IT Login
IT

15 pensieri negativi da togliersi dalla testa mentre si organizza il proprio matrimonio

Aspettativa, la parola più utilizzata quando si pensa ad un matrimonio.

Le proprie, quelle dei genitori, delle amiche, dei testimoni e dei parenti… tutto questo provoca solo una cosa: ansia.
Keep calm! Ci sono diversi modi per superarla, e sicuramente affidarsi a un professionista è in cima alla lista, seguito da un ottimo self control e una To DOs list alla mano.
Oggi vogliamo sfatare qualche credenza che le spose erroneamente hanno prima del matrimonio, ma che si rivelano assolutamente sbagliate.

Ivan L'AstorinaScopri di più su “Ivan L'Astorina”
Ivan L’Astorina

Così, ho chiamato a raccolte spose che hanno già compiuto il Grande Passo, e con loro abbiamo individuato le 15 credenze più diffuse che si sono rivelate infondate, una volta celebrato il matrimonio.

1. Credere di dover imparare a memoria le promesse in chiesa: tranquille, si possono leggere sul libretto;

2. Credere di voler/dover/poter indossare un abito da sposa da principessa… ma non sentirsi a proprio agio. Ricordate che non esiste l’abito perfetto per voi finché non ve lo sentite cucito addosso durante la prova in atelier: sarà lui a scegliere voi, non viceversa! Presentarsi all’atelier con le idee chiare, e con tanto di fotografie dell’abito dei sogni appresso non conta: l’unica prova del nove è la… prova! Finché non entrate in camerino, inutile quindi fissarsi su un’idea o su un modello;

Marina MansantaScopri di più su “Marina Mansanta”
Marina Mansanta

3. Credere che affidarsi alla suocera fiorista o all’amica parrucchiera sia un’ottima idea… nulla di più sbagliato! Ci sono delle cose su cui non si  può né deve risparmiare (noi ne abbiamo individuate 3 qui), ed uno degli errori più comuni è delegare amici e conoscenti, o affidarsi completamente a loro. Solo un esperto di allestimenti nuziali potrà realizzere le composizioni floreali dei tuoi sogni;

4. Credere di non potersi permettere un determinato abito perché si ha una percezione del proprio corpo sbagliata… e ricredesi con un sorriso enorme e soddisfatto, quando ci si ende conto che quel meraviglioso abito in pizzo ci sta a pennello!

Galvan SposaScopri di più su “Galvan Sposa”
Galvan Sposa

5. Credere che il catering migliore sia quello consigliato dal cugino o dall’amico che l’ha utilizzato per il proprio matrimonio, trovandosi bene… anziché affidarsi ad un wedding planner e farsi suggerire un fornitore oggettivamente professionale;

6. Credere di essere in America e di avere a disposizione tutte le forniture a noleggio che si vedono online… e rendersi conto che così non è. Un suggerimento: non superate più di 30 minuti al giorno navigando in Pinterest. Gestire i social in vista del proprio matrimonio è uno step fondamentale per le sposine 2.0!

7. Credere che al proprio compagno non interessi molto dell’organizzazione del matrimonio… e scoprire che è quasi più attento di voi e che ci tiene tantissimo ad essere incluso in ogni scelta. A tal proposito, occhio alle discussioni più comuni che le coppie hanno durante l’organizzazione delle loro nozze. Rimanere innamorati si può, e qui vi spieghiamo come;

Pasquale MestiziaScopri di più su “Pasquale Mestizia”
Pasquale Mestizia

8. Utilizzare amici come fornitori di nozze, e scoprire che poi passano più tempo a comportarsi da ‘amici’ invece che da fornitori rovinando la giornata;

9. Credere di volere la wedding cake e scegliere una torta flat perché non inclusa nel menù… e scoprire essere un extra molto costoso e che neanche ci soddisfa.

10. Credere di non volere la wedding planner e passare la giornata a gestire problemi, dubbi e domande dei vari fornitori;

Andrea Cofano photographerScopri di più su “Andrea Cofano photographer”
Andrea Cofano photographer

11. Credere che assumere un service per le luci sia una spesa extra che si poteva evitare… e rendersi conto a fine matrimonio che hanno reso l’atmosfera magica;

12. Credere di non volere un esperto video, perché tanto si ha già contrattato un fotografo… e rendersi conto che non averlo sarebbe stato un errore enorme perché, se creato da un professionista, regala delle emozioni totalmente diverse rispetto all’album nuziale;

13. Credere che l’aspetto musicale non sia così importante… e rendersi conto che è sempre necessario accordarsi con il dj del vostro matrimonio, perché la musica definisce davvero l’atmosfera che ci sarà al proprio matrimonio;

14. Credere che il tacco basso sia comodo… quando invece potremmo ritrovarci comunque con i piedi confi, poiché durante un matrimonio le ore trascorse in piedi sono moltissime: parlando di scarpe, avete dato un’occhiata ai trend 2016?

Photografica di Daniele Mari2Scopri di più su “Photografica di Daniele Mari2”
Photografica di Daniele Mari

15. Credere che una confettata media possa bastare… invece è sempre il caso di abbondare, perché nonostante buffet enormi i confetti vanno sempre a ruba e non bastano mai!

Leggete con cura i consigli che Zankyou vi fornisce quotidianamente, per non cadere nei 20 errori che praticamente tutte le spose commettono: eccoli! E per chi è alle prese con l’organizzazione di un matrimonio civile, ecco la guida da non perdere

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni