IT Login
IT

10 idee per organizzare un matrimonio green

Sposarsi riducendo al minimo l’impatto ambientale dell’evento è una tendenza che sta lentamente prendendo piede anche in Italia. Forse non tutti sanno quanto possa essere nocivo, per l’ambiente, un matrimonio tradizionale.

Pensate alle aragoste dell’atlantico che devono essere trasportate fino al vostro ristorante, bruciando benzina per km e km. Pensate agli agenti chimici impiegati per rendere bianca la montagna di tulle che compone il vostro abito da sposa. Pensate a quanti fiori verranno recisi e buttati il giorno dopo per decorare bouquet, navata e tavoli. Pensate ai vostri 100/200/300 invitati che dovranno sposarvi, spesso solo in gruppi da due persone per volta, in una carovana di macchine per raggiungere prima la Chiesa e poi il ristorante, che magari avete scelto ad un’ora di macchina dal luogo dove verrà celebrato il matrimonio. Pensate a quanta Co2 produrrà questa carovana. E queste sono solo le voci ad impatto ambientale maggiore.

Visual&ventScopri di più su “Visual&vent”
Visual&vent

Per fortuna è possibile organizzare un matrimonio tenendo conto di tutte queste cose e cercando di limitare i danni. Ecco 10 consigli per cercare di trasformare il vostro matrimonio in un evento green, nel rispetto dell’ambiente.

  • 1. Anelli

L’estrazione dell’oro è un procedimento altamente inquinante per le sostanze che vengono utilizzate e poi riversate nell’ambiente circostante. Per non parlare delle condizioni umane (o meglio dire disumane) in cui sono costretti a lavorare. Per essere certi di avere fedi eco-sostenibili realizzate con oro etico bisogna acquistare anelli certificati oppure, in maniera più semplice, potreste utilizzare vecchi anelli di famiglia e, se sono bruttini e non di vostro gusto, potete portarli da un bravo orafo che li fonderà per ricavarne due fedi più moderne. Il tutto ad impatto praticamente nullo.

  • 2. Location vicina alla chiesa

Scegliete sempre un ristorante che sia il più vicino possibile alla chiesa e comunque a non più di 10 minuti di macchina dalla stessa, per ridurre al massimo la produzione di Co2 da parte della carovana di auto di parenti e amici che dovranno spostarsi per festeggiare con voi. L’ideale sarebbe un ristorante raggiungibile a piedi, ma non sempre esistono soluzioni adeguate.

Davide Gaudenzi Wedding PhotographyScopri di più su “Davide Gaudenzi Wedding Photography”
Davide Gaudenzi Wedding Photography
  • 3. Comunicazione

Eliminate la carta dalle vostre nozze. Stop ad inviti tradizionali: aprite un sito internet dedicato al matrimonio in modo da aggiornare amici e parenti sul programma della giornata. Stampate solo qualche invito per quei parenti molto anziani che non sanno navigare su internet. Niente menù singolo per ogni posto a sedere, ma un unico menù all’ingresso del ristorante, magari scritto su una bella lavagna, per dare un effetto rustico ed originale. Niente libretti messa, ventagli o coni riso. Basterà mettere un cesto decorato all’uscita della Chiesa, pieno di riso, in modo che ciascun ospite ne prenda un pugno da lanciare agli sposi. Limitare al massimo l’uso della carta limiterà anche l’impatto ambientale dell’intero matrimonio.

  • 4. Abito da sposa

Anche l’abito da sposa può essere eco sostenibile. Acquistando un abito in materiali naturali eviterete l’acquisto di un prodotto realizzato con sbiancanti chimici molto dannosi per l’ambiente. In alternativa potete acquistare un abito da sposa usato, conciliando il rispetto per l’ambiente al risparmio in termini economici. E poi, dopo il matrimonio, date l’abito da sposa in beneficenza: a Cascia, in Umbria, è possibile donare il proprio abito da sposa al convento delle Agostiniane. Qui le suore si occuperanno di mettere a disposizione gli abiti donati per le spose che non hanno la possibilità di acquistarne uno nuovo.

Marco VegniScopri di più su “Marco Vegni”
Marco Vegni
  • 5. Bomboniere

Donare una bomboniera green è più facile e bello di quanto possiate pensare. Una piantina grassa, in un bel cestino di iuta, sarà un dono gradito e rispettoso dell’ambiente. Ma via libera anche a prodotti della terra, confetture, vini, aceti: la nostra terra è ricca di prodotti tipici locali squisiti. Inoltre la bomboniera eno- gastronomica è di gran moda e sempre molto gradita. Scegliete, mi raccomando, sempre prodotti locali, a km0, in modo che il loro trasporto non produca troppa Co2. In alternativa, scegliere una bomboniera solidale vi darà la possibilità di fare del bene, scegliendo un progetto benefico che vi sta particolarmente a cuore.

  • 6. Fiori e decorazioni

Assolutamente vietati, in un matrimonio eco sostenibile, i fiori recisi. Se vi piace comunque un tocco di verde, noleggiate piante in vaso e arricchitele con nastri e tulle. E per il bouquet, se vi piace distinguervi, scegliete un bouquet non floreale. Di bottoni , di fiori di carta, di farfalle, tantissime sono le soluzioni fai da te, ma anche acquistabili online. E per i centrotavola, le soluzioni che non prevedono l’utilizzo di fiori recisi sono talmente tante che avrete solo l’imbarazzo della scelta.

  • 7. Menù a km0

Quando scegliete il menù per il banchetto nuziale, optate sempre per piatti realizzati con l’utilizzo di prodotti a km0. Molti ristoranti, ultimamente, stanno proponendo questo tipo di menù proprio per l’aumentata sensibilità verso la questione ambientale, ma non solo. L’Italia è un paese ricco di prodotti naturali ottimi e squisiti, scegliere prodotti a km0 significa valorizzare il territorio in cui si vive, oltre a ridurre l’impatto ambientale prodotto dal trasporto delle materie prime per cucinare, perché i soldi dei ristoratori resteranno sul territorio, nelle mani di piccoli produttori locali che fanno dell’eccellenza un fiore all’occhiello di tutto il paese. Inoltre, scegliendo un menù a km0, avrete la certezza di prodotti di altissima qualità.

  • 8. Fotografie

Per ridurre l’impatto ambientale anche in merito al servizio fotografico, basta chiedere al vostro fotografo di utilizzare una macchinetta digitale, che non prevede l’utilizzo di rullini di vecchio tipo. In questo modo eviterete lo spreco di dover stampare tutte le foto e potrete stampare solo gli scatti che preferite. Limitate al massimo il numero delle foto da stampare, una selezione limitata ad un massimo di 50 foto sarà più che sufficiente per un album da sfogliare per un tuffo nei ricordi. Fatevi comunque consegnare dal fotografo tutti gli scatti su cd-rom, in modo da poter avere sempre a disposizione ogni foto. Caricate poi qualche foto bella sul sito del vostro matrimonio, per condividere con amici e parenti i momenti più belli vissuti insieme.

Francesco OrofinoScopri di più su “Francesco Orofino”
Francesco Orofino
  • 9. Trasporto

Come dicevamo, tanti invitati che si spostano dalle loro case alla chiesa e poi dalla chiesa in giro per la regione alla ricerca del ristorante dove festeggerete, significa tante automobili che consumano benzina ed hanno elevate emissioni di Co2. Per ovviare a questo inconveniente e se non avete la possibilità di celebrare e festeggiare nello stesso posto, pensate al noleggio di uno o più bus. Li farete trovare all’uscita dalla Chiesa per accompagnare tutti gli ospiti fino al ristorante. Meglio 3 bus che 100 automobili, no?

Valentina OprandiScopri di più su “Valentina Oprandi”
Valentina Oprandi
  • 10. Viaggio di nozze

Infine il viaggio di nozze. Come renderlo sostenibile? La prima regola è: più andrete vicino, minore sarà l’impatto ambientale. L’Italia è ricca di posti favolosi da visitare, indipendentemente da dove vivete. Venezia, le Cinque Terre, la Costiera Amalfitana, la bellissima Puglia, la calda e assolata Sicilia sono solo alcune delle proposte più conosciute e suggestive. Se l’idea di rimanere in Italia non vi piace, scegliete allora l’Europa, magari da visitare in treno. Infine, se proprio non volete rinunciare al comfort di un resort di lusso in una location tropicale, almeno fate in modo di scegliere un eco resort, costruito nel rispetto dell’ambiente, sostenuto da energie rinnovabili e che impiega prodotti e manodopera locale.

Come vedete, sposarsi ad impatto 0 o quasi è non solo possibile, ma anche molto affascinante.

E il tuo, di matrimonio, come sarà?

[Credits:  Visual&vent | Davide Gaudenzi Wedding Photography | Marco Vegni \ Francesco Orofino \ Valentina Oprandi]

Aziende che ti possono interessare

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Maggiori informazioni

Commenti (1)

SaraeFrenks
15 July 2014

Sono contenta di leggere che per il nostro matrimonio abbiamo seguito tutti i consigli di questo articolo! Grazie per l’idea del cesto con il riso sciolto (che nel nostro caso sarà miglio, così potrà essere mangiato dopo dagli uccelli). Per il punto 10, suggeriamo di scegliere un viaggio solidale, organizzato da tour operator aderenti all’AITR (Associazione Italiana Turisamo Responsabile).

Lasciare un commento

Lascia un commento

Crea un fantastico sito web gratuito per il tuo matrimonio in soli due click

100% personalizzabile con centinaia di grafiche tra cui scegliere Vedere altre grafiche >

Lavori nel settore matrimoni?
Se hai un'azienda o sei un professionista del settore wedding, Zankyou ti dà l'opportunità di far conoscere la tua attività a migliaia di coppie che scelgono noi per organizzare il loro matrimonio in più di 19 Paesi Maggiori informazioni