IT Login
IT

Come abbinare il bouquet al tuo abito da sposa

Foto via Shutterstock

Immediatamente dopo il momento della scelta dell’abito da sposa, croce e delizia di tutte, ne arriva un altro di eguale importanza. Parliamo della scelta del bouquet, quel piccolo tocco floreale che non può mancare nel grande giorno. Come scegliere il vostro, ma soprattutto, come abbinarlo al vostro outfit?

Prima di addentrarci in questo viaggio fatto di combinazioni, abbiamo chiesto ad alcune fra le più importanti voci del web, una loro opinione relativa al bouquet.

Camilla e Cristina di Rosenvoile Wedding | Party | Style ci danno anticipazioni sulle tendenze bouquet 2016 e non solo: “Ormai ogni sposa lo sa, va scelto con cura! Bisogna tener conto principalmente dell’abito scelto, ma anche della corporatura e dell’altezza della sposa e poi non bisogna perdere di vista la palette di colori scelta per le decorazioni floreali di tutto l’evento. Già quest’anno si sono visti meravigliosi bouquet scomposti, come vuole la scuola di decorazione floreale inglese, con un’importante presenza di fogliame: felci, erbe aromatiche o succulente accompagnano e caratterizzano in maniera originale il bouquet, legato con morbidi nastri di seta colorati.
Le tendenze 2016 provenienti da oltreoceano, ci hanno mostrato bouquet ancora più destrutturati che somigliano più a fasci di fiori appena colti che a composizioni studiate: cascate di gelsomini rampicanti ancora in boccio o piccoli mazzetti di fiori di campo che la sposa porta con nonchalance lungo il corpo.”

Rosenvoile

Anna e Mary di Sposarsi a New York ci suggeriscono un’idea davvero originale: “Il bouquet deve abbinarsi non solo al vestito ma anche al mood della giornata, al ristorante scelto per i festeggiamenti, alla location del matrimonio e soprattutto deve essere proporzionato alla figura della sposa. Se avete un oggetto particolare che vi sta a cuore (degli orecchini, una spilla antica, una collana di perle) potete incorporarla nel bouquet per renderlo ancora piu’ originale e per dargli un tocco vintage (molto gettonato tra le spose newyorkesi).”

Rosenvoile

Le ragazze della Redazione di DeAbyDay, invece, ci raccontano le origini del bouquet: L’usanza del bouquet risale alla tradizione araba come augurio di benessere e prosperità. Il bouquet, scelto dalla futura sposa, è il dono che il futuro marito (o la suocera) fa alla sposa, l’ultimo dono da “fidanzato”.  La neosposa lancerà poi il bouquet alle amiche ancora single presenti fra le invitate augurando loro nozze imminenti”. E ancora, dopo la digressione storica: “Per scegliere il bouquet più adatto all’abito vale sempre la regola del colore neutro: i fiori bianchi, o panna sono una scelta infallibile ma se volete qualcosa di attuale e meno classico perché non pensare a un bouquet country chic?”

Il profumo dei fioriScopri di più su “Il profumo dei fiori”
Il profumo dei fiori

Serena Silvestri di Nastrini e Bollicine, invece, crede che “il bouquet non deve essere necessariamente relazionato alle altre decorazioni floreali del matrimonio.” Inoltre “che sia monocromatico, di diverse nuances, a contrasto è importante che vi affidiate ad un Flower Design che sappia tradurre il vostro ideale in realtà. Soprattutto perché dovrà durare per l’intera cerimonia , dall’entrata in chiesa, passando per gli abbracci di amici e parenti, fino al fantomatico lancio.”

Ma ora scendiamo ancor più nel dettaglio: se hai già scelto il tuo abito o già hai già delle idee in mente, la nostra guida ti aiuterà ad abbinare al tuo outfit il tocco floreale giusto. Ad ogni abito il suo bouquet!

  • Abito da sposa con taglio ad A

È uno dei modelli più classici: stretto nella parte superiore, raggiunge la vita, per poi aprirsi amplio, in una gonna che ricorda una A maiuscola.

Per questo tipo di abito consigliamo due linee differenti: un bouquet classico, in linea con lo stile dell’abito, fatto di margherite e rose bianche, o un bouquet innovativo, dai colori strong, che spezzi la rigorosità dell’abito. Magari sui toni del lilla o del viola, o con dei tocchi di rosso fra le rose bianche.

Wedding Calla's di GardenieScopri di più su “Wedding Calla's di Gardenie”
Wedding Calla’s di Gardenie
Foto: Arbolande
  • Abito stile impero

Il famosissimo stile impero è intramontabile! Un vestito che parte amplio direttamente dalla parte bassa del petto, generalmente contraddistinto da tessuti vaporosi e al contempo leggeri, impalpabili. Il modello top per la sposa curvy ad esempio.

Il profumo dei fioriScopri di più su “Il profumo dei fiori”
Il profumo dei fiori
Foto: Au Nom de la Rose

Con questa tipologia di outfit vedremo bene un bouquet gioiello: visto che l’abito ricorda le antiche dee greche, eteree figure di tempi lontani, il bouquet potrebbe avere degli inserti in oro antico, con assenza totale di verde, e fiori sui toni dell’arancio o del pesca.

O ancora, in alternativa, un boquet fatto di campanule, leggermente cadenti atte a formare una vera e propria cascata floreale. Per un look in stile ninfa dei boschi!

V as LoveScopri di più su “V as Love”
V as Love
  • Abito princess style

Per spiegare in soldoni quali sono gli abiti princess style ricorreremo ad un’immagine onirica: una sala con tanti commensali ed una principessa di rara bellezza che danza con il suo principe. Ritornando alla realtà parliamo di abiti importanti che arrivano stretti in vita per poi aprirsi in maniera maestosa, quasi too much. Una gonna amplia, vaporosa, extra-size, ricca di tulle che vi farà sentire come le protagoniste dei vostri racconti d’infanzia.

Tanti i tipi di bouquet da poter abbinare a questo outfit: un tocco classico può essere dato dai toni del beige, del lilla, quasi “impolverati”, antichi. Un bouquet che può mixare fiori diversi, dalle diverse texture: rose, peonie, ortensie con foglie larghe e dal verde molto acceso.

La Rosa BluScopri di più su “La Rosa Blu”
La Rosa Blu
Foto: Arbolande
Foto: Pensacola Red
Foto: Bornay
  • Abito stile sirena

È forse l’abito più sexy, un must delle collezioni 2016 (qui alcune imperdibile tendenze per l’anno prossimo): attillato, strettissimo fino al ginocchio (o giù di lì) per poi aprirsi amplio nella parte finale. Per una sposa sensuale ma al contempo di classe! Un abito sirena per…una sirena post-moderna!

Potrete optare per un micro bouquet fatto di fiori piccolissimi, quasi concentrici, per un effetto optical in stile anni ’70. O ancora leggermente più grandi con fiori “audaci” come i papaveri sui toni del malva, ma anche rossi per osare davvero.

Sara Cattaneo LabScopri di più su “Sara Cattaneo Lab”
Sara Cattaneo Lab
Foto: L’Atelier de las Flores

O ancora un maxi bouquet con rose inglesi, lavanda e buplerum: un bouquet che si sposerà (scusate il gioco di parole) appieno con il vostro look che polarizzerà l’attenzione di tutti!

Foto: Edwin Vandevyer

Allora, la nostra guida ha fatto un po’ di chiarezza? I trend bouquet 2015 sono tanti, anzi, tantissimi: ecco perché vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra directory dove troverete centinaia di fornitory in tutta Italia per ciò che concerne le decorazioni floreali e i bouquet. Grazie a Zankyou nessun dettaglio del vostro matrimonio passerà in secondo piano!

[Foto via: Edwin Vandevyer, L’Atelier de las Flores, Bornay, Pensacola Red, Arbolande, Au Nom de la Rose]

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni