IT Login
IT

Come arredare la vostra casa con i tessuti

Cari sposi, siete in attesa che la vostra futura casa sia consegnata e quindi vi trovate costretti ad abitare in locali già ammobiliati? Oppure, avete semplicemente optato per un’abitazione parzialmente o totalmente arredata e vorreste tanto cambiare tutto? Per sentirla magari più vostra? Niente paura! E’ possibile reinventare e dare nuova vita agli ambienti attraverso la sostituzione di stoffe e tendaggi.
Dopo una ristrutturazione, o semplicemente per rinnovare la casa, il tessuto gioca un ruolo fondamentale per quanto riguarda il rivestimento degli arredi principali quali sedute, letti e tende. I tessili hanno un enorme potere, spesso trascurato nell’arredo d’interni. In un colpo solo possono cambiare il carattere di un’abitazione e rinnovare l’atmosfera di uno spazio.

Per dare nuova vita a sedie, poltrone e divani, basta rivestirli con stoffe di vostro gusto. Per chi ama il fai da te, questo è il momento per dare sfogo al “tappezziere” che è in voi. Oggi in commercio nei negozi di bricolage si trova tutto l’occorrente per rivestire qualunque arredo. Si risparmia, ci si diverte, e a lavoro ultimato la soddisfazione è assicurata. Anche una testiera di letto può rinascere: se è già imbottita, rivestirla con nuova stoffa e fissarla con la spara punti sarà davvero semplice. Se invece è in legno, basta comprare della gomma piuma dello spessore che più ci aggrada e rivestire il tutto con il tessuto scelto. Sarà un momento di divertimento e di grande gioia fra la coppia, che si appresta a vivere una nuova vita insieme con mobili, nuovi…

Adesso cambiamo immagine alle finestre. Entrano in scena le tende.

Spesso queste ultime sono interpretate solo come ornamenti, ma hanno ruoli ben più nobili. Oggi in commercio si trovano tende già confezionate, che assolvono svariati compiti. Esistono tendaggi che sposano i gusti di entrambi i coniugi e, grazie alle nuove tecnologie, spesso i maschietti trovano entusiasmanti questi complementi di arredo. E’ necessario sapere che le tende sono indispensabili per il benessere di chi vive gli ambienti. Scopriamo insieme quali sono i criteri fondamentali nella scelta di una tenda: il comfort termico, la tutela dai raggi UV, la protezione visiva e la colorazione della luce. Per comfort termico, si intende la capacità della tenda di schermare l’energia solare; alcune tende arrivano a bloccare fino al 60/70% dell’energia del sole, ciò significa che in estate la temperatura all’interno degli ambienti può essere mantenuta più fresca e piacevole. Per quanto riguarda la protezione UV, vi sono in commercio tende di qualunque colore che riescono a bloccare tali raggi fino al 90%. La protezione visiva è invece la capacità che una tenda ha di salvaguardare un ambiente dalla luce accecante del sole. La colorazione della luce è un criterio abbastanza soggettivo, l’aspetto di una stanza può cambiare notevolmente in base al colore che la luce assume quando è filtrata da una finestra e da una tenda. Colori caldi, come il giallo o l’arancio possono “riscaldare” l’ambiente, sprigionando allegria, energia e invitando alla convivialità; colori freddi, come l’azzurro o il verde, daranno invece alla casa un’aria più “fresca”, rilassante e ispireranno alla serenità. Questi ultimi sono anche ideali per gli uffici, dove spesso predomina molto il bianco.

La scelta della tenda non deve mai abbandonare le considerazioni di tipo estetico e per questo la futura sposa avrà un compito arduo e allo stesso tempo divertente: oltre a proteggere casa e mobilia, e schermare del tutto o in parte i raggi solari, una tenda deve assolvere il compito di dare alla stanza un tocco di charme. Nella loro scelta bisogna valutare il tipo di tessuto utilizzato (poiché anche questo fattore rende riconoscibile lo stile della nostra abitazione che può essere classico, moderno, provenzale…) affinché si armonizzi bene con il resto della stanza; poi, il tipo e le dimensioni della finestra, in modo da stabilire con sicurezza in base al tipo di apertura (a battente, scorrevole, a inclinazione e così via) che tipo di tenda scegliere.

Ne esistono svariati modelli che uniscono praticità, funzionalità ed estetica.
Tende a pacchetto: non occupano lo spazio laterale della finestra e sono raccolte in alto attraverso un sistema di bacchette orizzontali. Sono facili da montare, ma tendono ad accumulare polvere tra le pieghe, richiedendo lavaggi frequenti.

Foto GRAVENT Group

Tende a pannelli: sono costituite da un binario, applicato a soffitto o a parete, in cui scorrono i teli. Si utilizzano per le grandi vetrate e hanno bisogno di molto spazio laterale. Questa tenda è molto indicata per dividere gli spazi in una stanza che ospita più ambienti, come cucina a vista e living.

Foto GRAVENT Group

Tende a rullo: sono arrotolate in un supporto tubolare, visibile o nascosto. E’ importante che la stoffa utilizzata sia sottile in modo da poter essere facilmente avvolta. Il tessuto è completato alla base da un’asta orizzontale che mantiene la tenda in tensione. Anche in questo caso la tenda può giocare un ruolo essenziale e moderno nella suddivisione degli spazi.

Foto GRAVENT Group

Veneziane: sono costituite da lamelle (di plastica, alluminio, legno…) che tramite un’asticella possono essere modificate nell’inclinazione e si bloccano all’altezza voluta, per far filtrare la quantità di luce desiderata.

Foto GRAVENT Group

Plissè: sono tende “pieghettate” di dimensione variabile che possono avere un andamento orizzontale o verticale.

Foto GRAVENT Group
  • TAPPETI

Quando uno spazio è troppo ampio, il rischio è che la stanza sembri povera e scarsamente arredata. In nostro aiuto arrivano i tappeti d’arredo, dai costosi e pregiati kilim orientali ai più moderni tappeti a pelo medio e lungo. A questi vanno infine aggiunti i tappetini per bagno e per cucina che oltre ad assolvere la funzione prettamente estetica evitano macchie nei pavimenti, oltre a rendere la superficie non scivolosa o bagnata.

Lini, cotoni, sete, jacquard, tessuti stampati, raso, damaschi… per sceglierli è necessario avere buon gusto e tener conto dell’uso che si deve fare del tessuto, cercando quanto più possibile di coordinare stili e colori. Arredare con i tessuti consente di cambiare il look della propria casa senza dover sostituire il mobilio. Provare per credere. Buon divertimento!


Guest blogger: Emilia Debora Marano di Gilia Italia

Emilia è fucina di creatività, figlia del vulcano Etna e dei suoi grandi miti. Adora il Marketing e la Comunicazione in tutte le sue forme. Ha prodotto e curato riviste nazionali e adora scrivere. Ama ascoltare la natura e la gente. Emilia ritiene che le persone siano delle scatole magiche… quando si aprono a noi, sono un viaggio verso Dio.

Anche tu lavori nel wedding e vuoi scrivere per Zankyou? Contattaci

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni