IT Login
IT

Come scegliere l’abito da sposa in base al tessuto: una guida per non sbagliare

L’abito da sposa, sognato e venerato, è forse più di ogni altra cosa il simbolo del matrimonio per le spose.  La sua ricerca rappresenta un momento magico e unico da vivere al massimo!

Giuseppe Papini SposaScopri di più su “Giuseppe Papini Sposa”
Giuseppe Papini Sposa

Ma l’abito non è solo emozioni e magia, è anche arte, studio e creazione. Un lavoro meticoloso e impegnativo, dietro cui vi è un attento studio del tessuto, soprattutto se avete deciso di optare per un modello particolare, come un abito da sposa sexy.

Parliamo perciò di stoffa, quale va a comporre i capolavori che proviamo, indossiamo e scegliamo per le nostre nozze, sia che vengano celebrate in chiesa o con rito civile? Alcuni esperti del settore, come l’Atelier Emozioni di Rox, Medea Sposa Linea Spose di Elena Belardinelli, ci aiuteranno a comprendere l’importanza del tessuto per la buona riuscita dell’abito da sposa.

MiamaStore AtelierScopri di più su “MiamaStore Atelier”
MiamaStore Atelier

Indiscutibile infatti che buona parte del risultato è dovuto alla stoffa usata. Questo determinerà in primo luogo l’effetto visivo, come ci racconta Giuseppe Papini dell’Atelier Giuseppe Papini Sposa, “esistono vari tipi di tessuto che donano all’abito un aspetto fluido e leggero. In primis abbiamo il cady di seta: un tessuto leggero, morbido e di mano opaca. Avendo una caduta eccellente, è ideale per realizzare gli abiti a sirena in quanto segue perfettamente la silhouette“. 

Giuseppe Papini SposaScopri di più su “Giuseppe Papini Sposa”
Giuseppe Papini Sposa

“Lo chiffon, un tessuto leggerissimo in seta, si contraddistingue per la sua sottigliezza e velatura. Queste peculiarità lo rendono perfetto per confezionare abiti scivolati e per creare giochi di drappeggi.

Discorso simile per l’organza: tessuto leggero, trasparente e abbastanza sostenuto. Utilizzo spesso pannelli di organza nelle code degli abiti per dar movimento e creare effetti scultorei.”

Giuseppe Papini SposaScopri di più su “Giuseppe Papini Sposa”
Giuseppe Papini Sposa

Sempre per effetto leggero i tessuti Organza, Voile, Gazar, Georgette, Plumetis, Tulle, Garza e Point d’esprit.

Per quanto riguarda invece l’effetto luminoso e lucido invece i tessuti più utilizzati sono Taffetà, Nacrè, Mikado, Shantung, Raso/Satin e Duchesse. A donare invece un effetto stropicciato e/o increspato si utilizza Plissè, Faille, Crèpe, Cannetè.

Giuseppe Papini SposaScopri di più su “Giuseppe Papini Sposa”
Giuseppe Papini Sposa

Non dimenticate che importantissima sarà la sensazione che l’abito vi lascerà sulla vostra pelle. Lo indosserete per parecchie ore e non dovrà darvi fastidio o crearvi irritazioni.

Oltre all’effetto visivo, i tessuti vanno anche a condizionare lo stile dell’abito: semplice, estroso e classico. Mauro di Miama Store Atelier è sicuro quando afferma “romanticismo è uguale a pizzo [must have per la prossima stagione, del resto come abbiamo visto in questi abiti da sposa in pizzo per il 2016]. E’ sempre stato così e così sarà per molti anni ancora”.

Certamente anche il modello scelto avrà la sua parte nel determinare lo stile dell’abito, ma dovrà comunque fare i conti con la stoffa, che si tratti di un taglio a sirena, principessa o senza spalline, o un abito da sposa colorato.

Sempre Mauro di Miama Store Atelier ci dice infatti, parlando dell’abito romantico, che  “è bene tener conto che non sempre il pizzo è sinonimo di romanticismo, molte volte l’eleganza e la raffinatezza sono date anche e soprattutto dal modello in sé. Conosciamo moltissimi abiti anche molto semplici ma sicuramente molto molto romantici”.

Giuseppe Papini SposaScopri di più su “Giuseppe Papini Sposa”
Giuseppe Papini Sposa

Se il tessuto ha un ruolo importante per stile ed effetto ricercato, un terzo aspetto importante da tenere in considerazione è la stagione delle nozze. Mauro sostiene che questa ha sicuramente il suo peso nella scelta di una stoffa piuttosto che un altro. “Il raso è un tessuto più pesante rispetto agli altri ed è indicato per i matrimoni non prettamente estivi. Per i periodi più caldi e afosi i tessuti più indicati sono sicuramente lo chiffon e l’organza in seta. Ciò però non vuol dire che in estate non si possa indossare un abito in raso, è solamente bene sapere che si potrebbe soffrire il caldo un po’ in più rispetto agli altri tessuti. La cosa fondamentale di cui tener conto è che nei periodi invernali bisogna avere a portata di mano un coprispalle un po’ più consistente, dalle ecopellicce ai coprispalle foderati, questo è sicuramente un MUST.”

Care spose lasciatevi perciò guidare dalle sensazioni, dalle emozioni e dagli esperti del settore, il vostro abito non potrà che essere fantastico!

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni