IT Login
IT

Come scegliere la data del matrimonio: ecco gli unici 8 consigli davvero utili

Il tuo fidanzato ti ha appena chiesto di sposarlo e ora stai in ebollizione per la notizia? Benvenuta a bordo: sposarsi è di sicuro il regalo più bello che potrete farvi, come ci raccontava qui chi ci è già passato. Ora arriva però la fase più emozionante ed impegnativa, legata all’organizzazione: la scelta della location, il menù, l’abito da sposa (hai già visto cosa dicono i trend 2016?), le decorazioni… stop! Il primissimo step rimane scegliere la fatidica data, da cui deriveranno i vari dettagli, quali, in primis, la lista degli invitati.

Studio Fotografico SpecchiomagicoScopri di più su “Studio Fotografico Specchiomagico”
Studio Fotografico Specchiomagico

Ma come trovare il giorno davvero ‘perfetto’ sotto tutti i punti di vista, e non solo sul calendario? Moltissime coppie, quando decidono di compiere il Grande Passo, pensa a diverse opzioni che vanno dal mese in cui si sono conosciuti, a diversi fattori come il clima oppure il momento migliore per la luna di miele nella destinazione dei sogni.

La Coccinella WeddingScopri di più su “La Coccinella Wedding”
La Coccinella Wedding

Tutte considerazioni giuste. Ma nel momento in cui si deve pensare al giorno per sposarsi vanno tenuti ben presenti anche altri fattori che forse vi sembravano secondari. Per questo abbiamo deciso di girare la domanda ad una selezione delle migliori wedding planner d’Italia: sentiamo che consigli ci danno.

1. Flessibilità, anzitutto

La scelta della data delle nozze è naturalmente una dei primi passi da compiere nell’organizzazione del proprio matrimonio – puntualizza Viviana Marfè di Blin Eventi – Wedding & Event Planner. Se esiste già una data che gli sposi non vogliono assolutamente cambiare, consiglio di muoversi con largo anticipo, soprattutto se si tratta di un weekend: nei mesi di “alta stagione” infatti giorni come sabato e venerdì sono i primi ad essere occupati nelle principali strutture.

Federica CavicchiScopri di più su “Federica Cavicchi”
Federica Cavicchi

Partiamo dal punto di vista che ‘anything goes’, insomma vale tutto – esordisce Barbara di Fatamadrina, una delle – in particolare vale la pena di non porsi limiti folkloristici o superstiziosi. Viceversa, è una buona idea cominciare la conversazione tra voi a partire da condizioni pratiche. Se state organizzando un matrimonio intimo, a cui sono invitati solo i parenti e gli amici più stretti, potrete permettervi anche scelte apparentemente scomode come quella di festeggiare in un giorno feriale. Agli invitati non sarà poi così difficile prendere un giorno di ferie per festeggiare insieme, e voi potrete permettervi scelte fuori dagli schemi a prezzi più piccoli del normale. Se vi sposate in una zona in cui l’incidenza dei giorni di sole non è altissima non ha senso inseguire il miraggio del matrimonio all’aperto e potete invece puntare su un matrimonio romantico in interni, quindi perché no anche in una stagione poco consueta come l’inverno, che – come abbiamo visto – presenta molti vantaggi!

Tenuta 'Il Possesso'Scopri di più su “Tenuta 'Il Possesso'”
Tenuta ‘Il Possesso

In linea di massima cercate comunque di non fissarvi su un giorno ben preciso, ma di scegliere un ventaglio di date (possibilmente NON tutti i sabati più richiesti di maggio e settembre) che vi permetta di essere flessibili con i fornitori a cui probabilmente tenete di più (location e fotografo sono i primi che dovrete considerare… nonché quelli su cui è fortemente sconsigliato risparmiare).

2. Un po’ di praticità

Molte volte si pensa di scegliere la data corrispondente al giorno in cui ci si è conosciuti o è ufficialmente iniziato il fidanzamento, così come ad un evento particolare per entrambi: il primo concerto insieme, il complenno di uno dei due…. però, se ci pensate bene, questa scelta rischia di togliere un giorno di ‘festa’ alla coppia. Un po’ come chi festeggia il compleanno il giorno di Natale: una data che rimane impressa… ma spesso si riceve un regalo solo! Cercate piuttosto un giorno che sia solo “vostro”, con un significato estremamente intimo per voi in quanto 1+1.

Ester Chianelli Wedding&Event PlannerScopri di più su “Ester Chianelli Wedding&Event Planner”
Ester Chianelli Wedding & Event Planner

E’ d’accordo con noi Stefania Guastini di GuastiniStyle Weddings and Events, una delle wedding planner più gettonate di Milano: “Sarebbe bello poter scegliere la data del proprio matrimonio in base ad un giorno per voi speciale, a un numero che ha un valore o vi lega a qualcosa d’importante o semplicemente perché è il vostro numero porta fortuna o preferito. La verità è che non sempre è possibile. Suggerisco infatti alle mie coppie di non fissarsi mai su una data ad ogni costo”.

3. … ma senza rinunciare al romanticismo!

Mario Feliciello PhotographyScopri di più su “Mario Feliciello Photography”
Mario Feliciello Photography

Sacrosanto muoversi per tempo in base alla disponibilità dei fornitori desiderati, ma senza rinunciare alla magia di una data importante. “Mi piace immaginare che la data del matrimonio voglia dire qualcosa per la coppia – ci racconta Monia Re, anima e cuore di Kairos sas – Così mi piace sentire le coppie che si rivolgono a me e mi dicono ‘ci sposiamo il giorno x’ perché quel giorno ci siamo messi insieme, perché quel giorno ci siamo dati il primo bacio, perché quel giorno mi ha chiesto di sposarlo oppure semplicemente perché è un giorno fortunato. Una coppia di sposi a cui voglio un mondo di bene si è sposata il 5 perché era il loro numero fortunato! E tutto il matrimonio ha avuto come tema il 5… bellissimo!”. Anche la data può essere il fil rouge del vostro matrimonio, ci avevate mai pensato?

4. Sabato, odi et amo

Il sabato è il giorno perfetto perché non costringe voi né i vostri cari ad assentarsi dal lavoro, ma… può anche coincidere con un weekend fuori porta soprattutto nel caso di ponti e festività, senza contare che è di gran lunga la giornata più richiesta. Non per nulla le location più belle finiscono le disponibilità di sabato già dall’anno precedente!

Beatrice Moricci PhotographerScopri di più su “Beatrice Moricci Photographer”
Beatrice Moricci Photographer

“Bisogna sempre porsi la domanda: preferisco fissarmi su una data e scegliere di conseguenza la location libera quel giorno o preferisco scegliere la location giusta sotto tutti gli aspetti e trovare la data disponibile che mi può piacere? – prosegue Stefania Guastini – Per concludere, è normale avere una preferenza su una data rispetto che ad un’altra ma credo che l’elasticità sia sempre la chiave per la scelta migliore, anche sulla data del proprio matrimonio”.

5. Prima la data o prima la location?

Come anticipato sopra, è sempre il caso di partire in anticipo con la scelta della location e di contattare un professionista per trovare quella perfetta anche dal punto di vista del piano B per esempio: non parliamo solo della tanto temuta pioggia, ma di tutto quello che potrebbe rovinare il vostro Big Day… in un solo minuto, come messo in guardia in questo decalogo.

Borgo di Tragliata Scopri di più su “Borgo di Tragliata ”
Borgo di Tragliata – Foto: Rossini Photography

Oltre alla possibilità di non trovare la location dei sogni disponibile il giorno che ci si ostina ad aver scelto anche gli altri fornitori potrebbero non avere disponibilità, il miglior fotografo, il miglior videoperatore, il miglior catering o fiorista, per non parlare della chiesa o comune. Si può risolvere il problema con due semplici soluzioni- conclude Stefania Guastinipartire con grande anticipo almeno per la location, ed affidarsi ad un wedding planner che farà di tutto per trovare un giusto compromesso tra la disponibilità dei fornitori e la migliore opzione di data scelta dagli sposi.

6. Meglio sposarsi in estate o in inverno?

“La prima domanda che pongo sempre alle mie coppie di sposi – ci racconta Nunzia Rinaldi di Rinaldi Eventi Wedding & Event Planner – è: Immaginate il giorno delle vostre nozze, cosa vedete? Un rigoglioso giardino? una calda spiaggia?  Vigneti ricchi di uva? Vette innevate? Cosi facendo restringiamo le potenziali date in due periodi quello più caldo oppure quello freddo”. 

Federico Miccioni PhotographerScopri di più su “Federico Miccioni Photographer”
Federico Miccioni Photographer

I mesi più popolari per sposarsi – prosegue la wedding planner di Firenze – sono giugno, settembre e ottobre perché il tempo dovrebbe essere bellissimo all’inizio dell’estate e dell’autunno, anche se nell’ultimo anno, mi è capitato un tempo particolarmente insolito, durante alcune cerimonie ondate di caldo in inverno e freddo e pioggia d’estate. Consiglio sempre agli sposi di essere sempre attrezzati per ogni evenienza, sopratutto per il confort degli stessi sposi e degli invitati.

Atelier Cristina PaciniScopri di più su “Atelier Cristina Pacini”
Atelier Cristina Pacini

E’ d’accordo Viviana di Blin Eventi, che vede in uno dei principali criteri di scelta proprio la stagione preferita “Questo dipende naturalmente dalla tipologia di matrimonio che desiderate: se immaginate un matrimonio all’aria aperta, dai colori vivaci e vicino luoghi di mare, non potrete allontanarvi molto da mesi come giugno e luglio.

Emanuele Fumanti • FotografoScopri di più su “Emanuele Fumanti • Fotografo”
Emanuele Fumanti • Fotografo

Ma se invece immaginate una cerimonia con sullo sfondo un romantico tramonto potreste valutare le atmosfere autunnali che si respirano a fine settembre ed ottobre. Oggi infine si fanno strada sempre più i matrimoni invernali: dicembre è senza dubbio un mese magico”. Come abbiamo visto, sposarsi in inverno è un’opzione che conquista sempre più sposi… e che dire della magia di un matrimonio celebrato sotto Natale? La scelta del matrimonio deve pensare anche agli ospiti, puntualizza Monia Re. In genere non ci si sposa nel mese di agosto, periodo vacanziero per tanti: nei limiti del possibile, meglio evitare date che coincidano con le vacanze, a meno che non siate sicuri che i vostri testimoni e familiari stretti siano presenti per celebrare con voi. O che abbiate comunque messo in conto qualche defezione e siate disposti ad accettarla (meglio senza dover ascoltare una di queste 5 scuse, non credete?)

7. Attenti al budget

Come abbiamo visto, il budget è tutto fuorché un dettaglio, anzi. Optare per una giornata settimanale e prediligere mesi poco richiesti, possono essere un trucco furbo per tagliare i costi.

Enrico Mingardi - PhotographerScopri di più su “Enrico Mingardi - Photographer”
Enrico Mingardi – Photographer

“Sposarsi d’inverno – suggerisce Nunzia  Rinaldi – potrebbe contribuire a ridurre leggermente i costi d’affitto delle location, a discapito però di altro come ad esempio quello di non poter avere alcuni tipi di fiori, come le peonie, oppure aumentare un pò le spese per il comfort ospiti, con riscaldamenti supplementari, plaid  o una postazione durante la cerimonia di cioccolata o the caldi”. E’ d’accordo Viviana di Blin Eventi, che consiglia di orientare la vostra scelta in base alle scontistiche che spesso le strutture riservano ai giorni della settimana meno inflazionati e mesi alternativi all’alta stagione.

8. Occhio al calendario nazionale (e personale)

Cercate di evitare di celebrare le nozze in concomitanza con eventi sportivi di importanza epica per il genere maschile come finali di Champion’s League o Mondiali di calcio o finirete per dover allestire un maxi-schermo nella villa antica che avete affittato per il ricevimento, cosa decisamente di cattivo gusto. Ma forse ci penserà il vostro futuro marito a mettere una X su quei giorni clou!

Erin & Gabri PhotographyScopri di più su “Erin & Gabri Photography”
Erin & Gabri Photography

Allo stesso modo, è preferibile non scegliere giorni che coincidano con il compleanno dei suoceri, dei genitori o di qualche altro familiare prossimo poiché correreste il rischio di rovinare la “sua” festa. Per lo stesso motivo evitate giorni come il Capodanno o altre festività in cui certamente gli ospiti preferirebbero di gran lunga essere da tutt’altra parte… rischiereste di avere la lista degli invitati dimezzata (oltre ai tagli che potrete permettervi di eseguire voi, come abbiamo visto qui…)! Infine, fate attenzione a non scegliere un giorno che coincida con il cambio di orario. Sembra una banalità ma la cosa peggiore che possa capitare è arrivare tardi alle vostre nozze o arrivare troppo presto e pensare che nessuno se ne sia ricordato… neanche lo sposo!

Maggie SotteroScopri di più su “Maggie Sottero”
Abito da sposa: Maggie Sottero

Che ne dite delle nostre dritte? Non perdetevi la nostra guida per organizzare le nozze in 6 mesi, risultato garantito! “In ogni caso -conclude Viviana Marfè di Blin Eventi – il consiglio più grande che cerco di dare ai miei clienti è di seguire il cuore ed i propri desideri, e di non pensare troppo a cosa sarebbe meglio per gli ospiti.. .qualsiasi sarà il giorno da voi scelto, ci sarà qualcuno pronto a lamentarsi, che vi piaccia o no!

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Commenti (3)

marisol2
19 January 2016

Se posso permettermi aggiungerei anche di non scegliere il giorno del compleanno di uno dei due. Una mia amica si era sposata nel giorno del suo compleanno,dopo qualche anno si sono separati e ancora adesso ogni volta che compie gli anni associa quello che dovrebbe essere un momento allegro al fallimento del suo matrimonio :(

Lasciare un commento
teresabongioni
20 January 2016

Fissare la data delle proprie nozze non è così semplice come si potrebbe pensare. Spesso occorre incastrare impegni personali, professionali e familiari per non scontentare nessuno e per favorire la partecipazione degli invitati al nostro grande giorno. In più, bisogna considerare il viaggio di nozze.
La risorsa è un po’ lunga, lascio il link qui in basso :-)
http://www.eventidiclasse.com/bon-ton/item/204-fissa-data-nozze.html

Lasciare un commento
Giovanni
3 October 2016

“per una soluzione in più .. l’imporobabile 9^ dei nostri sogni”
http://vraie55.blogspot.it/2016/10/numerologia-di-un-matrimonio-speciale.html

Lasciare un commento

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni