IT Login
IT

Come comunicare ai tuoi invitati di nozze il dress code: la parola agli esperti

Durante le scelte relative al vostro giorno, avete deciso che sarebbe opportuno definire un outfit per i vostri invitati in linea con il fil rouge scelto per le nozze. Vi chiederete poi come farete a comunicarlo a tutti. Nessun timore perché noi di Zankyou vi spiegheremo come fare con l’aiuto di alcuni esperti del settore.

Simona Rossi Eventi Scopri di più su “Simona Rossi Eventi ”
Simona Rossi Eventi

“Sempre più numerose sono le coppie che decidono di stabilire un Dress code per le proprie nozze (ovvero un codice di abbigliamento da rispettare), così da poter aver la certezza che tutti gli invitati siano vestiti in modo adeguato e in linea con lo stile scelto” ci racconta Simona Rossi Eventi. Parlando di scelta del Dress code parliamo anche di alcune scelte stilistiche che potete fare come ad esempio le tonalità, o alcuni accessori specifici per i vostri invitati o veri e propri matrimoni a tema, anche se questi hanno maggiore fama negli Stati Uniti piuttosto che in Italia. “Un esempio potrebbe appunto essere un Dress code dato dal colore o dallo stile scelto: indossare un accessorio verde se abbiamo ad esempio scelto il verde come colore o indossare un cappello texano se ad esempio si tratta di nozze in tema country!”.

Et voilà Le MariageScopri di più su “Et voilà Le Mariage”
Et voilà Le Mariage

“Secondo il galateo”, ci ricorda Simona Rossi Eventi, “il Dress code va comunicato attraverso una dicitura in basso a sinistra negli inviti” che potete personalizzare a vostro piacere e perché no, renderli ironici o romantici ma soprattutto originali. “La partecipazione è la prima cosa che gli ospiti vedranno del matrimonio: per questo è importante inserire le informazioni in modo chiaro e leggibile, darle uno stile coerente con l’evento e specificare l’eventuale Dress code, che potrà comunque essere compreso correttamente dagli invitati se è stata scelta la giusta partecipazione” conclude Elisabetta Bilei di Un giorno su misura.

Ad eccezione di particolari scelte inerenti il tema ed il colore, Giorgia Fantin Borghi ci riferisce che “in Italia si comunica solo se si tratta di un matrimonio in tight e che quindi si celebra al mattino o nel primissimo pomeriggio (cosa ormai sempre più rara)”. “Nei contesti molto formali” ci racconta invece Simona di Simona Rossi Eventi “esistono già dei codici di abbigliamento definiti dalla società, come ad esempio cravatta bianca con uomo in frac e donna in abito lungo, tigh con uomo in tight e donna in abito corto elegante, chapeau con cappello per tutte le donne e abito scuro con abito grigio o blu per uomo e donna in abito corto ed elegante. Quindi in base al grado di formalità delle proprie nozze si potrà optare per una delle seguenti diciture oppure decidere di stabilire un vostro personale Dress code”, come abbiamo detto prima.

Et voilà Le MariageScopri di più su “Et voilà Le Mariage”
Et voilà Le Mariage

Per quanto riguarda invece la cravatta nera e perciò l’uomo in smoking e la donna in abito lungo, c’è da dire, sostiene Giorgia, che “lo smoking, per quanto concerne il galateo nel nostro paese, non è assolutamente un abito da matrimonio anche se da buoni esterofili quali siamo la tendenza alla festa in cravatta nera (Tuxedo negli USA) sta prendendo sempre più piede. Sarà forse perché le occasioni di vestire in maniera davvero elegante sono sempre meno”.

Non dimenticate che, come ci suggeriscono Simona Rossi Eventi, Et Voilà le Mariage e Giorgia “in ogni caso, laddove non venisse specificato, un invitato dovrà sempre tenere ben in mente 5 regole in merito al Dress code di un matrimonio:

1. Mai vestirsi di bianco

Evitare abiti bianchi o panna di tinta unita per non fare un torto alla sposa e lasciare a lei l’onore dell’abito candido

2. Mai vestirsi di nero

Assolutamente sconsigliato il nero per matrimoni di giorno. Si può però indossarlo se il matrimonio è la sera ma cercando di ravvivarlo con gli accessori come una stola o una pochette colorate. Siete ad un matrimonio non ad un funerale!

Credits: YolanCris 2016

3. Mai vestirsi di rosso

Ma nemmeno di un colore troppo forte che possa distogliere l’attenzione dalla sposa, indiscussa protagonista di quel giorno

4. No a scollature e spacchi profondi

In queste occasioni è di cattivo gusto esagerare con scollature o spacchi o ancora con abitini mini. Vi è il rischio di sembrare volgari

5. Il lungo è per la sera

Per quanto riguarda le signore diciamo che il lungo sarebbe decisamente più adatto ad un ricevimento serale. Per essere una invitata perfetta non vi resta che approfondire la lettura qui

Credits: YolanCris 2016

Perciò qualunque sia la vostra scelta di Dress code, salvo non andiate a chiedere un colore tra quelli che di norma non vengono utilizzati dagli invitati, questi devono rispettare le regole di Bon ton generali che vi abbiamo elencato. Lasciate comunque un po’ di libertà ai vostri ospiti poiché “è sempre bello cogliere l’occasione di un matrimonio per divertirsi un po’ ad indossare abiti o accessori che solitamente non mettono. Via libera dunque anche a qualche dettaglio luminoso di Swarovski, a brillantini o paillette ma senza esagerare e cercando sempre di non risultare troppo appariscenti!” le parole di Micol di Et Voilà le Mariage

Giorgia Fantin Borghi Scopri di più su “Giorgia Fantin Borghi ”
Giorgia Fantin Borghi

Nella scelta del vostro Dress code cercate sempre di tenere a mente le principali regole di Bon ton da rispettare anche nella scelta del vostro abito, unico come la linea sposa di Maggie Sotero dove troverai certamente l’abito dei tuoi sogni o speciale come la collezione YolanCris 2016.

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni