Album di nozze: come scegliere quello giusto

- Foto di Studio Fotografia Vignatelli
Foto di Studio Fotografia Vignatelli

Delle tante cose che restano del giorno delle nozze, l’album che racchiude il nostro servizio fotografico sarà quello che evocherà con più forza e simbolismo i ricordi di quella giornata.

Chiaramente, la qualità delle foto contenute al suo interno sono la cosa più importante, ma non bisogna sottovalutare il ruolo giocato dal loro raccoglitore, che riveste un ruolo importante nella presentazione delle fotografie.Anche da un punto di vista economico, l’album può incidere notevolmente sul budget, soprattutto se di buona fattura. Questa vuole essere una breve carrellata su tutte le opzioni che il mercato può offrire e sul giusto valore economico che bisognerebbe dare loro.

1. Il primo requisito fondamentale è la qualità della rilegatura, che sia un album tradizionale (quello con le foto incollate sulle pagine, per intenderci) o un fotolibro digitale: il vostro album dovrà durare nel tempo, per anni, decenni forse, e verrà sfogliato moltissimo. Per questo la sua fattura dovrà essere resistente, meglio se realizzata da mani artigiane esperte, e non fatto in serie. Questo è un aspetto di cui dovrete informarvi con il vostro fotografo perchè potrà incidere notevolmente sul costo finale.

La rilegatura è fondamentale per la durata del vostro album di nozze - Foto di Studio Fotografia Vignatelli
La rilegatura è fondamentale per la durata del vostro album di nozze - Foto di Studio Fotografia Vignatelli

2. Secondo punto importantissimo: le stampe. Anche in questo caso, che si tratti di un album classico o un fotolibro non fa differenza: i colori dovranno essere brillanti, i bianco e nero ben contrastati, e la carta fotografica resistente e spessa. Un suggerimento: per capire se una stampa è di buona qualità, controllate sempre che i contorni siano ben delineati, e che il colore della pelle dei visi non tenda al rossastro.

Controllate la qualità della stampa - Foto di Studio Fotografia Vignatelli
Controllate la qualità della stampa - Foto di Studio Fotografia Vignatelli

3. Terzo punto: la copertina. Qui le opzioni sono diverse, e molto dipende dai gusti: seta, cotone, carta di riso o pelle sono i materiali che vanno per la maggiore, ma il cui prezzo può variare anche di molto. La pelle è chiaramente la scelta più duratura nel tempo, e di maggior pregio: oggi ne esistono varianti di tutti i tipi e colori, e non solo il classico cuoio marrone dell’album dei nostri genitori! Anche la seta di shantung è una buona opzione: materiale di grande finezza, ha un aspetto più delicato, ma bisogna fare attenzione che non si macchi. Tutte le varianti di carta possono essere una buona scelta, se si vuole risparmiare qualcosa rispetto ai modelli precedenti: il pericolo è che negli anni vada incontro a ingiallimenti o – quel che è peggio – a rotture, perciò mi raccomando, da maneggiare con cura!

4. L’ultimo aspetto da considerare sono gli accessori: mi riferisco a valigia o scatole porta-album, incisioni sulla copertina, porta-dvd coordinati, e tutto ciò che può completare il nostro corredo fotografico, e renderlo ancor più prezioso. Valutate sempre con attenzione cosa vi viene proposto dal vostro fotografo, e le variazioni di prezzo che questo comporterà.

Ognuno potrà tirare le proprie conclusioni in base ai suoi gusti ed al budget a disposizione, ma mi sento di suggerirvi una ultima variabile di grande importanza: il made in Italy. In una epoca dove il prodotto “seriale” si cela anche dietro prezzi ingiustificati, scegliere un prodotto realizzato da mani di artigiani italiani, che grazie alla loro esperienza e dedizione potranno offrirvi un prodotto unico e di grande qualità, è un aspetto su cui non soprassederei, e sul quale vale la pena spendere qualche euro in più. La directory di Zankyou racchiude i migliori professionisti del settore, per ogni regione d’Italia (ad esempio, ti sposi a Roma? I migliori fotografi di matrimonio romani – tra cui Giordani & Mingo, Imagophilia o Vinicio Ferri – su Zankyou sono alla portata di un click!)…

In fondo, non stiamo parlando di un giorno qualsiasi, ma di quel giorno!


Guest blogger: Martina di Studio Fotografia Vignatelli
Fotografia di matrimonio e non solo
E-mail: info@fotografiavignatelli.it
Anche tu lavori nel wedding? Contattaci

Imprese che ti possono interessare

  • 0
    0

    Grazie per i consigli che ci hai fornito…solo una cosa mi lascia dubbiosa: sei davvero convinta che la valigia porta album, il porta dvd siano cose davvero importanti? Io sinceramente ho scelto il fotografo per la qualità del suo lavoro, come valigia dell’album abbiamo voluto quella “normale”, non mi andava di spendere soldi per un qualcosa di inutile a mio avviso.

    Dacci la tua opinione! Dicci cosa ne pensi

    Sophie84