzione! Tra gli errori più comuni che commettono 9 spose su 10, c’è la convinzione che affidarsi al fai-da-te sia garanzia di risparmio, ma non c’è nulla di più sbagliato….

  • La lista degli invitati: “Scordatelo, questo/a non verrà mai!”

Nota dolentissima di ogni matrimonio, soprattutto perché strettamente legato al fatidico budget di cui sopra. Un invitato genera in media un costo compreso tra i 70 e i 130 euro; aldilà delle spese oggettive, siete davvero sicuri di voler invitare tutte le persone di vostra conoscenza? Un matrimonio con centinaia di invitati non è assolutamente garanzia di grande festa, dato che gli sposi non potranno dedicare il giusto tempo ai loro cari. E per un invitato non c’è nulla di peggio che avere la sensazione di essere ‘di troppo’, come illustravamo nelle 10 aspettative che ogni ospite ha in vista di un matrimonio.

Photobooth RomaScopri di più su “Photobooth Roma”
Photobooth Roma

Per questo, è importante fare un’attenta cernita di chi entra in una prima ipotetica lista: è davvero fondamentale invitare tutti i colleghi di lavoro, quei cugini lontani a cui tiene tanto vostra madre ma che non vedete da secoli, la sorella dell’amico del compagno di classe di terza media? non sentitevi in obbligo di invitare persone a cui non tenete, solo per senso di dovere: ecco le 6 persone che non siete tenuti ad invitare al vostro matrimonio, se non volete davvero accanto, ma concentratevi su quegli affetti che davvero vorreste che condividessero con voi il vostro Giorno più importante. Tra i grandi dilemmi una menzione d’onore va a “invito o meno il/la mio/a ex?”: naturalmente ciò dipende da che rapporti si siano manetenuti… e da quanto abbiate rivelato al vostro attuale partner. Sapete, vero, che ci sono delle cose che è meglio NON raccontare sul nostro passato sentimentale? Meglio evitare situazioni spiacevoli, come commentavamo qui.

  • Il rito: “Ci sposiamo in chiesa o in comune?”

Rito civile o religioso? La prima grande scelta da fare, una volta deciso di compiere il Grande Passo. Se professate religioni differenti, sarà d’obbligo trovare un compromesso: poniamo che lei sia cattolica e lui presbiteriano, una chiesa evangelica permetterà di celebrare entrambi i rituali.

Massimo Simula Creative Wedding Photojournalist

Se invece uno dei due tiene ad un rito religioso mentre l’altro è ateo, non bisognerà in nessun caso forzare la situazione: accettare le differenze che ci caratterizzano ed allo stesso tempo arricchiscono è il primo passo per costruire un amore che duri tutta la vita. Parlatene con calma e scegliete insieme la scelta migliore per la vostra coppia,s enza costrizioni né rinunce.

  • La partecipazione dello sposo: “Ho fatto tutto io!”

In quanto donne, nostra croce e delizia è indubbiamente una grande attenzione per i dettagli, unita ad una capacità organizzativa che entra in campo a spada tratta soprattutto quando si parla di cose a cui teniamo con tutto il cuore. Sognamo un matrimonio da favola, in cui tutto sia perfetto: mentre probabilmente per lui sarà più naturale occuparsi di aspetti prettamente logistici, delegando tutto ciò che ha a che fare con le decorazioni, per esempio. Nulla di male: l’importante è che l’appoggio reciproco non venga mai meno, e stabilire in una primissima fase chi si occuperà di cosa: se di comune accordo converrete che la futura sposa si incaricherà dell’organizzazione, o se verranno suddivisi in parti eque compiti e funzioni.

Damiano ErricoScopri di più su “Damiano Errico”
Damiano Errico

Definiamolo però dall’inizio, onde evitare recriminazioni del tipo ‘Ho fatto tutto io!’ o vivere i preparativi con la sensazione pernenne che l’altro/a non mostri alcun interesse. Meglio stabilire il tutto non appena stanziato il budget e prenotata la location, ed appoggiarsi a vicenda, per evitare di dimenticare tappe fondamentali (come queste) o di perdere la calma. Sarà già molta l’emozione durante il fatidico giorno – nonostante tenerla a bada è possibile e qui ti abbiamo illustrato come-, non stressiamoci anche durante i preparativi!

  • La scelta dei testimoni: “Perché proprio lui/lei?”

Entrambi avete il diritto di scegliere il testimone che riterrete idoneo ed opportuno, e l’altro non dovrebbe interferire nella decisione, ma appoggiarla incondizionatamente. La sposa sceglierà così chi sarà il suo tetsimone che la accompagnerà all’altare, così come il corteo di damigelle d’onore qualora lo desideri, e lo stesso dicasi per lo sposo. Questo potrebbe generare delle tensioni, soprattutto qualora subentri una suocera ingombrante, anche se andare d’accordo si può eccome, basta seguire questi piccoli passi.

Erin & Gabri PhotographyScopri di più su “Erin & Gabri Photography”
Erin & Gabri Photography

Se sei alle prese con l’organizzazione del tuo matrimonio, è probabile che queste conversazioni siano già state sollevate: in caso contrario, non temerle. Si tratta di momenti di confronto che tutte le coppie hanno, e che potrete affrontare in modo ragionevole e naturale, purché non vi inaspriate nella vostra posizione per partito preso. Non dimenticate che i motivi per cui un uomo decide di sposarsi sono altrettanto intensi!

Ardiri Photo WeddingScopri di più su “Ardiri Photo Wedding”
Ardiri Photo Wedding

Se questa nostra mini-guida ti è parsa utile, non perderti le 10 cose da fare due settimane prima della fatidica data. E riguardo al tuo addio al nubilato, ecco 5 dritte per organizzare una festa memorabile.

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni