IT Login
IT

3 caratteristiche della sposa dallo stile eclettico: l’Arte come Musa

Franco MilaniScopri di più su “Franco Milani”
Una sposa eclettica magnetizza gli sguardi, rendendo attitudine naturale anche un accessorio vistoso. Foto credits: Franco Milani

Un eclettico è una nave che vorrebbe procedere con quattro venti

Charles Baudelaire, Dell’eclettismo e del dubbio [1846]

Nel campo dell’arte, ci si riferisce ad un ‘eclettico‘ come a colui il quale rende la sperimentazione linfa vitale di ogni sua opera, combinando stili ed epoche diverse, per ricavarne un suo unico linguaggio, altamente riconoscibile e fortemente originale. Se, alla domanda qual è il mio stile? nell’apprestarvi alla scelta dell’abito da sposa (nulla infatti, neanche la moda stessa, tiene il passo dei tempi quanto l’autenticità, per cui partite sempre da ciò che realmente siete, senza false forzature), la vostra scelta ricade sull’aggettivo ‘eclettico’, sarebbe un delitto rinunciare ad una delle caratteristiche più magnetiche, meno scontate, maggiormente mozzafiato, tra gli infiniti caratteri umani.

La sposa eclettica ama appassionatamente l’Arte in tutte le sue manifestazioni, e la eleggerà a Musa ispiratrice e Nume Tutelare del suo matrimonio/capolavoro. Fate dunque di questa vostra splendida caratteristica un plus che personalizzerà il vostro look nuziale ed il mood del vostro matrimonio stesso, rendendolo unico ed esclusivo e tenendo a mente, coerenti con il vostro stile, le seguenti caratteristiche.

☆ La sposa eclettica: l’outfit

Nell'outfit della sposa eclettica, l'abito vintage più tradizionale si accompagna ad accessori scenografici, come le Melissa di Vivienne Westwood. Foto credits: Stephanie Williams Photography

La sposa eclettica è colei che, piuttosto che indossare il tradizionalissimo abito da sposa, preferisce ispirarsi a personaggi emblematici e decisamente particolari: ricordate quando vi abbiamo proposto un look ispirato a Frida Kahlo?

Outfit ispirato a Frida Kahlo, nel giorno del proprio matrimonio dedicato all'eclettismo dell'arte. Foto credits: LucíaSeCasa
Per l'autunno/inverno 2014, l'eclettismo del duo Dolce & Gabbana porta in passerella abiti in pizzo ispirati alla borghesia siciliana ottocentesca del Gattopardo, abbinati a bijoux da regina bizantina. Foto via imaxtree.com

Una donna eclettica opta, nel giorno delle sue nozze, per uno smoking da sposa, scegliendo designers anticonformisti tanto quanto le sue visioni, come lo splendido duo Viktor & Rolf per la loro capsule collection Mariage 2014.

Smoking da sposa in pizzo off-white di Houghton Bride (a sinistra) e Theia (a destra). Foto via houghtonnyc.com e theiacouture.com
Valentini SposeScopri di più su “Valentini Spose”
Valentini Spose, collezione Timeless 2013/2014: pantaloni in taglio ampio a vita bassa in prezioso shantung di seta, abbinati ad un bustier con cache-coeur in voile criss-cross. Foto via valentinispose.it
Errico MariaScopri di più su “Errico Maria”
Completo da sposa con ampi pantaloni palazzo plissettati e blusa in seta con scollo all'americana di Errico Maria. Foto via erricomaria.it

Anche un abito da sposa minimal-chic, o semplicemente vintage, diventa un foglio vuoto perfetto per potervi scrivere la propria storia, tramite una selezione di accessori colorati ed appariscenti – magari oversize, ipirandosi ai capolavori dell’età barocca, o fluo, facendo propri gli stilemi della Pop Art.

Su lovemydress.net, Lucy Turnbull fotografa una splendida sposa eclettica, che abbina all'abito in pizzo vintage e romantico un bouquet diy ed una preziosa e contemporanea clutch di McQueen, dai toni glamourous e dark.
Abito minimal ed accessori che catalizzano l'attenzione nella loro stravaganza, come la collana in maxi-boules fuxia fluo. Foto courtesy Nadia Meli via blog.nadiameli.com

☆ La sposa eclettica: la location

La sposa eclettica è colei che desidera ambientare le sue nozze in un luogo fuori dal comune – come può essere un teatro, nel matrimonio realizzato da Nozze e Dintorni, o un museo (come quelli presenti nella nostra directory – tra cui, alla voce ‘location per matrimoni a Milano‘, Il Museo dei Navigli o Villa San Carlo Borromeo).

Nozze e DintorniScopri di più su “Nozze e Dintorni”
Matrimonio a teatro, come una novella Bohème o una Carmen. Wedding design di Nozze e Dintorni - Foto credits: Rocco D'Ambrosi Photo Studio
L'arte è protagonista assoluta di questo eclettico matrimonio ambientato nel Museo d'Arte Ca' La Ghironda - tra un Marc Chagall, una Vanessa Beecroft ed un Maurizio Cattelan. Foto credits: Federica Lombardo via weddingwonderland.it

Anche una casa antica ed evocativa di atmosfere ormai passate, di cui rispetta la struttura seppur intervenendovi con originalissimi tocchi moderni, sarà perfetta come palcoscenico del suo matrimonio eclettico; le è quindi perfettamente congeniale una location rustica – magari uno dei castelli toscani che vi abbiamo proposto qui – da valorizzare mediante decorazioni dall’ésprit cubista o Bauhaus per un mix di epoche originale, ma di garantito effetto-bocca-spalancata dei presenti. L’eclettismo passa, anche e soprattutto, attraverso le scelte anticonvenzionali.

☆  La sposa eclettica: il mood

La sposa eclettica è colei che, nelle decorazioni di nozze, opta per colori accesi e contrasti cromatici interessanti: rosso e rosa, nero e verde, viola ed azzurro sono i binomi più esclusivi per inviti di nozze, mille piccoli originali dettagli, bomboniere, lista nozze e così via, in pieno fermento artistico da avanguardia color-blocking. La sua stessa torta nuziale sarà un’opera d’arte contemporanea.

Color blocking e decorazioni ispirate al cubismo. Foto credits: Abbey Moore (sinistra) e Robert Swiderski (destra)
Ancora dal matrimonio fotografato da Lucy Turnbull su lovemydress.net, per le decorazioni a centrotavola coriandoli a forma di cuore si affiancano a teschi di carta e caramelle colorate. L'eclettismo è servito!

 Così come non si accontenterà di un pianista soporifero che incita all’ennesima Macarena, o dello zio alticcio che si sgola sulle note del karaoke: fedele alla sua devozione assoluta all’arte, ad intrattenere i suoi ospiti chiamerà una compagnia di attori esperti nel wedding theatre, che improvvisano scene coinvolgenti ed estemporanee, o street-artists che, attraverso l’instant painting, dipingono in tempo reale ciò che più catalizza la loro attenzione all’interno del ricevimento – rendendo immediatamente il suo matrimonio, oltre che un evento, anche una art performance.

Si tratta di uno stile difficile da gestire, senza rischiare di scivolare nell’eccesso esasperato; ma è uno stile dalla bellezza teatralmente scenografica, ideale per quegli animi inquieti e divorati dalla croce e delizia dello sturm und drang, che lo padroneggiano quotidianamente, come furono la Marchesa Luisa Casati – che era solita ripetere “Voglio essere un’opera d’arte vivente“, nel farsi ritrarre da centinaia dei più grandi artisti dell’epoca – o la recentemente scomparsa, indimenticabile fashion editor di Vogue Anna Piaggi, che rendeva ogni suo outfit una performance artistica, con mille richiami ai più disparati stili – dalla strada, alla passerella, allo spazio museale – servendosi dunque di sé stessa come tramite per rappresentare la quintessenza dell’eclettismo, e della cultura, nella moda.

A sinistra Man Ray, Ritratto di Luisa Casati come l'Imperatrice Elisabetta d'Austria, 1935 - A destra Anna Piaggi in un ritratto di David Bailey per Another Mag, con uno dei suoi inseparabili cappelli di Stephen Jones

Animi che non si accontentano di scorciatoie, che preferiscono assecondare fedelmente ed esclusivamente il loro irripetibile estro creativo, senza curarsi minimamente dell’inevitabile lavorìo irrefrenabile delle malelingue tradizionaliste, che si domanderanno da quale bizzarro pianeta questi personalità ecletticamente innovatrici siano sbarcate.

Beth Ditto, icona e front-woman dei Gossip, ha sposato la sua compagna in un abito ecletticamente romantico per una cantante rock, firmato da Jean-Paul Gaultier. Foto via The Gossip su Facebook

Occorre sacrificare il conformismo al fuoco sacro dell’Arte: l’eclettismo, del resto, è anche rischio, ma la coerenza con la propria personalità – a mio avviso – non potrebbe essere più amabile.

************************************************************

Vanitas' Market, Free Italian Creativity! Il 12 ed il 13 Ottobre a Cremona

Se anche voi amate l’autenticità dell’eclettismo e rifuggite dalla banalità mortale degli stereotipi, desiderando valorizzare il vostro look nuziale con dettagli davvero unici, organizzate un giro tra gli stand del Vanitas Market di Cremona, uno degli eventi più importanti in Italia, dedicato alle autoproduzioni artigianali e al riciclo creativo nella moda e nel design – all’interno del quale saremo presenti anche noi di Zankyou come media partners dell’evento.

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni