IT Login
IT

Abiti da sposa 2017: i 5 trend da NON perdere per scegliere il modello che fa per te

A leggere e parlare di 2017 è facile immaginarsi lo scoramento nei volti, con quel “Come, di già?” ben in vista, tuttavia se quel che vi aspetta nel tempo del prossimo anno solare è l’organizzazione del vostro matrimonio, il 2017 non sembrerà poi così lontano. Ma pure in tutto questo crogiolo di impegni, resta un solo protagonista assoluto a richiedere tutte le vostre maggiori attenzioni – no, non lo sposo! – ma lui: l’abito. Ora, come districarsi nello scegliere qualcosa che tra abiti sexy, modelli da sposa corti, vestiti colorati, scollature e chi più ne ha più ne metta, offre veramente mille e più possibilità? La scelta a voi, noi vi presentiamo questi modelli delle collezioni 2017 uniti a previsioni di ciò che secondo noi andrà per la maggiore in base a quanto è stato in voga in questi ultimi mesi!

Galia Lahav
Isabel Zapardiez

 

Abiti da sposa in pizzo

Partiamo con i fondamentali, che a quanto pare non si sbaglia mai. Originario del XIX secolo, il pizzo o trina, è il pattern più femminile che ci sia ed incarna con la sua eleganza una soluzione ideale per le donne che amano essere alla moda, ma con un occhio attento alla tradizione. Non è mai sparito dalle collezioni wedding e rappresenta da sempre un vero e proprio valore aggiunto in termini estetici a qualunque modello, tuttavia se ridimensionato nel suo utilizzo negli anni passati, dal 2016 sarà nuovamente presente tra le proposte di Pronoviasdi cui qui potreste trovare un ulteriore assaggio -, Reem Acra e Cabotine! Infatti gli abiti da sposa in pizzo saranno per qualità e creatività una summa straordinaria di passato e presente, di tradizione e futurismo, un’ampia gamma di scelte che andrà dal fitto e decorato, caratterizzato da straordinarie trame, fino al più spesso guipure, ma che saranno presenti anche nei dettagli degli straordinari abiti stile principessa, stile impero e collo alto o nei modelli a sirena, dove potranno avere un bustino, ma anche piccole maniche chic. Nei modelli di Alessandra Rinaudo, Rosa Clarà – a proposito avete già visto questa sfilata? – e Leila Hafzi sarà un semplice dettaglio di maniche, corpetto e scollo; altrove lo si vedrà a stupire con tubini corti resi più originali e moderni da una cintura colorata e non mancheranno vezzosi accessori.

Caroline Herrera
Hannibal Laguna
Cabotine
Pronovias
Pronovias
Reem Acra
Rosa Clarà
Alberta Ferretti Bridal
Alessandra Rianudo
Monique Lhuillier
Domo Adami

Voglio volume!

Questo tipo di abiti è solitamente caratterizzato per la vita stretta, che dà origine a una grande gonna voluminosa, molte volte realizzata dalla sovrapposizione di tanti strati di tessuto e da una parte superiore disegnata su un corpetto aderente che metta in risalto il decolletè. Gli abiti stile principessa non passano mai di moda e hanno sempre un’aura di romanticismo ed eleganza perfetta. Si adattano particolarmente alla fisicità di quelle spose che possiedono spalle ampie o fianchi larghi, perché l’ampiezza della gonna dona visivamente più proporzione. Realizzati solitamente con tanto tulle e tessuti come il mikado, il pizzo o il satin, sono tanti i modelli tra cui poter scegliere e anche quest’anno i grandi nomi della moda wedding come Pronovias, Rosa Clarà – per la gioia dei vostri occhi -, Reem Acra, YolanCris, non si son fatti sfuggire l’occasione di vestire le loro spose adoperando questi modelli così caratteristici.

Jesus Peirò
Alessandra Rinaudo
Alexander McQueen Bridal
Cabotine
Marina Mansanta
Monique Lhuillier
Pepe Botella
Rosa Clarà
Alessandra Rinaudo

Abiti con dettagli neri

Se la tradizione si adopera in concetti più astratti e generali, l’estetica risponde a canoni molto più personalizzabili e così se da un lato il colore della sposa è il bianco, se i toni pastello, l’avorio e il rosa sono ormai parte di una consuetudine solo appena meno usuale, il nero è la contrapposizione per antonomasia, quasi una rottura di ogni schema. Nell’Alta Moda fu la stilista statunitense Vera Wang a proporlo come colore nuziale, inizialmente come cintura che arricchisse l’abito bianco classico, ma anche nei guanti in satin o addirittura per il bustier. Si tratta di una scelta ancora non troppo usuale, però amata a tal punto, che grandi stilisti internazionali e italiani come Alessandra Rinaudo, Nicole Spose, Atelier Aimeé e Alessandro Angelozzi Couture, ne hanno riservato uno spazio nelle loro collezioni con modelli eccezionali per una sposa moderna e sensuale, che strizzi l’occhio ad un gusto retrò caratterizzato da bustini e scollature. E se il bianco continua a dominare, il nero è nei dettagli, conferendo un tocco chic che, ad esempio, nelle spose di Alberta Ferretti si esprime in uno chiffon total black a lasciar scoperte le gambe, mentre nell’abito di Versace Collection e Alexander McQueen risponde a una silhouette più asciutta e sensuale.

Vera Wang
Alessandra Rianudo
Alexander McQueen Bridal
Antonio Riva
Cabotine
Maggie Sottero
Monique Lhuillier

Trasparenze osè

Se poi vi piace osare, l’anno potrebbe essere proprio il vostro, saranno infatti molto presenti i modelli decorati con trasparenze arricchendo le spose di una caratteristica sensualità. Provocazioni e audacia saranno nelle creazioni di Vera Wang, ma anche di atelier come Cotin Sposa, Marianna Lanzilli e Anna Tumas Atelier Sposa. E alle trasparenze la stilista cino-americana associerà sensuali lingerie, in qualche caso visibili. Predomineranno anche scollature a cuore, scollature a V, abiti senza spalline (o con ma molto sottili), modelli con spacchi asimmetrici o laterali. I tessuti si orienteranno verso un raffinato chantilly, ma soprattutto al volume del tulle, poi ancora accessori floreali o cinture con grandi fiocchi, talvolta colorati. Anche le principali passerelle nuziali internazionali: la Barcellona Bridal Week, la London Bridal Week e la SI Sposa Italia Collezioni, hanno voluto puntare, tra gli altri modelli, su questi con vertiginose, quanto seducenti, scollature sulla schiena, che caratterizzeranno tutti: da Pronovias a Monique Lhuillier, fino al made in Italy di Alessandra Rinaudo, Domo Adami, Max Mara e Le Spose di Giò.

Galia Lahav
Marco & Maria
Pronovias
Rosa Clarà
Blumarine sposa
Domo Adami
Giuseppe Papini
Leila Hafzi
Zuhair Murad

Abiti con motivi floreali

Come accennavamo inizialmente e come avevamo raccontato anche in precedenza, tra le altre tendenze della moda wedding, la Primavera 2017 sarà anche ricca di motivi floreali: fiori disegnati, stampati e i ricami floreali saranno un must, pur con qualche differenza soprattutto nei generi e nel colore. Per chi ama lo stile classico ma vuole concedersi un tocco di personalità, l’applicazione sul fianco di un fiore personalizzerà accuratamente l’abito come nel caso di Atelier Delí. L’Atelier Carla Marinelli propone invece un abito in pantalone beige, valorizzato sulle spalline e sulla scollatura con applicazioni floreali. Dettagli che arricchiscono anche le creazioni di Blumarine – cintura con maxi fiore in vita – e – più sottile e discreta – quelle di Temperley London. Insomma, che siano stagioni calde e colorate o più fredde e ventose non importa, perché i fiori si adegueranno molto gradevolmente all’Abito rendendolo unico e completamente Vostro.

Hannibal Laguna
Oscar De La Renta
Yolancris
Alberta Ferretti Bridal
Alma Novia
Antonio Riva
Elisabetta Polignano
Max Mara Bridal

Ora, non vi resta l’imbarazzo della scelta e se tutto questo ancora non vi basta, date pure un’occhiata a questa straordinaria galleria dei nostri 101 abiti preferiti, e che per questo 2016 vanno e andranno per la maggiore!

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni